Frittella di riso e castagne

Autunno stagione di castagne. Così sono partita da un classico e quasi austero porridge di riso e castagne e l’ho trasformato in una frittella con aggiunta di cocco rapè. Grandi e piccini hanno gradito, dunque ve la propongo.
20161018_191241
Ingredienti:
200 g di castagne fresche
200 g di riso integrale a chicco tondo (o ribe)
50 g di miglio bruno
malto di riso qb
1 pizzico di sale marino integrale
400 ml di bevanda di riso
cocco rapè qb
farina di mais fioretto qb
4 cucchiai di amasake
olio di girasole deodorato per friggere qb

Procedimento:
Mettere in ammollo le castagne per tutta la notte. Mettere anche il riso e il miglio in ammollo per almeno 2 ore con 500 ml di acqua. Far cuocere le castagne con un pizzico di sale per circa 2 ore, poi pelarle. A parte, far cuocere  il riso ed il miglio con la loro acqua di ammollo e la bevanda di riso. Aggiungere, anche qui, un pizzico di sale. A cottura quasi ultimata (il liquido si deve essere quasi completamente asciugato) unire anche le castagne spezzandole leggermente in modo che il tutto diventi cremoso e si ammorbidisca. Una volta terminata la cottura, idealmente si può lasciar riposare tutta la notte e consumare il porridge a colazione. Al momento di servire riscaldare una porzione di porridge e dolcificare con un cucchiaino di malto.

Considerazioni:
Questa crema di cereali vi aiuta ad arrivare a pranzo senza il senso di fame a metà mattina perché i cereali si compongono di zuccheri complessi a rilascio graduale e non alzano immediatamente il picco glicemico come la maggior parte delle colazioni troppo dolci. Per esempio, biscotti e merendine creano una situazione di picco glicemico seguito da ipoglicemia che il corpo tenta immediatamente di compensare cercando a metà mattina il caffè zuccherato o la porzione di crackers.

Suggerimenti:
Questo porridge si conserva bene in frigo per 2-3 gg. Se ne avete preparato troppo, per non buttarlo si può aggiungere del cocco rapè, della farina di mais fioretto e 4-5 cucchiai di amasake fino ad ottenere un composto più asciutto che si potrà arrotolare in palline e friggere ad immersione. Il risultato è una merenda golosissima. Per un cuore cremoso si può anche aggiungere un cucchiaino di crema di nocciole all’interno della polpetta prima di chiuderla… gnam! Questa è la crema di riso e castagne in cottura nella pota di terracotta: per queste cotture lunghe e a fiamma bassa io preferisco la terracotta perché esalta il sapore del cibo senza aggredirlo.
20161016_134104

20161016_134122
E questa è la frittella con aggiunta di cocco rapè.
20161021_213920

  1. Che ideona da realizzare,bravissima,hanno devvero un bellissimo aspetto croccante e morbido!!

  2. riso castagne e terracotta, antiche tradizioni

    bless and love!

  3. Ottima alternativa ai classici supplì 😉 !

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti