Rocciata Umbra

Siccome la sezione “Umbria” è un po’ povera ho deciso di esordire con questa ricetta,che stranamente non ha avuto bisogno di essere veganizzata!
Della serie: Quando la tradizione ci viene incontro!

Premetto che non sarò molto precisa con le dosi perchè sono andata abbastanza a occhio (aiutata dalla nonna:)

Ingredienti per la pasta:
farina
acqua
olio evo

Ingredienti per il ripieno:
4 mele
una bustina di uvetta
una ciotolina di noci pulite e tritate
5-6 cucchiai di zucchero
1cucchiaio di cacao amaro

Procedimento per la pasta:
Riempire un bicchiere per 3/4 di acqua tiepida e per 1/4 di olio.
Disporre della farina a fontana e aggiungere lentamente i liquidi impastando.
Aggiungere farina fino a quando non si ottiene un composto compatto e omogeneo ma comunque abbastanza morbido.
Lasciar riposare coperto da una pentola calda per  15-20 minuti.

Procedimento per il ripieno:
Tagliare a dadini piccolissimi le mele e mischiarle con l’uvetta e le noci.Aggiungere lo zucchero e il cacao solamente un istante prima di farcire la pasta.

Procedimento:
Stendere la pasta dandole una forma rotonda,fino a che non diventerà quasi trasparente.
Dividere la pasta in due parti(una un po’ più grande dell’altra).
Stendere circa metà del ripeno nella parte più piccola,arrotolarla e poi ripiegarla su se stessa,formando una sorta di lumachina e disporla su una teglia oliata.
Fare lo stesso con la restante parte di pasta e ripieno questa volta avvolgendola intorno alla precedente
Infornare a 200° per un ora circa.
Una volta uscita dal forno decorare con alchermes.

P.s.
questa è solo la mia versione,ovviamente si può variare in mille modi (aggiungendo cannella,cioccolata,pinoli,frullando il ripieno..)

  1. Ciao Gaia e benvenuta tra gli chef di veganblog.it con la tua bellissima rocciata!!!
    🙂

    Reply
  2. Benvenutissima tra noi! 🙂

    Reply
  3. Benvenuta Gaia!!

    Reply
  4. Ciao Gaia!che bontà la tua ricetta!ben venuta!!!!

    Reply
  5. wow gaiè!!!!!!non me lo hai detto che t’eri iscritta!che meraviglia!
    la rocciata spacca!

    Reply
  6. Che buona! Benvenuta!

    Reply
  7. Ma lo sai che mi hai letta nel pensiero? era un dolce che volevo veganizzare! Grazie e benvenutissima! 😀

    Reply
  8. Ottima ricetta, devo però fare un appunto.
    Mi risulta che l’alchermes contenga cocciniglia (da cui il nome arabo).
    Per chi non lo sapesse la cocciniglia è un colorante ricavato dagli insetti.
    Ciao

    Reply
  9. bellissimo dolce , lo proverò!

    Reply
  10. Benvenuta, splendida roccia, golossissima 🙂

    Reply
  11. Ciao Elena,
    l’alchermes non contiene necessariamente cocciniglia.
    Solo se viene indicato con il codice “E120” tra gli ingredienti è cocciniglia. Anche io uso alchermis nella preparazione dei miei dolci ed ovviamente uso quello con il colorante non animale. Non è difficile trovarlo, solitamente negli scaffali dei supermercati ne hanno sempre più di un tipo…
    🙂

    Reply
  12. Perdonami, ogni tanto mi rimangono nella tastiera le lettere!!!! volevo ovviamente scrivere Rocciata, ancora benvenuta 🙂

    Reply
  13. Benvenuta Gaia, bellissima la ricetta di questo dolce! È sempre un piacere scoprire che anche nella cucina tradizionale ci sono dei piatti già vegani di per sè! 🙂

    Reply
  14. Benvenuta con questa specialità! 🙂

    Reply
  15. Cara Gaia, benveuta!
    Non conosco questo dolce, che mi sembra assomigli allo strudel? Confermi? come sapore è molto diverso? Penso di provarlo, mi piace soprattutto la dispozione a chiocciola 🙂
    Ciao e ancora benvenuta!!!

    Reply
  16. Ciao Gaia benvenutissima con questo bel dolce che non conoscevo con questo nome 😉

    Reply
  17. Benvenuta!
    Ma quand’è che la sezione Umbria si arricchirà della crescia di granoturco? Ce la fateeee????? :mrgreen:

    Reply
  18. Benvenutissima! Molto buona la tua ricetta. Meraviglia. 😉

    Reply
  19. Ciao Gaia e benvenuta anche a te. Bellissima questa torta..e deve essere anche tanto buona 😀

    Reply
  20. Benvenuta Gaia!!!! Questo tuo dolce d’esordio tra noi è stupendo!!!! Brava tu e brava la nonna!!! 😉 Di queste ricette tradizionali veganizzate non ce n’è mai abbastanza! Ottima!!! 🙂 W l’Umbria!

    Reply
  21. benvenuta Gaia! non conoscevo la rocciata, nonostante anche io abbia origini umbre, e sembra davvero gustosissima 🙂

    Reply
  22. Benvenutissima tra noi!!!!!!!!!! 🙂

    Reply
  23. ma è buonissima! e benvenuta!

    Reply
  24. benvenuta Gaia, non ho mai mangiato questo dolce tradizionale umbro, mi sembra davvero gustoso e l’ideale per queste giornate fredde!

    Reply
  25. Sembra delizioso!Benvenuta!

    Reply
  26. Benvenuta!! Non ho mai visto queso dolce, dev’essere buonissimo!!

    Reply
  27. è meravigliosa…peccato non poterne approfittare come un tempo!
    benvenuta! 🙂

    Reply
  28. Benvenuta! Che bella Perugia!

    Reply
  29. Benvenuta con questo dolce inconsueto… 🙂

    Reply
  30. WoW! bella ricetta benvenuta!

    Reply
  31. grazie a tutt* per l’accoglienza!
    @elena:controllerò meglio il colorante per l’alchermes 😉
    @robi:si è simila allo strudel ma è un po’ più “light”
    @Licia:non conosco la crescia di granoturco,probabilmente si fa in altre zone,mi voglio informare!

    Reply
  32. Ciao Gaia 😛 ti do il mio benvenuto con un pò di ritardo 🙁 (lo devo dare anche ad un altro paio di new-entry che però adesso mi sfuggono o_O)

    Complimenti per la ricetta e W l’Umbria 😉

    Reply
  33. bellissimo dolce che fa tanto Natale. Brava e benvenuta 🙂

    Reply
  34. Brava!
    Benvenuta!

    Reply
  35. Sono imperdonabile per il ritardo nel darti il benvenuto! A mia parziale discolpa posso dirti che il giorno che hai pubblicato la prima ricetta stavo preparando i bagagli…. Complimenti! Ti auguro buon natale gioioso e affettivo!

    Reply
  36. ah grazie a chi non ho ringraziato prima!li ho visti ora tutti insieme!

    Reply
  37. benvenuta nel blog!!! bellissima dolce e che colori!!! molto festaiolo! 😀

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti