Pancake quasi all’americana

Ormai non ci speravo più! Ho provato circa 4 ricette per pancake che si sono rivelate un disastro totale, in alcuni casi non c’era nemmeno la possibilità di girare le fritelle sulla piastra… mah… Ieri invece mi è stato regalato un bel libro, con molte ricette valide e questa mi ha senz’altro colpito. Già dopo la lettura della ricetta si intuisce che finalmente avrò i miei amati pancake nel piatto!blog
Ingredienti:
2 tazze di farina 0
1 cucchiaio colmo di farina di soia
2 cucchiaini di lievito per dolci
2-4 cucchiai di zucchero di canna (secondo i gusti)
vaniglia
1 pizzico di curcuma
1/2 cucchiaiono di bicarbonato
2 tazze di latte di soia
1 pizzico di sale
olio (o burro vegetale) per ungere la piastra

Procedimento:
Mescolate bene gli ingredienti secchi e aggiungete il latte di soia. Viene una pastella densa. Per renderla liscia, senza grumi, passatela attraverso un colapasta a maglie fitte. Lasciate riposare 10 munuti, riscaldate la piastra, ungetela leggermente con olio o burro vegetale e cuocete i pancake rigirandoli appena si creano i tipici buchi o bolle nel’impasto. Condite a piacera. Io ho usato topping al cacao, banana e sciroppo di acero. Una delizia veg!!!blogveg

  1. VEruska, meno male che hai fatto tu,gli esperimenti! E a noi resta solo la delizia di poterli fare subito e in modo semplice…con risultato sicuro!! 😀 grazie

  2. Terri davvero,ho provato con le farine più strane e integrali,semi di lino macinati,acqua bollente..invece eccola qua,semplice. Mio figlio ne ha divorate tante e pensare che lui è mooolto scettico e criticone.Con lo sciroppo d’acero,banana e ciocolato è una bomba!

  3. Ma come fa a criticare? Con una superchef come te!! Tutte le tue creazioni sono magnifiche!! 😀 mi adotti? 😉

  4. Ah mio figlio è supercritico! Terri adottata!

  5. pancoccole per il figlio brontolone

    bless and love!

  6. Sì, ma ne ha mangiati molti e mi ha chiesto quando ho intenzione di rifarli. Quindi colazione di domenica sarà con questi.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti