Crostata cruelty free!!

crostata.jpg

 

 

 

 

 
Abbiamo provato a preparla… risultato: Fantastica! Ringraziamo Progetto Vivere Vegan Onlus per il libro di ricette, edito Giunti Demetra ” Vegan La scelta vegetariana per il corpo, la mente, il cuore”… Consigliamo a tutti di acquistarlo… e ci ripromettiamo di pubblicare qualche altra interessante ricetta… golosa… dolce e salata… Ed ecco la ricetta della crostata… abbiamo provato ad usare margarina vegetare non idrogenata al posto dell’olio e possiamo dire che il risultato non cambia… Buonissima!!!…

Ingredienti (per 6 persone):
300 g di farina 00
buccia di 1 limone grattugiata
2 cucchiai di zucchero
3/4 di bustina di cremor tartaro
100 ml di latte di soya
300 g di composta o marmellata di frutta… quella che ti piace di più
70 g di olio evo (o margarina vegetale non idrogenata)

Procedimento:
Preriscaldare il forno a 150 °; versare la farina in una scodella e fare la fonte; versare nella fonte l’olio, il latte di soja, 2 cucchiai di zucchero,  il lievito e la buccia del limone grattugiata; amalgamare bene nella fonte e poi iniziare ad unire la farina poco a poco; lavorare l’impasto sinchè sarà pronto… 4-5 min… Stendere metà dell’impasto in una teglia del diameto di 28 cm unta preventivamente con della margarina vegetale non idrogenata o con dell’olio evo; coprire con la composta o marmellata; con il restante impasto realizzare delle strisce larghe più o meno 2 cm… o quanto ti piacciono…:-); disporre le strisce, incrociandole a formare dei rombi; infornare per 25-30 minuti… E buon appetito… senza colesterolo e senza aver adoperato alcun ingrediente di origine animale…

  1. Chissà se un giorno riusciranno ad inventare una tecnologia in grado di trasmettere direttamente le ricette (gia pronte e cucinate), nei vari pc…
    Così, quando uno vuole, invece di limitarsi (è un vero limite) a leggere una ricetta…la può assaggiare e gustare…:P

  2. Ciao. Biankonera!!
    Beh si sarebbe utile ma.. non poetico… Vuoi mettere mettersi li ad impastare… infarinare.. ungere… e sentire i profumini del cibo cambiare man mano duranrte la preparazione e la cottura?…
    Un Abbraccio.!! :-)!

  3. Dipende dai punti di vista… 🙂
    Per me, poesia, è tutt’altra cosa che cucinare.. 😉
    Bacio!

  4. Avevo gia’ provato questa ricetta, devo dire che non credevo ai miei occhi ed alle mie papille gustive quando la crostata e’ stata pronta.
    Ma ci sono altre ricettine che possiamo avere da voi? Comunque vedro’ di procurarmi in libro di cui parlate.

  5. Ho scoperto da poco la ricetta di questa pasta frolla, e sto facendo super-crostate alla Nonna Papera ogni settimana ! Con o senza crema pasticcera (ora vado a commentare anche quella…). Grazie !

  6. SQUISITA!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti