Lunchbox #4

Finalmente è arrivato! 🙂

Sto parlando del mio bento, arrivato fresco fresco dal Giappone (e transitato per vari paesi).

L’ho acquistato su un sito segnalato da una di voi, non ricordo ne chi lo ha segnalato ne  in quale post; l’autrice del preziosissimo consiglio spero vorrà perdonarmi. 🙁

Perciò, con questo, comincia la serie dei pasti che ho preparato appositamente per il mio bento e ho portato in ufficio per la pausa pranzo.
Diciamo subito che nel bento DEVE esserci il riso e quindi mi sono lasciato guidare dalla tradizione, dalle cose che avevo in casa (poche) e dal tempo che avevo a disposizione per preparare il bento (ancora meno).
Come potete vedere dalla foto, nei due ripiani del mio bento ho messo:

  • nel primo ripiano: riso gladio bollito semplicemente in acqua salata;
  • nel secondo: pomodori lunghi a fette (conditi solo con sale al momento del consumo).

Il contenitore che vedete nella foto con il tappo fatto a macchinina è il portaspezie della serie Tomica che ho acquistato insieme al bento. In questo caso l’ho utilizzato come portasale.
Oltre a questo avevo una banana.
Questo è stato il mio pranzo: semplice (semplicissimo direi!) e leggero.
Presto posterò altre variazioni sul tema (della serie… riso e verdure).

In realtà non è una vera e propria ricetta ma soprattutto una scusa per farvi vedere il mio bento e allora… eccovi una serie di foto che lo ritraggono in varie “pose” (è appena arrivato ed è già molto vanitoso!). 😀

Ha il suo sacchetto, due scomparti capienti e l’elastico.

Ovviamente ha già preso servizio e mi ha già accompagnato a Roma e in ufficio, prossimamente verrà al mare e mi accompagnerà nelle scampagnate (visto che, dopo lunga attesa, l’estate sembra essersi decisa ad arrivare).
Cosa ne dite? Vi piace?

Chiudo il servizio fotografico presentandovelo tutto aperto.

  1. Wow è davvero bellissimo il tuo bento!!! Ha fatto un lungo viaggio, ma vista la soddisfazione di poterlo utilizzare, direi, SEMPRE, ne è valsa davvero la pena 😉
    ps: Forse la consigliatrice di bento è stata la nostra cara Pizza Pie 😉

  2. Stavo pensando a Teo chissà se se lo porterebbe a scuola? Mi piacerebbe regargliene uno per non avere i soliti panini 🙁 Visto poi che la scuola si è allungata di un anno (si spera solo uno ) 🙁
    Ps: non ho mai sentito nominare il riso gladio, mi dai qualche info in più, i chicci hanno un bellissimo aspetto 🙂
    Ciao Francesco un abbraccio anche a Carla 😛

  3. Ma che bello!!

  4. Anchio ho fatto una bento oggi! con il riso al limone a forma di micetto e i wrustel di tofu a forma di pesciolini..è proprio divertende…la mia è una bento in acciaio a due piani..la tua sembra più comoda 😛

  5. mhhhhhhhh.. di che materiale è fatto?

  6. Molto professionale direi… ottimo acquisto!!

  7. Eccolo, finalmente, che bello !!! 😉
    Bravissimo Francesco, il suggerimento mi sembra che fosse di Tine, forse ?

  8. Dal Giappone ne ho portati ben 6 ma non so mai cosa metterci dentro… 🙁 🙁 perchè con la moto non posso trasportare cibi che si sbatacchiano (quando faccio le pieghe….Eh eh eh 😆

  9. Uh, so che Elettra ne aveva consigliati anche a me ma..ho perso il link, che vergogna 😳 se ti va postalo, visto che mi sembri soddisfatto 😀
    @LaSarda: il tuo da dove viene? Sarebbe interessante proporre un gruppo d’acquisto.
    Per ora il bento di Giuliano sono tupperware acquistati all’ikea e vecchie scatole di gelato :-d Però fan la loro funzione 😛

  10. Bellissimo, l’acquisterò anch’io appena possibile visto che mi capita spesso di pranzare fuori casa.

  11. Bellissimo bento 🙂 Mi fai venire voglia di comprarmene un altro (a parte gli scherzi, il mio non tiene più tanto :p )

  12. Grazie a tutte!
    @ Chicca: secondo me Teo è contento, ce ne sono anche tutti neri con ideogrammi molto carini (ad es: http://casabento.com/cart/index.php?main_page=product_info&cPath=1_19&products_id=298)
    @ La Sarda: ma tu sei una professionista, io il riso lo “piallo” nel bento (anche perché faccio prima e ce ne sta di più). 🙂
    @ Momo: è di plastica molto robusta (potrebbe essere ABS ma non ne sono sicuro), i due coperchi sono di plastica più morbida; comunque va sia in lavastoviglie che nel microonde (anche se io non ho né l’una né l’altro).
    @ Titti: anche io li porto in moto, non li metto nel bauletto ma nello zainetto che tengo sulle spalle ma io, come vedi dalla foto del mio profilo, ho una moto molto tranquilla (Transalp) che guido in maniera ancora più tranquilla (diciamo che non ho il problema di consumare le “saponette”). 😀
    @ neofrieda79: il mio l’ho preso qui: http://casabento.com/cart/
    Ci sono tanti altri siti ma questo (consigliatomi su questo blog) mi sembra uno dei meno cari e comunque veloci e precisi con la spedizione.
    Anch’io prima usavo i contenitori di plastica per alimenti o le vaschette del gelato e, a volte, continuo ad usarli, sono molto comodi. 🙂

  13. Uh si quello con l’ideogramma è molto bello, ne ho preso uno di quella serie per il mio ragazzo… Inoltre è anche ben fatto, nel senso che il coperchio interno tiene bene anche le cose un pochino più liquide.

    @Titti: secondo me se lo riempi bene il problema non è che la roba sbatacchi dentro, ma chiuderlo!! Sono fatti apposta per portare il cibo in quantità giusta per il pranzo, e quindi se non li riempi completamente rischi di fare la fame. Però se non è proprio stabile è utile che chiuda bene, per evitare fuoriuscite.

  14. Bentoooooooo! E’ bellissima la tua bento! Fa’ parte della serie che sono tipo che tutte colorate, che ognuno si sceglie il colore che vuole e poi si fa’ a gara che ne ha di più o chi ha la più bella no?
    Scherzo! Anche perché la più bella ce l’hai tu! 🙂
    Hai fatto bene a presentarcela anche con questi alimenti semplici, a volte ci scervelliamo per pensare cosa metterci dentro e le cose più sane sono le più ovvie! Sicuramente meglio che mangiare una schifezza al bar. Vi porto un esempio: a metà giugno sono scesa in Italia viaggiando per la prima volta (e ultima) nel treno di notte, nel wagon-lit. Tutti a dirci: bene, così avete la carrozza ristorante anche! Siccome noi mangiamo vegano il più possibile porto sempre la bento (per queste occasioni quella formato famiglia!). E per fortuna! La carrozza del ristorante aveva avuto un problema meccanico e non l’hanno attaccata! Sono rimasti tutti a digiuno quelli che non si erano portati le pappe!
    Quindi VIVA LE BENTO! 🙂

  15. Bauletto????ORRORE!!!!! 😆 😆 😆
    Proverò, come dici tu, a metterlo nello zainetto! Lampeggi e ciao con la manina!! 😉

  16. @Lia: ne ho due con la chiusura ermetica. Proverò a mettere cibo solido e a trasportarlo nello zainetto, sperando di non fare uno scempio…. 🙂 🙂

  17. Anche io ho i bento boxes.. direttamente dal giappone! Li adoro 🙂

  18. evviva i bento!!!! il mio è a zena, ma me lo faccio portare la sett prox dalla suocera 🙂

  19. Sì ma scusa allora non è termico??!?!?!?!?

  20. Avete visto la mo:ben lunchbox? Quella che si attacca alla presa usb del pc per scaldare il pasto? E la Apple lunchbox?

  21. @ Chicca: scusami se prima ti avevo risposto solo parzialmente, il riso gladio è un riso italiano ottimo per le insalate di riso perché ha scarsa collosità; è un riso di varietà indica con forma del chicco lunga ed affusolata; a differenza del basmati o del thai aromatico non è un riso aromatico. Io me lo sono ritrovato prendendo una confezione commerciale di riso per insalate di riso, sono andato a vedere e ho scoperto che era riso gladio; secondo me è buono.
    @ Pizza: evvai!!! Viva il bento (che anche in quel caso ti ha salvato). 🙂
    P.S. bell’idea il bento usb. 😀
    @ Titti: 😀
    vedrai che non farai nessuno scempio (magari la prima volta mettici intorno un sacchetto di plastica, per sicurezza). 🙂
    @ Nicole: ebbrava la suocera!!!
    @ Momo: no, non è termico, ce ne sono anche termici ma secondo me sono più scomodi; quest’inverno vedrò come mi troverò (magari lo scaldo sul termosifone) per ora, con questo caldo non ne ho bisogno.

  22. Invidia massima! io sto ancora aspettando i miei due Bento ordinati su jbox.com, mi hanno detto che “Minimo un mese” devo aspettare 🙁

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti