Polentine, 8-12 mesi

Vai con le farine!!!! In questa seconda ricetta vi voglio parlare di un metodo veloce per ottenere 4-5 pasti diversi in un solo colpo! 🙂 Eccovi un passato di verdura con polentina di miglio, un brodo filtrato di verdura (da usare in un secondo momento), delle verdure bollite e dei dadini di polenta di miglio da smangiucchiare con le mani! 🙂
Qui sotto il passato di verdure e la polentina a pezzetti, il quinto pasto! 🙂

Ingredienti:
brodo di verdura con verdure di stagione, magari aggiungetene alcune nuove: zucca, rapa, broccoli, verza ecc.
farina di miglio macinata al momento e se è possibile bio (io l’ho fatta macinare nel negozio dove l’ho comprata)
oppure farina di mais, di riso, di orzo ecc.
olio evo, un cucchiaino a crudo sulla minestra pronta
pochi pezzi di alghe iziki o dulse

Procedimento:
Preparate il vostro brodo di verdure in abbandante acqua, aggiungete ogni volta una verdura diversa o alternatele! Quando le verdure son pronte togliene la metà e filtrate il brodo con un colino. Qui sotto il brodo e la farina di miglio.

Nella pentola vi saranno rimaste le restanti verdure con la loro acqua, frullatele bene fino a renderle cremose.

A questo punto avrete del brodo filtrato, delle verdure cotte e una vellutata di verdure. Incredibile, no?! E in soli 15-20 minuti!!! 😉
Non vi resta che preparare la polentina di miglio usando il brodo filtrato o la vellutata di verdure. Alla mia Leda piacciono già i cibi sodi e consistenti, quindi alle verdure frullate aggiungo la farina facendola cuocere mescolando (con un cucchiano di legno, please!)per circa 5-6 minuti. 🙂  A piacere aggiungere poco olio evo e poche alghe. Vedrete che ottima polentina verde!!!

Mentre, se avete usato il brodo filtrato, potrete stendere la polentina ottenuta su di un tagliere e lasciarla raffreddare. Appena sarà fredda tagliatela a cubetti e servitela per un altro pasto, magari serale, con un pizzico di gomasio.

Tra l’altro i bimbi di questa età amano molto tocchicciare il cibo e non sopportano più il fatto di essere sempre imboccati, dunque: bavaglini grandi e viaaaaaaaaaaaaaa! 😉
Qui sotto i dadini di polentina (di mais e verdure) pronti per essere surgelati o conservati in frigorifero.

Aggiungo anche la versione con le alghe dulse, era la preferita di Leda:

Il Punto:
verso l’ottavo mese i nuovi alimenti da aggiungere al brodo di verdura saranno: l’olio evo, le farine molto digeribili: di riso, miglio, orzo e mais, il pane fatto in casa (meglio se di tipo toscano senza sale ottimo da sgranocchiare) e le alghe.
Altri cibi da inserire nel menù potrebbero essere: frutta secca in piccole dosi, biscotti senza zucchero home made… magari dolcificati con il succo d’uva o con il latte di riso! Pane e biscotti sono ottimi perchè il bambino li può mangiare da solo e danno sollievo alle gengive infiammate dalla dentizione…. 😉 Ricordo che presentare al bimbo le verdure (bollite o al vapore) in piccoli pezzi singoli e separati permettono la formazione del senso del gusto. Alle verdure sarà bene aggiungere di volta in volta qualche aroma: prezzemolo, ma anche poca cipolla o pochissimo aglio… sarà sorpreso e curioso di provare nuovi sapori! 🙂
A proposito di alghe riporto un testo da Promisland: “sono anche dette -legumi di mare- ottimi integratori di ferro e vitamina B12, importanti elementi quando si segue un regime alimentare vegano. Cotte nel brodo di verdure per almeno un’ora rilasciano preziose sostanze per la crescita del nostro bambino. Si impiegano alghe kombu in genere per minestre e brodi; mentre sottoforma di polvere sono indicate le alghe nori. Sono ottime anche per la cottura dei legumi, ne accorciano la cottura e li rendono più morbidi”.
Per quanto riguarda i legumi è meglio aspettare i 11-12 mesi e, per riniziare, potreste somministrarne uno-due cucchiai da minestra cotti a settimana.
Vorrei segnalarvi questi consigli, qui troverete buone dritte per uno svezzamento vegateriano-vegano e, sempre dalla stessa fonte, qui potrete seguire una buona tabella di introduzione degli alimenti che andrà ovviamente adattata ai tempi e ai gusti personali del vostro bimbo 😉
Non mi dilungherò troppo (se ci son domande proverò a rispondervi nei post sucessivi), vorrei però riportare un Menù Tipo da seguire nel periodo dei 9-10 mesi. Lo copio seguendo il testo che vi ho citato della Dott.ssa Valpiana “Alimentazione naturale del bambino”…. la mia fonte per quasi tutto quello che vi riporto in questi post sullo svezzamento.
Colazione: latte al seno o latte vegetale magari allungato dal brodo di cottura di cereali (200ml circa)
Spuntino del mattino: frutta di stagione,pane anche raffermo per la dentizione, succo o centrifuga di frutta o di verdura fresca.
Pranzo: minestra di verdura con cereale o farina.
Merenda pomeridiana: pasto al seno, latte o yogurt veg o, biscotto veg o frutta grattugiata.
Spuntino: mela cotta
Cena: purea di verdura o verdura cotta in pezzi, frutta secca (in un piattino lasciando scegliere al bimbo) e verdura cruda.
Grazie per l’incoraggiamento che mi avete dato, farò di tutto per continuare questa utile rubrichina! 😉 🙂
Vorrei salutarvi facendovi vedere in che posto meraviglioso ho festeggiato il mio 33° compleanno lo scorso week end. Vicino a Chironico… 25 case abbandonate… di cui solo alcune riattate, il paesino si chiama Ces. Vivere a lume di candela, senza wc moderni, senza molte comodità cittadine, in una grande casa tutta di legno con una stufa antica e meravigliosa (spendendo solo 13 franchi), dà una certa soddisfazione!!!! Ci ha cambiati così tanto che ancora penso con grande nostalgia a quei monti silenziosi e alle stelle tridimensionali che ho potuto ammirare nel cielo nero nero…. 🙂  Noi siamo andati in 21  (di cui ben 10 bambini dell’asilo steineriano di Diana)… gente quasi sconosciuta ma aperta, serena e sensibile!!! Evviva!!! Ve lo consiglio…. 😉

Prossimamente ve ne parlerò in un altro post! Ciao a tutti!!!!

  1. complimenti i tuoi suggerimenti sembrano fantastici per credere che anche i bimbi possono crescere benissimo vegan! Ma lo sai che le tue ricettine mi piaciono anche per i grandi? 😛

  2. e ci credo che ti piacciono, sono sanissime e semplici! 😉 A pranzo io mangio sempre queste cose insieme a Leda, siamo sole e non ho mai voglia di cucinare cose diverse per me…. alla sera invece mi diverto e cucino per tutti noi quattro! 🙂

  3. Congratulazioni per il compleanno e per le ricette. Sei preziosissima, i tuoi consigli mi aprono uno spiraglio di luce e di speranza. Mi sento molto sola perchè (a parte il mio compagno che accossente senza entusiasmo) ho tutti contro. Vorrei che mio fglio/a crescesse in un ambiente assolutamente cruelty free , al contatto con la natura, insomma, quasi “selvatico” e l’esperienza che hai fatto tu del tuffo nel passato mi affascina incredibilmente. Ma come fare senza nessun appoggio?

  4. Bellissime queste polentine… buone anche per i grandi!!!
    @Dida… se ti consola… un giorno ho accennato al mio boy, di un futuro bimbo… di crescerlo vegan… mi ha risposto di NO! (almeno il tuo acconsente) e che ci sarebbe chi lo o la farebbe mangiare come si deve (suocer…) e che quando avrà l’età per decidere deciderà… cruda risposta…

  5. ps… il suo discorso poi si è ammorbidito, dicendo che è giusto che conosca tutto il panorama alimentare. Però… non lascia molta via d’uscita… (scusa acquaviva se mi sono intromessa con un discorso a due…)

  6. Leonora: 🙁 E’ dura vero? fortunatamente, il mio boy durante la mia gravidanza si è ricreduto su molti stereotipi, perchè le mie analisi parlano chiaro: non tocco la carne ma il ferro è alto! Alla faccia di tutti gli ignoranti che mi intimavamo di mangiare carne di cavallo altrimenti sarei stata anemica! E anche tutto il resto va alla grande, ho preso 3 kg in 5 mesi, ho energia da vendere (pensa solo che ho fatto un trasloco!) e i valori sono tutti a posto. Diciamo che ha capito che l’importante è bilanciare la dieta e integrare variando il più possibile gli alimenti. Ma credo che lo spaventi se questi accorgimenti riguardino una creaturina di pochi mesi; allora forse teme che si facciano degli sbagli, ma per fortuna Veganblog è una fonte inesaurible di consigli!!!

  7. Dida: :)… ti avevo scritto un lungo messaggio… ma non me lo ha tenuto… uff… in breve… le mie analisi non erano belle invece (i valori erano tutti più che buoni eccetto il ferro, bassissimo, motivo per cui la mia dott.ssa mi aveva sconsigliato una dieta vegan)… io sono approdata a questo blog dopo le sue parole (e si sa che non ascolto mai le raccomandazioni 😉 proprio come una bambina cattiva 🙂 ) qui ho scoperto tutto un mondo nuovo di cose da mangiare, da cucinare (io che non ho mai cucinato un emerito tubo)… da produrre anche… e lo trovo affascinante! Ci sono piatti che ti fanno sentire felice di esistere!
    (Anche se in me sopravvive la fissa delle calorie, trip mentale indotto dalla ei fu mia migliore amica… ma se penso a tutti quegli energumeni da palestra che si mangiano 30 bianchi d’uovo al giorno per assumere proteine buone… mi sento molto normale… quasi banale).
    Comunque… bisogna continuare a camminare nonostante tutto!
    E tu sei una persona solare, lo si vede dai tuoi commenti, dai tuoi piatti e dalla tua simpatia! 😉

  8. ps… di sicuro sarai una brava mamma!!!!! 😀

  9. che brava mamma… 🙂 🙂 fortunata Leda!

  10. Veramente fortunate le tue bimbe! Un bacio a te, Diana e Leda!

  11. OHHH!! Posso venire a casa tua anche io a fare e mangiare pappe? A me i pappozzi piacciono sempre tanto! Quella polentina poi!!
    Che meraviglia di posto è quello del rifugio? Mi ispira.

  12. @Dida: coraggio, la vittoria è solo degli impavidi e dei forti! 😉
    Un aneddoto speciale per tutti: proprio lì vicino ho conosciuto tre ragazzi sui 35 anni con 2 bambini piccoli di 1 e 3 anni… loro vivono per tutto l’anno con pochissimo…da eremiti, quasi. Sono vegetariani per praticità e scelta, hanno 5 o 6 capre che lasciano libere e da loro prendono solo in necessario per sfamare i bimbi e per fare qualche chilo di formaggio all’anno. Hanno dei cavalli liberi che amano e curano. Vederli così diversi da me mi ha molto colpita e penso che solo con molta fatica accetterò lo stato attuale dell’essere umano e il suo degrado. Mi ha molto impressionata la libertà con la quale la mamma gestiva i suoi “cuccioli”, questi bimbi erano praticamente del colore della terra (dai vestiti alle scarpe, fatti da loro) ma avevano una speciale sicurezza e firezza nello sguardo che un adulto di città può raggiungere solo con anni di terapia o corsi di autostima! 🙂 Quindi sono sempre dell’idea che la via di mezzo è la giusta, però vorrei far riflettere tutti voi sul tipo di stimoli (e di alimentazione) che offriamo ai nostri piccoli…. per questo ho scelto di mandare la mia Diana in una scuola Steineriana: contatto con la natura, recupero dei 5 sensi, del sesto, giochi di fantasia, poca plastica e cibo assolutamente vegetariano e bio! Evviva!!!
    @Leonora: grazie!hai ragione, ognuno segua sempre la strada del proprio cuore.
    Titti: sei tu quella speciale! 🙂
    Eddy: se ti ispira vacci!!!! Nonn te ne pentirai!

  13. Leonora: tu come mamma puoi insistere almeno con tuo marito! 😉

  14. Bellissimi ricette. Brava.

  15. Post come sempre interessantissimo 🙂 grazie.
    Io ho abitato vicino a Chironico per diversi anni..praticamente per tutta l’infanzia fino ai 20 anni 🙂 comunque son tutti paesi molto carini 🙂

  16. Carissima, con l’ultima foto mi hai conquistato il cuore! quelli sono i posti che amo: le montagne, il verde, la natura, la semplicità. A volte dimentichiamo le cose importanti e per ricordarle un’esperienza del genere può servire davvero. Mi piacerebbe saperne qualcosa di più, ora guardo se trovo qualcosa on line!

  17. Adoro le cose che si smangiucchiano con le mani 😆

    Grandissima Claudia 😉

  18. @Veganswiss, ma dai?! Che bei posti… e che fortuna crescere nel verde!!! Ma ora dove vivi, non ricordo…
    @Loira, se guardi bene nella ricetta c’è il link per Ces. Cercalo perchè come dici anche tu ne vale davvero la pena ritrovare la semplicità perduta! 😉
    @Nellino: sei un bambinone anche tu come me allora?! 🙂 🙂

  19. mi sa che la polentina dev’essere buonissima anche per gli adulti;)sto iniziando a citarti a delle mamme ormai..continua cosi..i tuoi sono davvero ottimi consigli:)

  20. Auguroni Claudia!!! Bellissimi i monti di Chironico, un’esperienza davvero speciale per festeggiare il tuo compleanno! 😀
    …il passato di verdura con polentina di miglio mi sà che me lo preparo proprio ora per me, ho preso un brutto raffreddora ed ho proprio voglia di un cibo morbido, caldo, avvolgente! 😛

  21. @Elis, brava! Diffondi e condividi la nostra esperienza, brava e grazie!
    @Mignao: grazie!!! Il miglio ti farà benissimo! Per me quello è stato davvero il compleanno più bello di sempre! ciao ciao

  22. Vicino a Rivera 🙂

    Ora mi stampo questa rubrica perchè è molto interessante e mi sarà molto utile, Simone ora ha 9 mesi 🙂
    Grazie

  23. @VegaSwiss: direi che è perfetto per Simone questo menù! Rivera? Ora la cerco!

  24. ma dai! Siamo vicine! 🙂

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti