Lasagne genovesi


Visto che non esiste di defalut una ricetta di lasagne genovesi vegane…. un bel giorno ho deciso di crearla io, più leggera e sicuramente più cruelty free dell’originale!!! (questa ricetta mi frullava per la testa da secoli!!!)
Ho solo deciso di evitare un surrogato di pesto per questioni di tempo, di digestione e perchè non avevo le fogliolone di basilico buone buone… appena le avrò mi lancerò nell’esperimento, si accettano consigli sul pesto genovese vegan (io lo farei esattamente come l’originale, ma col lievito a scaglie al posto le pecorino, che dite?)… cmq è venuta buona li stes :-).  Le dosi vanno a occhio, dipende quanta ne dovete fare.

Ingredienti:
sfoglie di semola di grano duro (io uso le Baronia che però non sono fresche)
fagiolini verdi
patate
latte di soia
farina o fecola per addensare
burro di soia
basilico
sale, pepe e noce moscata qb

Procedimento:
Preparare la besciamella facendo bollire il latte di soia e aggiungendo pian piano la farina, mescolare bene con la frusta per eliminare i grumi, la quantità di farina dipende da quanto la volete densa. Aggiungere un cucchiaio di burro di soia, salare, mettere un po’ di noce moscata e il basilico tritato. Tenere da parte.
Sbollentare patate e fagiolini e condirli a parte con sale e pepe. Le patate devono essere molto cotte in modo tale da sbriciolarsi un po’.
Sbollentare bene la pasta.
Infine procedere con l’assemblaggio: ungere la teglia con un po’ di besciamella poi alternare pasta, patate e faglioni e besciamella fino ad arrivare in cima con patate e fagiolini.
E la prima fetta è saltata in un battibaleno, non potevo mica rischiare di avvelenare il mio compagno no? 😉

PS:
Stasera arriveranno i suoceri… che tremarella, loro sono davvero onnivorissimi e questa cosa non mi fa per nulla impazzire… ma non mi potevano cogliere impreparata, così ho fatto su due piedi un bel dolcetto veg: rotolo di pasta briseè che scadeva oggi (non si butta niente!!!date piuttosto sfogo alla creatività!!!) ripieno di mela a fette, cannella e zucchero di canna… gnaaaaaaaaaaaam!!!
E come sempre proviamo prima di avvelenare qualcuno, da brava paladina della forchetta!!! Buona buona, meglio della sfoglia perchè è meno grassa, poi è della Coop, totalmente vegan!
Purtroppo dovrò cucinare di tutto un po’ ma qualche cosina buona la farò sicuramente provare…speruma ben!

  1. wowww che goduriose queste lasagne!!!fantastiche veramente!!complimenti!!buonissimo e bellissima presentazione!!! 🙂

  2. ma che meravigliosità!!!! chissà che buone cavoli, come ne vorrei un piattino…

  3. Fin’ora è tutto molto invitante, quindi rilassati e stai tranquilla, andrà tutto bene! Si leccheranno i baffi e se sono aperti a nuovi assaggi rimmarranno sbalorditi dal mondo di novità che si apre al primo boccone! Il mondo vegan è più vario e mai ripetitivo, utilizza ingredienti sempre nuovi e rivisita continuamente ricette già esistenti, magari all’inizio potranno essere diffidenti, me non potranno negare che la roba sia BUONA! Facci sapere come sarà andata!

  4. per queste lasagne hai avuto un’ottima idea! 🙂 e tranquilla per i suoceri…magari proponi qualcosa di “normale” le prime volte…..così per tranquillizzarli! 😉

  5. Le lasagne sono slurposissime, la foto mi fa venire voglia di mettermi a cucinare già adesso che sono le 7 di mattina!!! 😀
    Vedrai che i suoceri rimarranno soddisfatti!!! 🙂 Un abbraccio!

  6. Un piatto molto invitante…..come si fa’ a resistere!!! 🙂

  7. si’, molto invitante davvero…complimenti! ps il pesto lo faccio come l’originale, senza formaggio né lievito; usrei un pizzico di sale…talvolta uso mandorle anziché pinoli…

  8. Buonissime le lasagne!!! bellissimo il dolce 🙂

  9. Ma questa è una “signora lasagna”! Adesso che arrivano i fagiolini sottili la proverò!

  10. Questa lasagna mi piace un sacchissimo!!! 😀 Ti auguro il meglio per la cena coi suoceri!! =)

  11. che bella lasagna! non l’ho mai assaggiata cosi! ma una bella fetta me la mangerei …anzi…tutta! 😀

  12. Spero che ai tuoi suoceri avrai fatto provare anche le tue lasagne 😉

  13. anche io una fetta… di tutto!

  14. Belan, ‘ste lasagne sono da leccarsi i baffi..e anche il dolce fatto su due piedi!

  15. Che buone queste lasagne!!! Hai fatto di sicuro un figurone 🙂

  16. benvenuta (in ritardo!) buone le lasagne, avrei aggiunto solo i pinoli e un’idea di aglio (il sapore non è mai abbastanza…!) 🙂 🙂

  17. Grazie a tutti, siete fantastici!
    @dida: ad esempio oggi ho fatto le tagliatelle fresche (senza uova ovviamente)condite con funghi e pisellini,una bontà, eppure era tutto vegan, nessuna diavoleria!!!
    @Mignao e Sarosky, grazie per l’incoraggiamento, sn tradizionalisti ma ammettono di mangiare maluccio 🙂
    @Nello: no le ho fatte qualche giorno fa, sono troppo particolari secondo me, sto partendo dalle cosine + soft…domani cous cous verduroso!!!!
    @Luu: eh io sono agliofila ma il mio uomo è agliofobo…guerra!!!!
    @Enrico: alle mandorle avevo pensato anche io, anche perchè nei pesti industriali ci sono gli anacardi che non sanno di niente e sono sconsigliatissimi, idem per i pistacchi…mi metterò all’opera gnam gnam!!!

  18. Bravissima! Adoro le lasagne al pesto…poi ho sposato un genovese!!!eheheh
    Queste sono da copiare alla grande!!

  19. Questa tua lasagna è molto invitante. Brava. Anche il dolcetto.

  20. si può fare una besciamella senza burro e senza latte mescolando la farina con il brodo vegetale per evitare grumi,si fà cuocere,sale pepe e poi si mescola con il pesto,si condiscono le lasagne già sbollentate, a strati( massimo tre) si inforna a 180°per qualche minuto e………….

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti