Budino ai semi di chia

Avete mai sentito parlare di semi di chia? I semi di chia aiutano a tenere sotto controllo la pressione arteriosa, sono un elisir di giovinezza perchè contrastano il processo di invecchiamento cellulare e contribuiscono al benessere dell’intestino. Questi semi piccoli sono conosciuti non solo per le loro straordinarie proprietà nutrizionali, ma anche per la capacità di coagulare i liquidi. Basta unire 2 cucchiai di questi semini con un bicchiere di latte vegetale, quindi mescolarli, aspettare qualche ora e, in frigo, vi aspetterà il vostro primo budino di chia.
3Ingredienti:
200 ml di latte di cocco
1 cucchiaio da tavola di semi di chia
1 cucchiai da tavola di sciroppo di agave
1/2 cucchiaio da tavola di estratto di vaniglia
3 cucchiai da tavola di cacao amaro

Procedimento:
Versate il tutto in una ciotola e mescolare con una frusta a mano. Una volta amalgamato il composto, riempite ogni barattolino e/o contenitore che porterete in tavola per servire il budino. Chiudete o coprite ogni barattolino e riponete in frigo per almeno 5 ore… ancora meglio tutta la notte. Una volta pronto, servite il vostro pudding con frutta fresca o con la vostra confettura preferita.2
Curiosità:
I semi di chia sono ricchi di proteine, carboidrati, vitamine, sali minerali, lipidi, antiossidanti e di preziose fibre vegetali. In 100 g di semi di chia troviamo 42 g di carboidrati, 38 g di fibre, 31 g di grassi, tra cui i preziosi omega-3, e 15,5 g di proteine, per 330 calorie.1

  1. Semi di Chia li uso tuttii giorni,li metto nel pane o semplicemente li unisco a insalate. Ho provato anche il budino,ma qualcosa è andato storto. La gelatina era poca. Provo con le dosi da te indicate.

  2. Che bella idea questo budino. Anch’io come Veruska uso i semi di chia tutti i giorni, li metto nell’insalata insieme al gomasio autoprodotto.

  3. I semi di chia sono cibo salutare dal gusto delicato…! 🙂
    Immagino la squisitezza racchiusa in questo stupendo pudding! 🙂
    Complimenti!

  4. Grande Francesco!
    Una domanda: semi di chia secchi o freschi?

  5. Niki molto squisito e delicato. 😛

    Elisabetta ho usato quelli secchi.

  6. i semi di chia sono una fonte proteica fondamentale e straordinaria soprattutto dopo che rilasciano la loro mucillagine e sono pressoché insapori quindi abbinabili con qualsiasi tipo di pietanza o anche in shake vitamina-proteici

    bless and love!

  7. Non solo i semi di chia di questa ricetta la rendono salutare, e che dire del latte di cocco? Altra fantastica fonte di grassi buoni che ti ripuliscono ben bene. Aggiudicata Francesco, sar`a parte della colazione di domani insieme alla cioccolatosa 😀

  8. Ciao Rita vero hai ragione il cocco è un frutto dalle mille risorse…allora aspetto un tuo giudizio sulla colazione ciccolattosa…

  9. E’ proprio necessario il latte di cocco? Ho provato in tutti i modi a farmelo piacere [l’ho bevuto direttamente dalla noce ai caraibi] ma niente..posso sostituirlo con riso-mandorla o riso-soya? Grazie mille dello spunto e buona giornata 🙂

  10. Ciao Lara, il latte di cocco io intendo quello che viene venduto in delle lattine, non quello in brick che sicuramente di gusto più deciso rispetto al primo. Cmq puoi usare oltre al latte che hai indicato tu anche quello di mandorla. Il risultato non so se è uguale, altri latti vegetali sono meno densi di quello in lattina di cocco. La densità del budino viene data dai semi di chia, magari aumentando leggermente la quantità dovresti ottenere lo stesso composto.

  11. Interessantissima! Ma il latte di cocco lo utilizzi tutto o solo la parte “più solida” della lattina?

  12. Deliziosissimo, gnammm 😀 😛 🙂 !!!
    Lo rifarò per me in dose singola con 1 cucchiaino di semi di chia (quantità giornaliera x 1 persona) 😉 !

  13. @lara
    il latte di cocco in lattina è molto diverso dall’acqua di cocco che si beve direttamente dalla noce. io in thailandia l’ho assaggiata e l’ho addirittura sputata in terra! ma uso sempre il latte di cocco
    Il latte di cocco non è da bere così, tal quale, ma è un’ottima base per i dolci, perchè con la sua grassezza dona al dolce una certa consistenza quando è freddo, ma a contatto con il calore della bocca si scioglie piacevolmente.
    a me non piace il sapore del cocco, ma il latte in lattina o in brick non è molto forte e soprattutto unito ad altri aromi non si sente affatto. io faccio creme al cioccolato, alla vaniglia, con le spezie e ho sempre un grandissimo successo
    un abbraccio

  14. Iamgiuly uso il latte di cocco non refrigerato, quindi a temperatura ambiente.

    Eleonora grazie per la tua testimonianza sei stata esaustiva e condivido il tuo pensiero…grazie ancora

  15. ciao buonissima ricetta
    solo una domanda come deve risultare il composto

    grazie

  16. Mi ero dimenticata di questo spunto ma ieri per curiosità ho provato la versione con latte di riso e soja e non è venuto make: meno consistente del budino ma molto piacevole sopratutto con l’aggiunta di un po’ di cannella in polvere! Adesso faccio anche la versione con il latte di cocco per domani! In ogni caso ho fatto la Haupia (budino di latte di cicco) e quella sì mi è piaciuta!! 🙂

  17. Lara quando si usa un latte meno “grassoso” tipo riso, avena bisogna aumentate un po la quantita di semi di chia. Comunque in ogni caso un pizzico in più e frullati di certo nn fanno male e non alterano la preparazione. Grazie per i complimenti e la tua testimonianza.

  18. Provato oggi quello al latte di cocco aggiungendo un pò di sciroppo d’acero (non l’avevo fatto all’atto della preparazione). E’ buono ma un pò pesante per me..125 ml sono troppi diminuirò a 100 o anche meno 🙂

  19. Ottimo Lara, contento che nell’insieme ti sia piaciuto. Grazie!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti