Strudel di mele e pere a fagottino

strudel

Faccio questo dolce spessissimo nella stagione delle mele e ve lo straconsiglio perchè è veloce ed un successo assicurato.

Prima di tutto pero’,  ci sono gia’ molti altri tipi di strudel qui ma sono tutti diversi quindi ho decisio di aggiungere anche questa versione.   Le altre si possono vedere tutte  cliccando qui: http://www.veganblog.it/?s=strudel

INGREDIENTI

  • 3 mele (meglio se una diversa dall’altra, ne migliora il sapore)
  • 1 pera gialla grande e morbida
  • 100g   zucchero di canna
  • margarina o burro di soia  q.b.  (optional)
  • 1 rotolo di pasta frolla SFOGLIA vegan (io uso quello Buitoni, reparto frigo)
  • Uvetta: una manciata
  • Succo di un limone – importantissimo!
  • Pinoli  (io ne metto una manciata circa, gia’ tritati, o interi, come mi gira)

Pelare le mele e le pere e’ il lavoro piu’ lungo.  Intanto scaldate il forno a 200 gradi.   In una ciotola metto le mele e le pere tagliate a pezzetti piccoli (ma non troppo), diciamo a misura dell’unghia di un pollice !

Ci spremo sopra il limone e aggiungo l’uvetta e lo zucchero e mescolo un po’ il tutto.

Dopodiche’ srotolo la pasta gia’ pronta nella sua carta e la spennello tutta con un po’  di burro di soia a freddo, che tanto e’ gia’ morbido,  non vedo l’utilita’  di doverlo far sciogliere, tanto cuoce gia’ dopo nel forno !

Metto il composto in mezzo alla sfoglia e poi piego le due  “antine” laterali una sopra l’altra e i bordi in fondo li “tiro su”  a mo’  di pacchetto regalo e lo sigillo bene tutto.  Lo rispennello e gli verso sopra un po’ di zucchero di canna di quello bello grosso, non ricordo il nome.   Poi faccio 3 tagli profondi  in cima  perche’  respiri durante la cottura,  e’ molto importante.

Inforno per 20 minuti  nella carta stessa della sfoglia e lo divoro appena si raffredda un attimo 🙂

PS  CASTAGNE Nella foto ci sono le castagne che mi avevano appena regalato e sono solo li’  per decorazione però,  ripensandoci dopo,  credo  che un po’ di castagne bollite  e sbriciolate al posto dei pinoli nel composto, o della marmellata di marroni spennellata al posto del burro, potrebbero essere una bella idea per la prossima volta, che dite?

🙂

  1. …che gola… mi ci devo cimentare anche in questo…. non l’ho mai fatto!!!! 😀 bravissima!

  2. bellissimo! e l’idea delle castagne mi sembra davvero da non perdersi!!!

  3. anche le tue foto mi piacciono molto!!! oltre ad essere una donna straordinaria, sei anche una bravissima cuoca!!! ne prenderò spunto per farmelo la prossima volta, grazie ancora per aver fatto un qualcosa con ingredienti comuni per gente comune come me 😀

  4. e cosa dire di questo strudel???anche questo per l’ora del tè grazie Babi 🙂

  5. ottimo lo strudel……..d’inverno a casa mia ne facciamo tanti e ora mi hai dato l’idea delle castagne!!!!!che bello!!!!

  6. Ho sbagliato !! E’ pasta SFOGLIA, non FROLLA !!!!! Ora ho corretto, scusate, era tardi! Pero’ forse viene bene anche con la pasta frolla. La prossima volta lo provo davvero con la marmellata di castagne sul fondo, oggi l’ho mangiato INSIEME a delle castagne e i due sapori insieme ci stanno proprio niente male !! 🙂 Grazie.

  7. ………..strudel………castagne…………..bavvvvv…….

  8. Meraviglia delle meraviglie, una ricetta delle mie parti!!! Mi hai solleticato talmente tanto che l’ho fatto anch’io… l’ho sfornato or ora ed è venuto strabuono!!! peccato solo che mi sono accorta solo dopo aver sigillato il tutto di avere una crema di marroni in frigo… ci sarebbe stata proprio bene, beh la prossima volta!
    Questo dolce mi ha fatto tornare per un momento tra le mie montagne! Sìsìsìsì quoto tantissimo! Brava Babi per l’ispirazione!
    Un Saluto, Selene

  9. la Buitoni appartiene alla Nestlè che pratica vivisezione sugli animali presto posterò tutte le marche da evitare 🙂

  10. hem scusate lo smile ho sbagliato :S

  11. Posta posta, grazie. Non lo sapevo…
    PS Confermo che con la crema di marroni viene molto buono.

  12. che gola!
    mele e pere con pinoli e uvetta vanno a nozze, l’aspetto è anche ottimo!
    complimenti!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti