Bis di panini

Ieri pic nic in montagna, e io avevo voglia di sperimentare!
Ingredienti:
hummus qb
4 pomodori secchi
40 g di tofu naturale
1/2 cipolla
vegrino qb
7 capperi

Procedimento:
Semplicissimi: per il primo panino ho tagliato a spicchi sottili 1 cipolla, messa sopra un pezzo di carta da forno, 1 goccio di  olio e 1 pizzico di sale, chiuso a caramella, ho messo in forno già caldo e spento (avevo fatto i biscotti prima) e lasciato lì tutto il pomeriggio. Quando sono tornata alla sera (circa 8 ore dopo) erano morbide, profumatissime e ancora tiepide! Ho spalmato l’hummus sui 2 lati del panino, cipolle, chiuso. Per il secondo panino ho tritato insieme un po’ di vegrino autoprodotto (a occhio, l’equivalente di quel che resta di 1 vasetto di yogurt su per giù), il tofu, i capperi e pochissimo sale. Spalmato, in metà i 4 pomodori secchi (i miei erano sott’olio), chiuso.

Considerazioni:
In cucina sono una pasticciona, e i risultati spesso sono da buttare! Con i panini poi ho sempre avuto poca fantasia. Ma questa volta avevo voglia di qualcosa di più di pomodoro e foglia di insalata! E mi sono messa a sperimentare. Era la prima volta che facevo l’hummus e a causa di una serie di pasticci (il tritatutto che si è rotto mentre frullavo, lasciando pezzetti di plastica dentro, così ho dovuto buttare tutto ma non avevo più limone, intanto ho anche finito l’olio e la voglia di farmi 4 piani per prenderlo in garage era poca…) non mi è venuto al massimo. Ma nonostante questo, e nonostante che per me siano tutti sapori nuovissimi, mi sono piaciuti tanto, gustosi e veloci! Il mio primo esperimento veg riuscito, una soddisfazione!

  1. ma che stupenda idea quella di cuocere le cipolle così!! te la copierò senzaltro.. sperimentare è fantastico, si scoprono tanti di quei sapori nuovi che ci si chiede come si faceva prima a perdersi tante cose buone.. (pure io abito al 4° senza ascensore sigh..)

  2. Buonissimi questi panini adoro l’hummus e i pomodori secchi (che autoproduco in estate).
    Anch’io cuocio le cipolle e le patate ma intere e nella carta stagnola chiudendole e caramella vengono davvero squisite(quando faccio il barbecue anche sotto la cenere)

  3. @DarmaSin io ormai sto sperimentando la cottura “a spento”, in pentola, in forno, il calore continua a cuocere ancora molto tempo dopo che hai spento (forno o gas), basta fare l’abitudine ai tempi! Ma sai che mi fa piacere avere una compagna di salita scale? 😉

    @ Olivotta le patate alla brace sono un dolcissimo ricordo del mio papà! Devo riprendere questa abitudine, perché ho visto che mantengono tutto il gusto senza bruciarsi, le cipolle quando le ho riprese in mano profumavano tantissimo! Però sono passata alla carta da forno da quando ho letto che la stagnola è meglio evitarla a contatto con gli alimenti.

  4. Ottima idea per cuocere le cipolle 😉

  5. che bei paninozzi 😛 mi dispiace per l’inconveniente con il frullatore… anche il mio una volta si è fuso: colpa mia che frullavo roba troppo calda, mi è servito da lezione 😛

  6. Che bella cottura delle cipolle, molto ecologica 😀
    pensavo che il secondo fosse vegrino e cioccolato 😛

  7. Che buoni questi panini!!! Sarebbe bello trovarli cosi’ in un bar…

  8. @Mirtilla ma sai che vegrino e cioccolato è da sperimentare? 😀 Comunque non mancava il panino dolce: crema di arachidi e marmellata! 😉

    @Cassiopea, al mio è partito l’aggancio, un paio di volte l’ho azionato senza che fosse ben messo, si è sfilettato, e questa volta non ha tenuto più, solo che non si è limitato a non frullare, ma l’attacco in plastica si è rotto in tanti pezzettini, ben mescolati all’hummus che ho dovuto buttare 🙁

    @Federica, si, panini veg nei bar mancano proprio, che tristezza!

  9. Buoni! Ho fatto dei rigugi in montagna questìanno ed erano tutti sconvolti di come si potesse farcire dei panini senza affetato…..eh..ci vuole una gran fantasia davvero -.-

  10. Ci darei un bel morso a questi panini!Devono essere stati buonissimi!

  11. Slurp! A me la versione con cipolla & hummus, grazie 😉
    Anch’io sono recentemente stata “vittima” di incidenti simili al tuo con il frullatore…non ti dico il nervoso 👿 Ma, in cucina come nella vita, dagli sbagli spesso di impara e grazie ad essi ci si migliora 😀

  12. 😉 e ki NON combina disastri in cucina???? riguardo alla tua avventura col frullatore devo fare attenzione ank io: si inizia ad intravedere 1 crepina sul mio 😀

    beh nn 6 mica 1 disastro…….. le cose semplici sn sempre le + buone……. la prova qst panini fa-vo-lo-si 😀

    mirtilla: io vegrino e cioccolato l’ho provato……… da provare assolutissimamente se nn l’avete fatto 😀

  13. Cercavo una proposta pic-nic vincente per la mia prossima escursione in montagna e l’ho trovata!!! Grazie supercuoca :mrgreen: eheheheh

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti