Scrub eco

… eco-logico ed eco-nomico! Confesso che per anni ho acquistato scrub di profumeria ignorando quanto fosse semplice ed efficace prepararsi tutto in casa! Poi, per fortuna, ho cominciato a pensare che avrei potuto autoprodurre guadagnando sicurezza sugli ingredienti usati ed evitando sprechi di packaging e trasporti. Beh, se anche la vostra abbronzatura estiva comincia a cedere trasformandosi a mo’ di muta, è proprio il momento di un buono scrub 😉WP_20150820_011
Ingredienti:
4 C di zucchero di canna integrale
3 C di olio di mandorle dolci

Procedimento:
Mescolate i 2 ingredienti ed ecco che avrete preparato il vostro scrub 😀 Potete usare qualsiasi olio! Otterrete un effetto delicato e allo stesso tempo nutriente; lo zucchero si scioglierà sulla pelle man mano che lo massaggerete. Lo scrub non solo rende la pelle esteticamente più omogenea eliminando le cellule morte, ma vi rivitalizzerà rendendo più efficienti i processi di traspirazione cutanea. Non avrete bisogno di cospargervi di creme poichè l’olio vi idraterà alla perfezione; se vi infastidisce la sensazione dell’olio rimasto sulla pelle, sciacquatevi brevemente con un sapone naturale. Insomma, è una piacevole coccola da concedersi senza minacciare ambiente e portafoglio 😉 Ah, ricordate che non è consigliabile esporsi al sole subito dopo questo trattamento, poichè la pelle sarà lievemente privata del film idrolipidico e quindi della sua naturale protezione: lasciate passare qualche ora e poi non vi sarà nessun problema!

  1. mi hai lasciato senza parole G

    bless and love!

  2. Che bella idea! 🙂 🙂 🙂 Veloce, facile e dal risultato garantito 😉 !

  3. Grazie per l’idea!

  4. Interessante! Grazie.

  5. 🙂 Niente a che fare con gli interminabili INCI dei prodotti in commercio 😉

  6. Lo uso sempre anche io…divinamente ineguagliabile!!!Una mia amica estetista mi ha detto che se dopo averlo applicato ti incellophani tutta con la pellicola trasparente la pelle risulta moooolto più morbida!In effetti ha ragione…magari non sempre ma da provare!

  7. Ciao cara omonima 🙂 Sai che in passato ho provato la tecnica pellicola? Ma mi sono sentita troppo costretta e non ho più replicato (anche se sì: funziona!) XD!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti