Ravioli al vapore

Da un po’ mi frullava in testa l’idea dei ravioli al vapore ma, vuoi per pigrizia, vuoi per mancanza di tempo, non mi ero mai cimentata, limitandoli a mangiarli al ristorante cinese. E poi un giorno… Dunque, darvi le dosi esatte è cosa impossibile, dato che prima di ottenere un impasto “impastabile” 🙂 ho dovuto provare e riprovare (non sono una “sfoglina” provetta). Comunque ho fatto due tipi di impasto.hpim1637.jpg
Ingredienti primo impasto:
farina integrale
acqua
sale

Ingredienti secondo impasto:
farina di riso
acqua
sale

Ingredienti ripieno:
olio
porro
funghi
carote
sale

Procedimento:
Ho faticosamente tirato delle sfoglie sottili e intanto ho preparato il ripieno, facendo rosolare in un po’ di olio del porro, dei funghi e delle carotine a julienne. Ho salato e disposto il composto sui cerchi formati con le paste tirate. Ho richiuso alla bell’e meglio e ho disposto i ravioli sulla vaporiera, azionando l’apparecchio. Dopo 15′ erano pronti e, sorpresa, ottimi: mi sono meritata i complimentoni di Dany che, a dire il vero, li aveva guardati con un po’ di sospetto prima della cottura. Il sapore era davvero ottimo: i migliori erano quelli di farina di riso, anche se tirare la pasta è stata un’impresa. Io li ho accompagnati con salsa di soia, mentre Dany (che non la ama) li ha mangiati “in purezza”. Senz’altro da riproporre: sono ideali come primo piatto leggerissimo e diverso!

  1. Brava Francesca!
    Perch’è un’impresa fare la sfoglia sottile con la farina di riso?
    Spero di provare in settimana.

  2. Bravissima!finalmente li posso mangiare anch’io,in genere al ristorante cinese sono fatti con la farina di frumento quindi per me vietati,però mi piacciono tantissimo.Domani li preparerò sicuramente pranzo con la mia amica cinese quale occasione migliore!)

  3. MMM buoni! Io aggiungerei al ripieno dei funghi shitake e del cavolo cinese affettato sottile il tutto saltato in un cucchiaino di oilo di sesamo!

  4. E’ una vita che non vado al ristorante cinese e i ravioli al vapore mi piacevano tanto, li prendevo sempre come antipasto, quando ancora non facevo attenzione (troppa attenzione) a quanti carboidrati mandavo giù 🙁
    Sono proprio carini, come quelli originali! Brava Francesca, buona idea!

  5. Grandeeee!!!
    stupendiii!! li adoro al ristoranre cinese..prendo tofu e poi sempre i ravioli al vapore…buonisssimi!!!!
    mi ispirano un sacco..ieri ti sei proprio ispirata :-)))

  6. @Loira: con questa vai tranquiila in quanto a carboidrai….di farina ne basta poca, si tira una sfoglia sottile e quindi risultano davvero light…e poi i carboidrati fanno bene! io li ho evitati per anni anni, ma adesso non riuscirei a farne a meno….
    @Chiara: anche a me piacciono tanto, infatti ho voluto provare a farli…Dany mi ha regalato la vaporiera e da un po’ volevamo provare, ma ieri che avevo la mattinata libera mi sono lanciata e gli ho fatto una bella sorpresa!!!

  7. Ehi, mi hai preceduta…
    Anche io ho provato a fare ii mitici ravioli di verdure al vapore…

  8. Vale: voglio lo stesso la tua ricettuzza postata 🙂 daiiiiiiiiii…sicuramente sono più bellini dei miei

  9. Brava Franci, sono veramente belli !
    Ah Loira, ma allora non sono l’unica qui che sta lontana dai carbo come fossero quasi peste… Però, come dice anche Franci, qui di carbo “brutti cattivi” ce ne sono proprio pochini, quindi questa ricettuzza é veramente da provare !
    😉

  10. vedi con tutti i ravioli che ho fatto, non ho mai provato a cucinarli al vapore, devo provare….sei stata veramente brava….vedi che se ci prindi la mano con le farine tra un po’ ti tocca anche a te ordinare i sacchi da 5kg 🙂

  11. Appena rimedio le foto.
    Comunque no, non sono così bellini, questi hanno proprio la forma giusta, i miei…

    Vabbè, poi li vedrai.
    Ot: scusate se questo periodo partecipo poco, il ciclo non lascia scampo, e non solo per il fatto del dolore… Ma passerà, quindi aspettatemi, che tanto riotornerò.

  12. Su Vale coraggio! Ti aspettiamo con ansia! 🙂

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti