Crema fritta… forse

Martedì grasso… Un dolce di carnevale naturale privo non solo di derivati animali, ma anche di zucchero, per imparare ad apprezzare i gusti semplici più naturali e più sani.  Per chi ha un alimentazione povera di grassi saturi la frittura può essere un modo gustoso per arricchire la propria dieta. Quando ho iniziato macrobiotica credevo di dover abbandonare i dolci di carnevale, invece poi ho scoperto che questo non è necessario

Ingredienti:

1 tazza di semolino di grano
2 tazze di succo di mela
1/2 tazza di uvetta
olio di semi di girasole per friggere
1 pizzico di sale integrale
la scorza grattuggiata di un limone
farina di cocco

Procedimento:
In una pentola di acciaio versare il succo di mela e metterlo a bollire con un pizzico di sale e l’uvetta sciacquata, ma non ammollata. Una volta che avrà accennato a bollire aggiungere il semolino di grano e cuocere per 20 minuti mescolando spesso. E’ consigliabile utilizzare una pentola da fondo spesso e in alternativa uno spargi fiamma. L’impasto deve risultare molto sodo, quindi non aggiungete altro liquido. Al termine della cottura unire la scorza grattuggiata del limone. Lasciate raffreddare per non bruciarsi, dopo di che fare le palline con le mani facendo roteare piccole porzioni d’impasto tra i palmi. In una pentola di acciaio mettere a scaldare l’olio in una quantità tale da poter friggere ad immersione. L’olio deve essere caldo, ma non deve fumare ovviamente. Friggete le palline un po’ per volta, per evitare che si attacchino, finchè non faranno una crosticina dorata. Asciugare l’olio in eccesso con l’apposita carta e guarnire con della farina di cocco a scaglie.

  1. mmm questa ricetta la sfrutterò a carnavale per convertire mia madre che di solito si “droga” con tutti quei dolci fatti con ingredienti di dubbia provenienza magari fritti nello strutto come si usa qui in emilia..grazie. ciao ciao

  2. Ciao Giuliette,
    spero tua madre gradisca 😉

  3. io cercavo la ricetta della crema di semolino fritto ma senza impanatura… qualcuno mi può aiutare?

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti