Pastine di mandorla


Dolcetto tipico siciliano solitamente guarnito anche con ciliegine candite o una mandorla intera al centro. Sono biscotti molto morbidi, senza lievito e senza glutine adatti quindi anche per le persone celiache o intolleranti o semplicemente che vogliono limitarne l’uso.

Ingredienti (per 6 biscotti)
100 gr di farina di mandorle bianche
15 gr di fecola di patate / amido di mais
50 gr di zucchero a velo
40 gr di latte di soia aromatizzato (vaniglia o agave)
1 stecca di vaniglia / estratto
buccia di arancia

Ingredienti per decorare:
mandorle a filetti
ciliegine candite
mandorle intere

Procedimento:
Se non avete la farina di mandorle preparatela nel seguente modo: mettete mezz’ora in congelatore le mandorle intere e quando saranno ben dure frullatele in un robot molto potente fino a ridurle in polvere sottilissima. Non verrà mai come la classica farina di frumento ma rimarranno sempre dei piccoli grumi ma è normale perchè anche quella industriale è così. Dopo aver fatto ciò mettiamo la farina in una ciotola insieme alla fecola, alla buccia di arancia, la vaniglia e lo zucchero. Cominciamo ad aggiungere il latte di soia fino ad avere un composto malleabile ma molto morbido. Per questo motivo andrà fatto riposare in frigorifero almeno un’ora. Ecco come risulterà dopo il raffreddamento:

A questo punto armatevi di santa pazienza e bagnandovi le mani con qualche goccia di acqua preparate delle palline di impasto e ponetele su carta da forno appiattendole un pò per formare dei piccoli dischi. Spolveriamoli con le mandorle a filetti nel mio caso o poniamo al centro la mandorla intera formando un buchetto al centro in modo che i lati si alzino.
Inforniamo i biscotti in forno a 180 gradi per 15-20 minuti a seconda della potenza del nostro elettrodomestico. Lasciate raffreddare su una gratella fuori dal forno e cospargeteli di zucchero a velo.

Note:
Questi biscotti sono il massimo presi subito dopo il caffè o come diciamo noi, “pucciati” nel vin-santo!

  1. Mamma Pepo, ma sono divini.. Ed immagino che bontà!!! Davvero belli e squisiti!!
    Ottima ricetta, grazie per averla condivisa con noi!
    Ti stringo forte
    Mimì

    Reply
  2. Pepo sono bellissimi, li farò per mia nipote celiaca. E’ piccola, non so se le piaceranno ma ci provo…male che va le mangiamo noi con enorme dispiacere 🙂

    Reply
  3. @ mimi grazie!!! come procede….??
    @ tati … dispiacere enorme!!!

    Reply
  4. complimenti sono davvero belli e chissà che buoni 😉

    Reply
  5. posso adottarti come cuoco???:)

    Reply
  6. Procede alla grande, guarda anche la mia ultima ricettina.. Sto bene caro, grazie anche a te 😛

    Reply
  7. ho appena ricevuto in dono un sacchettone di mandorle provenienti dalla tua terra…sono piccoline rispetto a quelle che compro abitualmente ma al contempo profumatissime. è sicuro che le testerò (previa sbucciatura) con questa ricetta, grazie ^__^

    Reply
  8. bellissimi e buonissimi!!!! 😀

    Reply
  9. @ kikka999 grazie mille!!!
    @ monica… se mi trovi una compagna carina si!
    @ mimi… eheh meno male!! chiama il coach che pensa che sei morta!!!
    @ marta si in effetti sono un po diverse ma saporitissime!

    Reply
  10. …sembrano usciti direttamente da una pasticceria! 😉 Sono una favola! Salvo subito la ricetta per quando avrò a disposizione tutti gli ingredienti. 🙂 Grazie e complimenti!

    Reply
  11. ricamatricedionde 16 Dicembre 2010, 13:08

    Caspita Pepo, non perdi un colpo eh 😉 ihih
    Io cercherei un cuoco, in effetti, ma sei troppo distante, mi sa.
    Sono marzapanesche queste dolcezze?

    Reply
  12. @ mignao… ehehhe!!! si trovano facilmente e facili da fare!!!
    @ ricamatricedionde.. il marzapane credo si faccia con il panetto ma non ne sono sicuro anche perchè non mi e mai piaciuto in quanto mi sembra eccessivamente dolce e mi da il discusto dopo un morso!

    Reply
  13. Davvero molto molto belli e sicuramente buoni 🙂
    Ps: per farina di mandorle bianche cosa intendi? Mandorle sbucciate? La posso fare io frullando le mandorle giusto? Oddio quante domande 😛

    Reply
  14. Stupendi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! 😛

    Reply
  15. @ chicca66.. la farina di mandorle bianche non è altro che mandorle bianche (quindi senza pelle e non tostate) frullate alla massima potenza o se hai la possibilità ( come ho fatto io perchè è piu comodo e costa di meno) comprala direttamente già pronta anche su tibiona c’è.
    @ gemma86 grazie mille !

    Reply
  16. che delizia

    Reply
  17. disgraziato…io volevo stare leggera prima delle feste e tu mi fai vedere i dolci alle mandorle….mi fanno impazzire, mi piacciono tantissimo!!!!! (e ti sono venuti benissimooooooo!)
    mamma mia che voglia…..

    Reply
  18. Mmmmmmmmmmmmh, deliziosissimi !!!

    Reply
  19. Questi non mi sfuggiranno. AMO tutti i dolci alla mandorla e anche il panetto lo sbafo senza disgusto nè !
    Complimentissimi li riproduco domani (mi manca la vaniglia) ma con la ciliegia candita sù !

    Reply
  20. @ loretta grazie mille!!
    @ xuxa … idem!!!
    @ ambrosia… eheheh ma dai qualche filo di pasta in meno e una pastina col caffè!!!
    @ elettra.. gracias!!
    @ Gazupp… sono gusti io per esempio il panetto non riesco a mangiarne nemmno un pezzetto queste me ne potrei mangiare pure una decina!!! poi facci vedere come vengonio!!

    Reply
  21. Ogni volta che vado in Sicilia compro i dolcetti alle mandorle, credevo fosse molto più complicato farli, grazie mille della ricetta! E anche della dritta per polverizzare le mandorle dopo averle lasciate nel congelatore, giusto! Ma da sola non ci sarei mai arrivata… Una domanda: ho dei fantastici pistacchi presi a Bronte, secondo te potrei sostituirli alle mandorle per fare anche dei dolcetti di pistacchio?

    Reply
  22. @ maria… guarda la pasticceria dove le comprano i miei li fanno pure al pistacchio sicuramente perche il dentro è verde… io credo che sia la stessa cosa e lo stesso procedimento perchè comunque si trattaa sempre di frutta secca.. magari forse non metterei altri aromi perche gia i pistacchi sono belli saporiti di loro

    Reply
  23. grazie mille. proverò e ti farò sapere

    Reply
  24. Uau,che delizia!!!Proverò a sostituire lo zucchero con lo sciroppo di riso.

    Reply
  25. @ Nello… eheh sisi!!!
    @ milly76… sai cosa è però che lo zucchero da un minimo di consistenza al composto però puoi provare!!
    @ Pippi.. no ti prego che poi ti ho sulla coscienza!!!

    Reply
  26. Anche a te faccio tanti auguri di nuova vita! (Mimì mi tiene informata sulle ultime vicissitudini del blog, anche se non ho il tempo di soffermarmi qui in questo periodo!)
    😉

    Reply
  27. @ Marigrazia… eheh Mimi sa proprio tutto della mia vita!!!

    Reply
  28. @ Tutti…. Mi rende molto contento il fatto che le mie ricette sono sempre molto apprezzate e tanto commentate!!! vi voglio bene!

    Reply
  29. Piccole opere d’arte!

    Reply
  30. @ Titti… che dici me le espongono al Louvre assieme alla gioconda!

    Reply
  31. Ottime, annaffiate con moscato di Pantellaria. Saluti dalla Sardegna.

    Reply
  32. Buonissimi!!! li ho fatti oggi,ottimi anche da servire agli ospiti con un buon caffè!! Bravissimo Pepo 😉

    Reply
  33. @ davide… grazie mille.. io ti saluto dal piemonte ora invece!!
    @ iLE… EH SI FANNo sempre furore!

    Reply
  34. Avevo voglia di ricordi di vacanza degli anni addietro e cercando per Sicilia ecco qualcosa che mi ha momentaneamente riportato là col cuore (Lampedusa) : li voglio fare il prima possibile!!!!

    Reply
  35. Vado matta per i dolci con le mandorle. Una sola domanda: se uso il latte di riso (che è quello che preferisco fra i latti vegetali)?

    Reply
  36. Pepo88, ho fatto oggi queste splendide pastine di mandorla…sono rimasta più che soddisfatta dal risultato!! Una vera cannonata!! Non sai da quanto cercavo questa ricetta 😀 Grazie di cuore!! 😀

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti