Pastiera con grano caramellato  

La pastiera napoletana ha varie versioni, ognuno dice di avere la “vera” ricetta, in realtà ognuno la cucina a gusto proprio. Molto spesso il grano non viene caramellato, ma viene messo assieme alla crema per farlo diventare un tutt’uno col ripieno. Personalmente ho sempre preferito la versione nella quale potevo sentire sotto i denti i chicchi di grano caramellati, per cui vi propongo questa versione.pastiera cotta
Ingredienti per la pasta:
200 g di farina manitoba
150 g di farina di riso
150 ml di latte di soia
100 g di zucchero
50 g di margarina autoprodotta
8 g di lievito
scorza di 1 limone grattugiato
1 pizzico di sale

Ingredienti per il grano caramellato:
500 g circa di grano cotto
100 g di zucchero

Ingredienti per la crema:
2 cucchiai abbondanti di fecola di patate
1 cucchiaio di curcuma
2 cucchiai di limoncello
100 g di zucchero
250 ml di latte di soia

Ingredienti per il ripieno:
150 g di tofu
aroma di cannella
aroma ai fiori di arancio
100 g di zucchero
40-50 g di canditi misti

Procedimento:
Prendere le 2 farine e disporle su una spianatoia a fontana, aggiungere la margarina e cominciare ad impastare. Aggiungere lo zucchero e versare a filo il latte impastando con una mano. Quando l’impasto inizierà a prendere consistenza aggiungere il lievito, la scorza di limone e 1 pizzico di sale. Continuare ad impastare fin quando il composto non risulterà liscio e compatto. Avvolgere il tutto con una pellicola e lasciare in frigorifero a riposare.a
Sgocciolare una confezione di circa 500 g (a peso netto) di grano, versarlo in un pentolino con 100 g di zucchero e caramellare a fuoco basso. Quando inizierà ad imbrunire e a rapprendersi il composto, spegnere e lasciare raffreddare.
b
Mettere in un pentolino la fecola di patate, aggiungere piano piano il latte e sciogliere la fecola evitando che si facciano grumi, aggiungere tutto il resto del latte ed accendere a fuoco basso, mentre si mescola per evitare che si attacchi e si formino grumi, ed aggiungere lo zucchero. Mentre si continua a mescolare aggiungere il limoncello e la curcuma per dare sapore e colore alla crema. Quando si sarà rappresa, spegnere e lasciare raffreddare. Prendere il panetto di tofu, l’aroma di cannella, fiori d’arancio e zucchero e frullare il tutto con un mixer. In una tortiera con cerniera foderare il fondo con carta da forno, prendere la pasta frolla dal frigo, stenderla con un mattarello fino ad uno spessore di 4-5 mm e metterla nel ruoto, avendo cura di lasciarne una parte per fare le striscioline da porre sopra la pastiera. Una volta posta nel ruoto tenere i bordi alti per 4-5 cm. Prendere il grano caramellato, la crema pasticcera, la crema di tofu ed i canditi, mischiarli tutti insieme e versare il composto nel ruoto, facendo attenzione a non superare i bordi. Una volta versato il composto, fare delle striscioline con una rotellina seghettata a zig zag e porle sulla pastiera, spennellandole con un po’ di latte di soia. Infornare in forno preriscaldato e ventilato a 180° per 50 minuti. Una volta passato il tempo di cottura, lasciare la pastiera all’interno del forno!fetta pastiera
P.S.:
Quando la pastiera si sarà freddata potrete spolverare a piacere dello zucchero a velo.

  1. felice Pasqua a te M, splendida!

    bless and big love!

  2. Mi inchino davanti a questa visione. Mai assaggiata la versione caramellata. Mi sa che la prossima sarà proprio questa. Buona Pasqua anche a te M

  3. Che brava Mela! Davvero una bella pastiera!

  4. Ottima la tua versione di pastiera… 🙂 !
    Chissà che buona col grano caramellato 😉 !
    Buona Pasqua Mela 🙂 !

  5. Grazie amici! Auguri anche a voi!!! <3

  6. Ho comprato tutti gli ingredienti necessari e volevo fare una sorpresa per il ritorno delle mie coinquiline, dici che vado sul sicuro facendo caramellare il grano? Vorrei sentissero la gioia campana!

  7. Mela l’aspetto è stupendo e non dubito assolutamente sul gusto. Brava brava!!!! Lo sai, anche io l’ho fatta per Pasqua ma non la pubblicherò perchè ho fatto alcuni passaggi complicati perchè la volevo fare così…e sono super-felice del risultato anche perchè è una torta che adoro davvero! Ma nel futuro proverò altre versioni e questa caramellizzata WOW!!!!!!! Buona Pasqua!!! 😀

  8. Stefania dipende sempre dal gusto. Ti ripeto, a me piace sentire i chicchi del grano sotto i denti! :p

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti