Cassöela

cassoela

Piatto tipico lombardo di probabili origini spagnole o francesi. Il nome deriverebbe da cazza: casseruola in cui lo si fa cuocere. La versione tradizionale prevede tra gli ingredienti, oltre alla nostra amata verza, varie parti del maiale, qui ovviamente convertite in ingredienti pork-free. Il vantaggio di questa veganizzazione è anche che non ci vogliono ore e ore per prepararla come per la versione originale.

Ingredienti:
1 cipolla
1 spicchio d’aglio
1 o 2 carote
1 o 2 gambi di sedano
1 verza
qualche cucchiaio di salsa di pomodoro (facoltativo, serve a dare un po’ di colore)
250 gr di seitan (se autoprodotto meglio, io ero in versione apri la confezione a usa)
tofu o in alternativa vegscamorza o vegmozzarella soda (qui vedete la scamorza)
sale/pepe/olio evo

Procedimento:
Se usate il tofu tagliatelo a fettine e mettetelo a marinare in 2/3 cucchiai di salsa di soia e un po’ d’acqua per almeno mezz’ora, rigirandolo delicatamente ogni tanto.
Far stufare in una casseruola (appunto) cipolla, aglio e sedano a tocchetti con 2 cucchiai d’olio. Tagliare a tocchetti anche le carote e aggiungerle. Tagliare la verza a striscioline e unire anch’essa. Salare, pepare e coprire, far stufare finché le verdure sono tenere (cr. 30 min.). Prima della fine della cottura unire il seitan tagliato a bastoncini e se volete il pomodoro, cuocere ancora qualche minuto per insaporire. Negli ultimi minuti aggiungete il tofu sgocciolato o la scamorza a fettine, aggiustate di sale e pepe (a me piace piccantina), mescolate delicatamente e voilà: pronto da servire.
Tradizionalmente si accompagna con la polenta, ma per una variante fusion a me piace anche con chapati o pitta.

  1. ma che bel piatto…tutta roba che piace a me..e poi fa’ tanto inverno!!credo anch’io che si accompagni perfettamente con del pane pitta.. 😀

  2. questo piatto mi ha sempre disgustato anche da onnivora! Ma ora in questa deliziosa versione vegan sento che potrei cominciare ad apprezzarlo!
    😉

  3. Oddio, la Cassoela proprio no…assolutissimamente …però questa versione veg m’ispira tanto!!!!!!!

  4. Bellissimo, complimenti. Stavo pensando anch’io a come veganizzare questo piatto. Magnifico, il lavoro “duro” è già stato fatto. Non vedo l’ora di provarlo. Deve essere meravigliosamente buona.
    Complimenti, complimenti.

  5. mmmhhh… non ho mai provato l’originale ma non credo che mi asterrò a lungo da questa versione!

  6. Ciao Marina, quest te la copio da fare con le mie verzette 😉

  7. non sapevo cos’era la cazza, grazie per l’info 😯 marina mi sbalordisci sempre di più, ma che bei piatti proproni!!!! w la cassoela pork freeeee 😀

  8. ahahahha, BELLISSIMA LA DICITURA pork-free 😉

  9. Grazie per gli apprezzamenti. A me piace molto in questa versione, se provate fatemi sapere. Approfitto per dire che non vi sto più dietro: io non ho molto tempo di navigare ma qui le ricette fantastiche sono davvero troppe, chissà quando riuscirò a leggerle tutte…
    Chicca: ti invidio l’orto. Nelluccio: ti invidio il posto dove vivi di cui ho intravisto velocemente le foto ieri.

  10. Come piatto l’originale non mi ha mai attratto ma così è un’altra cosa

  11. Volevo solo dirti che ho cercato a lungo di veganizzare questo piatto (per lo meno mentalmente…). Ora che e’ arrivato il freddo anche qui, mi sa che provero’ a farla, con polenta a fianco.

    Grazie!

  12. @Moky: hai visto che bella cassoela?? MentaMarina ha anche inventato il vegrino (guarda tra le sue ricette) che è un must, oramai, sulla mia tavola! Un bacio Moky cara e ancora mille auguri!!
    Approfitto per augurare anche a MentaMarina un grandissimo 2011!!

  13. Sono felice che la mia cassöela vi attiri. Anche a tutti voi infiniti auguri per il 2011.

  14. MM, scusa la domanda, e’ che ormai sono abituata alle ricette americane che ti danno la descrizone di tutti i dettagli -a volte fin troppi.
    Quando dici di aggiungere il pomodoro, intendi in scatola o fresco? Hai un quantitativo che preferisci aggiungere, che ti ha reso bene, o fai ad occhio?
    Ho proprio una voglia di prepararla… e’ una delle “cose” che mi mancano dell’Italia!!

  15. Moky, io di solito aggiungo la passata di pomodoro. Per le dosi vado “a occhio” e anche a gusto. Tieni conto che deve restare un po’ di sugo, più è “pucciosa” più è buona.
    Fammi sapere se la fai lì in USA…

  16. brava ! giuro (quest’inverno) la faccio : – )

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti