Farinata 2.0


Facile, veloce, buonissima. Un ottimo aperitivo ma anche un buonissimo secondo piatto.
Dopo la versione Farinata (di ceci) di Cucina-vegetariana.blogspot.com, vi propongo la mia, che è anche quella che utilizziamo in focacceria. Oltre – evidentemente – alle dosi, la differenza sta nel fatto che l’impasto non va fatto riposare: potete tranquillamente prepararlo e versarlo nella teglia unta pronta per essere infornata. Insomma: perfetta per soddisfare la voglia del momento o salvare una cena organizzata all’ultimo momento. 😉

Ingredienti (per una teglia da 22 cm di diametro):
20o gr di farina di ceci
500 ml d’acqua
10 gr di sale
olio evo

Procedimento:
Facilissimo! Versate il sale nell’acqua facendolo sciogliere per bene. Una volta sciolto versate anche la farina, a poco a poco, e mescolate con una frusta da cucina in modo che non si formino grumi. Dopo di che aggiungete un giro (scarso) d’olio. Versate in una teglia precedentemente unta e aggiungete ancora un cucchiaio d’olio facendolo emulsionare con la frusta da cucina – o con le mani se non vi da fastidio l’unto -.
Infornate a 250°C e sfornate quando si è formata una bella crosticina dorata. Guten apetit!

Il punto:
Di norma la si serve con una macinata di pepe nero, ma un’alternativa valida è quella di aggiungere del rosmarino a metà cottura in modo da dare alla farinata un profumino invitante senza alterarne in alcun modo il sapore. 😉

  1. Claudia Mosca 13 Aprile 2011, 10:45

    Sembra così facile e veloce che mi viene voglia di provarla subito …

  2. elisabettissima 13 Aprile 2011, 16:05

    La faccio stasera!!grazie eli

  3. mmmh la farinata! la prossima volta che accendo il forno la farò!

  4. Che buona!!! 😛 Quanto ne vorrei una bella fetta proprio adesso….

  5. Sai com’è..per me è una passione la farinata!

  6. La Farinata di ceci è un piatto buonissimo della cucina genovese, ed è anche vegano perchè composto solo di olio, farina di ceci, sale. E’ possibile personalizzarlo in mille modi, con aggiunta di cipolline, carciofi e funghi nel periodo etc…
    L’unico problema di farla in casa è il forno perchè la farinata richiede una cottura a temperature molto alte (oltre i 300 °) e i forni di casa non raggiungono questo calore.
    In ogni caso in casa viene buonina e si può fare, ma se passate da Genova non mancate di fermarvi da un Farinotto o in una Pizzeria/Farinata per assaggiarla originale ^^

  7. @Sophia: non è una questione di temperatura – perlomeno non solo – il problema è che la piastra del forno in cui è cotta è direttamente a contatto con il testo da farinata, cosa che ovviamente nei forni casalinghi non si verifica. Per il resto il gusto è identico, l’unica differenza è proprio quella crosticina che non si forma a 280°C. Ma queste sono le divagazioni di una panettiera, non farci troppo caso 😉

  8. Che bello rivedere un altro post sulla farinata; è stato quello del mio debutto su questo blog!
    Quanti ricordi…
    Ora pubblico molti meno post (a dire il vero, è da un po’ che “latito”) ma faccio sempre la farinata; a me viene con la crosticina come in pizzeria anche con il forno di casa. 🙂
    L’importante è che anche la teglia (unta) sia già calda.
    La bagnatura della farina di ceci serve affinché la farina si idrati bene; per fare presto si può fare anche senza lasciarla riposare (a volte, se sono di corsa, lo faccio anch’io) ma prova a lasciarla riposare anche 5 ore e sentirai la differenza.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti