Perlax sensitive

Non ci crederete, ma era da tanto che cercavo un dentifricio VEGANOK e…non lo trovavo!! Mi è venuta in aiuto la ricchissima VeganOkBox avuta in dono dallo staff (fra l’altro c’erano ben due confezioni!!).

La confezione ha attirato subito la mia attenzione per diversi motivi. Fatta di cartoncino, quindi riciclabile, dichiara “azione delicata con antibatterico”. Le caratteristiche principali che cerco in un dentifricio: che faccia il suo lavoro senza aggredire e corrodere i denti!! In più dichiara “sollievo immediato e duraturo” e “dentifricio in gel naturale”.
Prodotto da MIL MIL 76, un’azienda con oltre 35 anni di esperienza nel settore della cosmesi e del personal care.  https://www.veganok.com/it/company/mil-mil/
Nella pagina web dichiarano che si tratta di un dentifricio in gel contenente estratti vegetali di piante officinali che, grazie alla loro azione lenitiva e rinfrescante, aiutano a donare sollievo immediato e duraturo a denti e gengive. Formulazione senza fluoro, dentifricio adatto a tutta la famiglia.
La confezione è ricchissima di informazioni, anche in inglese.

Il verde conferma la naturalità del prodotto e la freschezza e l’argento con il bianco suggeriscono l’idea che si tratti di un prodotto usato e prodotto da professionisti. In bella evidenza il marchio “VEGANOK”. Pare anche contenga stevia. In questo lato si vede il numero dell’azienda 0154, il sito internet, il produttore e il sito internet, l’indicazione preziosa che precisa che, una volta aperto va consumato entro 12 mesi. Si vede anche il quantitativo 75 ml. A sinistra dichiarano che è stato formulato senza fluoro, adatto a tutta la famiglia; per i bimbi fino a 6 anni raccomandano di usarne una piccola dose e sotto la supervisione di un adulto.
E’ anche ben leggibile la lista degli ingredienti. Non essendo medico o ricercatore o chimico, mi sono limitata a fare una ricerca in internet per scoprire se gli ingredienti siano nocivi o meno. Un sito interessante è il biodizionario http://www.biodizionario.it/biodizio.php Il primo “Hydrogenated starch hydrolysate” mi lascia un pochino perplessa, prima di tutto perchè essendo il primo della lista è quello presente in maggior quantità… da ricerche ho scoperto che si tratta di zucchero prodotto da amidi (maggiormente da mais): l‘amido viene dapprima idrolizzato in glucosio, e quindi idrogenato sotto pressione e temperatura in alcol di zucchero, di solito ha una proporzione elevata di sorbitolo e maltitolo. Serve fra l’altro per umettare il prodotto.
Dopo l’aqua si trova come terzo ingrediente l’
hydrated silica, che viene principalmente utilizzato come agente abrasivo della superficie dentale. Gli ingredienti a seguire: sodium myristol sarcosinate, sodium methyl cocoyl taurate pariono essere tensioattivi. A questo punto, direi finalmente troviamo gli ingredienti più “normali” e meno sospetti a mio modesto avviso: succo delle foglie di aloe barbadensis (che fra l’altro è meno potente dell’aloe alborescens dalla quale estraggo il gel per auto produrre un preparato per rafforzare le difesi immunitarie). C ‘è il poi il mentolo, e a seguire ammonium glycyrrhizate, un additivo biologico, segue il rebaudioside a che è un composto presente nelle foglie della pianta Stevia rebaudiana. Seguono in fine estratto di menta verde, estratto di camomilla, estratto di radice di echinacea angustifolia, estratto di semi di ippocastano, aromi, sodium benzoate e potassium sorbate (conservanti) sembrano innocui e per finire CI 75810 un colorante che non è proprio sano…

Resto un po’ delusa, lo ammetto. Speravo gli ingredienti fossero più semplici…non dico “naturali” perchè tutto esiste in natura a mio parere, ma vorrei che i prodotti avessero davvero genuinità e semplicità. Mia nonna mi diceva che per avere la bocca fresca e bel sorriso bisogna strofinare le foglie di salvia e usare saltuariamente bicarbonato…ora non vorrei arrivare a questo, ma…qualcosa di meno artificioso sì.
Girando la confezione ci si rassicura leggendo il bene degli ingredienti quali lo xilitolo, che aiuta a prevenire la carie, l’aloe barbadensis che possiede attività rigeneranti, antinfiammatoria, lenitiva , batteriostatica e idratante, l’estratto di menta virdis/mentolo che rinfresca l’alito, l’estratto di camomilla che lenisce le infiammazioni gengivali, l’estratto di echinacea e l’estratto di ippocastano che servono in caso di gengive arrossate, infiammate, e, in fine, l’estratto di stevia che è un piacevole dolcificante naturale.

Dichiarano, inoltre, che la formula del dentifricio è priva di fluoro, SLS,SLES, – sodium lauryl sulfate (SLS) e il sodium laureth sulfate (SLES)che sono sono tensioattivi – PEG, saccarina, parabeni e il 99% di materie di origine naturale. Secondo me il 99% di origine naturale non significa molto…tutto a mio modestissimo avviso si trova in natura…anche e non per forza benefici per l’uomo o animale o vegetale…le stesse informazioni le troviamo sul lato opposto, in inglese

Per rassicurare il consumatore, e visto che è di moda, ecco comparire anche in questo lato (vedi sotto) la presenza di stevia naturale.

Nell’altro, il codice a barre

Con un po’ di perplessità mi accingo a testare il prodotto. Svitando facilmente il tappo in plastica, si trova il sigillo argentato a garanzia di prodotto ben conservato e protetto. Questo lo apprezzo molto perchè temo sempre che qualcuno possa aprire la confezione e provare il prodotto per poi rimettere sullo scaffale senza fare l’acquisto.

Il tubetto, di plastica morbida e ben liscia, da una bella sensazione in mano e ripete quasi tutto quello che è scritto sulla confezione in cartoncino. Anche questo ottimo perchè, non so voi, ma io poi elimino l’imballaggio esterno!! Peccato sia un po’ poco leggibile il tutto…ma a questo punto, credo, poco importa, in fondo le informazioni che volevo prima dell’acquisto le avevo già avute!!

Tolta la pellicola di protezione annuso per sentire il profumo, molto buono, si sente la menta ed è davvero delicato. A me piace.

Estraggo il gel e lo metto sullo spazzolino. E’ di un verde trasparente e d esce facilmente premendo dal fondo il tubetto.

Ecco un’immagine più da vicino

Il dentifricio non impasta la bocca e lascia una piacevole sensazione di freschezza. Non lega i denti ed è davvero tutto quello che era stato dichiarato dal produttore. Il giudizio globale direi è abbastanza positivo, anche se, avrei preferito leggere fra i primi ingredienti quelli di cui si parla e si reclamizza con enfasi su tutti i lati della confezione.
https://www.veganok.com/it/product/perlax-dentifricio-fresh-ice-gel-75ml/

  1. Ciao Terri, cambiamola la testina di quello spazzolino… Mi sembra un po’ troppo usata 🙂

  2. Sauro…come darti torto? 🙂 🙂 Ti è piaciuto quello che ho scritto?

  3. Ciao Terri,
    mi è piaciuto MOLTO… Anzi, approfitto di questa occasione per ringraziare TUTTI i tester di VeganBlog per lo straordinario lavoro che stanno facendo… Qui su VeganBlog.it stiamo dando voce ai consumatori veri (non quelli pagati dalle aziende per scrivere commenti entusiastici!!!).
    I test già pubblicati trasmettono entusiasmo da vendere unitamente a stima per le aziende che hannodeciso di certificare VEGANOK i propri prodotti sostenendo così il cambiamento e tutto l’operato etico di VEGANOK Network…
    Grazie a tutte… Siete bravissime… siamo bravissimi… Siamo il futuro!
    🙂

  4. T hai realizzato una recensione splendida

    ho provato anche io il dentifricio in questione con i tuoi stessi sentimenti iniziali-opinioni finali

    bless and love!

  5. Grazie Sauro!! Mi fa molto piacere 🙂 🙂 anche perchè in questo “articolo” ho fatto parecchie ricerche per approfondire un tema a me caro…in fondo il dentifricio è qualcosa che usiamo veramente spesso senza renderci conto che pur non assumendolo completamente è una costante più che quotidiana!! Grazie a te, Sauro, fonte di stimolo e ricchezza di articoli 🙂 🙂
    Grazie Luca!! Mi piace molto come approfondisci i temi. Sei sempre più che competente e completo nelle descrizioni. Non ti sfugge niente!! 🙂 🙂

  6. Io vi adoro tutti 😍. Confermo la qualità di questo dentifricio ho avuto modo di provarlo anch”io.

  7. Ah che bello anche il perlax è vegan ok!!!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti