Detersivo per lavastoviglie

Questo detersivo è nato per errore. Volevo fare quello per il bucato, ma come sempre, devo sperimentare tutto…
DSCN4477.
Ingredienti:
100 g di sapone all’olio di cocco
1 l di acqua
600 g di aceto bianco di alcol

Procedimento:
Come vi dicevo, volevo sperimentare, così invece del normale sapone di Marsiglia, ho usato quello al cocco.
DSCN4512.
L’ho grattugiato.
DSCN4521.
L’ho sciolto in acqua calda (io ovviamente uso il solito Bimbi). Il risultato non mi sembrava abbastanza denso per lavare i vestiti. Il sapone di Marsiglia diventa denso per il giorno dopo, anzi lo devi frullare un’attimo prima di mettere il detersivo nel contenitore. Così l’ho aggiunto al sapone per le mani, che avevo in bagno e va benissimo, anche se potrebbe essere un po’ più denso. Poi mi è rimasto un po’ nel Bimbi. Che faccio? Dove lo metto? Avevo una bottiglia di aceto aperta sotto il lavandino, ce n’era un po’ ancora. Ho detto: tanto male non farà, mescolo le 2 cose. E poi mi è venuto il genio. Perchè non provarlo nella lavastoviglie? Onestamente ho già provato di tutto, il bicarbonato per esempio mi fa diventare i bicchieri come nei “bar” di Praga 20 anni fa, dove li sciaquavano un’attimino in una ciotola di acqua sporca e poi servivano il prossimo cliente. Per dare un’idea, il bicchiere di vetro sembrava ceramica grigia. Ci puoi scommettere che bevevano tutti alcolici lì! Così ti disinfettava un po’ il bicchiere. Sapeva tutto di un po’ di birra, un po’ di grappa e un po’ di detersivo. Beh, col bicarbonato anche i miei bicchieri diventavano così. Poi ho provato questo. Ho detto, tanto al limite dopo ripasso con un detersivo “normale”. E poi la sorpresina. Non vi sto dicendo che i bicchieri brillano come il diamante, ma lo sto usando e sono contenta. Va bene, prima del cenone di Natale darò una ripassata ai bicchieri 😉

Nota:
Ho provato una volta ad aggiungere del sale e dell’acido citrico, ma è diventato un liquido grasso, inutilizzabile. Non chiedetemi perchè.

P.S.:
Il mio secondo libro Abracadabraw è in vendita su Amazon. Per ora solo in inglese, ma è bellissimissimo! 🙂 Parla di acqua, di api, del verde intorno a noi e tante altre cose. Sono straconvinta che chiunque lo legge ci penserà due volte nel futuro prima di scegliere cosa mettere nel suo piatto! Ho pensato poi di mettere un ebook gratuito sul mio sito, con tutti i trucchi casalinghi, che ne dite?

  1. Miticaaaaaa!!!! Anch’ io ho provato il bicarbonato: non ti dico come ha trasformato le ciotole di plastica delle insalate e bicchieri e piatti di mia figlia 🙁 Tante volte non uso nulla perché del gran sporco non c è, ma ci voglio provare. Senti il tuo libro (il primo intendo) solo su amazon vero? Volevo acquistarlo ma il problema col pagamento della carta di credito, credo

  2. BRAVERRIMA e molti complimenti per il tuo libro! 😀

  3. Davvero complimenti per il libro 🙂
    Io mi trovo bene con una ricetta vista su YouTube con limoni sale e aceto. Sgrassa che è una meraviglia e anche i bicchieri vengono bene!

  4. Che bella idea l’e-book con i consigli.
    Per quanto riguarda il bicarbonato nella lavastoviglie, l’ho sempre sciolto nell’aceto (effetto effervescente) e non ho mai avuto problemi con il vetro. Non chiedetemi perché, ci vorrebbe un chimico 😉

  5. Giopepi, [ un-edizione Amazon, ma si trova su Barnes & Noble e altri posti, ma per ora solo online. Dovrei cominciare a contattare case editrici italiane, lo so…
    Lali, grazie 😉
    Gala, ho pensato di farlo anch’io. Dici dove usi il succo e la buccia e la parte bianca la butti?
    Donatella, ho letto che non si dovrebbe mescolare il bicarbonato con l’aceto, ma ho fatto un detersivo per i pavimenti, dove appunto ho messo bicarbonato, aceto e sapone di marsiglia ed è fantastico! E’ da agitare prima dell’uso, e questo mi fa pensare che ci potrebbe essere dentro un “disaccordo” 🙂 tra gli ingredienti, ma il pavimento è bello lucido. Potrei anche chiedere un futuro chimico a settembre quando ricomincia l’Università, perchè passo spesso davanti a loro, dove noi facciamo giapponese, anche loro hanno delle aule. Che puzza sempre !!! 🙂

  6. Del limone uso tutto tranne i semi
    Si frulla e poi si cuoce con aceto e sale

  7. Ho letto da qualche parte che usano solo il succo e la scorza. Provero’ come dici tu 🙂 Ora carico la mia ricetta di detersivo per bucato e ammorbidente, dopo faccio un dentifricio, poi quasi quasi vi faccio vedere anche come riparo le mie unghie rotte 🙂 E’ ecologico anche quello. Uso la bustina da tè… 😉

  8. wow quante fantastiche idee! il detersivo che dice gala l’avevo provato pure io, non è niente male, lo usavo x i piatti e x pulire il lavandino, poi x la solita pigrizia finisce che uso il bicarbonato come anticalcare e l’aceto mischiato ad acqua x sgrassare (anche in versione spruzzino) ora voglio provare il tuo con marsiglia x la lavatrice, almeno il sapone di marsiglia non dovrebbe avere porcherie a comprarlo…
    invece sono in crisi x i pavimenti, ho il finto legno dell’ikea e se lavo solo con acqua e aceto e non asciugo mi rimangono strisce e aloni, mi piacerebbe un detersivo che non si risciacqui ne si debba asciugare visto che come te amo semplificare! quello che dici tu con sapone di marsiglia, bicarbonato e aceto lo risciacquavi? facci sapere quando c’è la traduzione italiana del secondo libro, così lo prendo insieme al primo x evitare spese di spedizione! ciaaaoooo

  9. Bravissima!!! Grazie per gli spunti!! Abracadabraw è già geniale dal titolo!! 😉

  10. Ametista, grazie 🙂 Infatti aspettavo a pubblicarlo finchè non ho trovato il titolo giusto!
    Darmasin, no, non lo risciaquo, ci mancherebbe solo quello per un bradipo, come me! Ho la ceramica in casa però. (Ma la femmina del bradipo è bradipo o bradipa ?) 😉

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti