Colazione tonica

Oppure colazione tonico. No, non è un’errore di grammatica. 🙂
DSCN5472.
Ingredienti:
3 cucchiai di tisana
1 cucchiaino di aceto di mele
1 goccia di olio essenziale di rose (optional)
argilla verde
acqua distillata

Procedimento:
Bene, bene. Ora direte: Ma quando mai ha usato così tanti ingredienti? 🙂 Infatti, con questi ora faremo 3 diversi tipi di tonico per la pelle. Ci sta, vero? 😉 Ora vi spiego perchè il nome: colazione tonica. Perchè facciamo il tonico per il viso praticamente con i rimasugli della colazione. La gente spesso e volentieri prende un tè o una tisana la mattina, al posto del caffè. Quelli che stanno facendo la cura disintossicante, potrebbero farsi un bel bicchiere di argilla verde. O se hai problemi di peso, cosa sarebbe la scelta ideale come primo drink mattutino? Si, l’aceto di mele con un po’ di acqua. Perciò ora, mentre facciamo colazione, ci prepariamo anche un bellissimo tonico per la nostra pelle. Durerà solo 2 giorni, perciò mettete in conto che dovrete far colazione di nuovo… 🙂 Prima di iniziare vorrei precisare che il tonico ha un solo utilizzo per me: togliere i residui del latte detergente. Punto. Tonico N 1: lasciamo agire 1 bel cucchiaio di argilla in un bicchiere di acqua (io in casa bevo acqua distillata) per 1-2 orette. Quando si è depositata (diventa limpida) togliamo 3 cucchiai, aggiungiamo 1 cucchiaino di aceto di mele ed è pronto. Se vuoi, puoi aggiungere un goccetto di olio essenziale, ma a me piace tantissimo così, com’è. Si sente minimamente l’aceto e ho una pelle splendida quando lo uso. Dopo 0vviamente devi applicare la tua crema. Attenzione! Usate bicchiere e cucchiaio di vetro e/o ceramica. Tonico N 2: preparati un bel tè verde. Le quantità sono sempre le stesse da usare. Aggiungi l’aceto e voilà!
Tonico serale: beh, non per l’uso, ma per l’ingrediente. 😉 Invece del tè verde utilizziamo la camomilla. Il procedimento è lo stesso. Io ho la pelle mista, normalissima. Non intendo dare consigli per curare problemi speciali di pelle, ma semplicemente dare un’idea su come risparmiare e usare prodotti il più ecologici possibile. Amo le mie rughe, perchè parlano di me. Sono belle. Intorno agli occhi le ho perchè ho riso molto, con tanta gioia e intorno alle labbra perchè ho sorriso tanto e con tanta felicità. Sulla fronte, perchè non conosco la noia e ho sempre avuto dei pensieri, magari dei bei ricordi. Oppure pensieri su come migliorare il mondo che mi circonda. E mi va bene così…

P.S.:
Se avete voglia, andate a leggere le anteprime dei miei libri su Amazon. Se vi piacciono, sono in vendita anche da Mondadori. Il mio sito è sempre lo stesso: www.gorawstayraw.com. Tutto qui. 🙂 Oops! Ho quasi dimenticato il mio canale Youtube! A presto 😉

  1. Sei fantastica, mi piace il tuo spirito e il tuo prendere la vita di petto! Bellissimo il disocrso sulle rughe, ma guradando la tua foto io ne vedo proprio!Ti trovo molto in forma,qualsiasi età tua abbia, sprizzi salute ed energia da tutte le parti!

  2. Wow, strawow e poi ancora Wow 😆 😆 😆 !!!
    Che ideona queste tisane grate al palato e utili per prendersi causa della pelle… 😀
    Riguardo alla tua filosofia di vita, mi trovi pienamente d’accordo 😉
    Sei una persona molto speciale… 🙂
    Un abbraccio *.*

  3. Scusami tanto, ovviamente volevo scrivere NON ne vedo proprio di rughe! NON se ne vede neanche l’ombra!Perdonami la gaffe!

  4. Dida, 🙂 grazie e non c’ho mica fatto casoooooo 🙂 ho capito solo il complimento da parte tua, e grazie 🙂
    E poi… La foto e’ dell’anno scorso 😉
    P. S. Curo molto la mia pelle, rughe o non…. 😉
    Lali, grazie. 🙂
    Ho poi caricato un video su Youtube con tutte le variazioni di tisane “toniche”
    https://m.youtube.com/watch?v=eHevbl6Sc5s
    Un abraccio 🙂

  5. Interessante! Brava Anique 😉

  6. Anique…mi era sfuggito questo bel post!! Da fan dell’argilla non posso che dirti grazie…e brava!!! 😉 Un bacio

  7. Anique S.O.S. !!! 😮
    Devo fare lo shampoo ad Erwin :mrgreen:
    Come posso lavare la lunga e setosa capigliatura del mio dolce pelosino senza irritare il suo tenero corpicciuolo? 🙂

  8. Silvia, grazie 🙂
    Ametista, era ancora più bella, ma hanno tolto la foto della bottiglietta che mi hanno dato in omaggio una volta in profumeria. 🙂 E’ proprio bellina, e il liquido dell’argilla dentro è limpido. 🙂
    Lali, non ne ho idea, purtroppo. 🙁 I miei non sono delicati, vengono dal canile e hanno vissuto ben peggio che uno shampoo non perfetto. Mi piace comunque tantissimo quello della Ecor (in Naturasì) – sia per i piccoli pelosi che per me ovviamente. Potremmo però sperimentare qualcosa per i pelosini ♥ ottima idea!

  9. Il mio pelosino é una cavia peruviana a pelo lungo 🙂 …
    Gli shampoo che sono in commercio nei negozi per animali hanno un PH 7,5 ma sono per …cani! 😕 Non so quindi se andrà bene anche per la sua pelliccetta… Agli gli altri caviotti che ho avuto nel tempo, che erano cavie inglesi a pelo corto, ho sempre fatto lo shampoo a secco con farina di mais 😉 ma questo ha una capigliatura da fare invidia a Milva :mrgreen: … ha proprio dei capelli lunghi e biondi, non peli 😯 !!! E temo, una volta passata la farina, di non riuscire più a districargli la matassa pellicciosa :mrgreen: !!!
    E se provassi con del sapone di VERO Marsiglia ecobio per umani opportunamente diluito in acqua tiepida? 🙄

  10. Lali! Pensavo fosse un cane! 🙂 E’ proprio vero il detto in Ungheria: “Ognuno parte da se stesso” Che vorrebbe dire: Tutte le cose intorno a te vedi solo pensando a te prima. Cioè lo stesso fiore può significare lacrime o gioia, dipende dalla tua esperienza personale. Una foto, una storia, ti fa ridere o ti ferisce in base al tuo collegamento personale. E perciò anche quando qualcuno ti attacca, ti ferisce, questa cosa non ha niente a che fare con te, ma solo con lui (lei), perchè ognuno di noi vede uno specchio davanti a se, e in quello specchio si riflette la sua personalità.
    Detto ciò… Per me gli animali pelosi in casa sono automaticamente cani 🙂 Non saprei proprio cosa dirti come lavare questi meravigliosi piccoletti 🙂 Facci sapere però 😉

  11. Va bene. Proverò e ti farò sapere 😉
    Condivido appieno le tue riflessioni: ognuno vede e percepisce il mondo attraverso se stesso e spesso si riflette nell’altro, almeno inizialmente…
    Amare davvero vuol dire infatti uscire da noi stessi abbandonando il modo di relazionarsi e di comprendere “dello specchio” per accogliere il nostro prossimo nella verità 🙂

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti