Balsamo per capelli

Ragazze… ebbene sì! Da un po’ mi frullava “in testa” l’idea di autoprodurmi del balsamo, dato che l’unico che ben si addice ai miei capelli costa caro in erboristeria! Quindi, dopo essermi fatta ispirare dalla ricetta di un noto marchio inglese di prodotti cruelty free e rimuginato su cos’altro poter aggiungere, ecco qui il mio primo balsamo per capelli home-made! 😀foto 3
Ingredienti:
1/2 vasetto di yogurt di soia
1/2 cucchiaino di agar agar
1 cucchiaino di farina di semi di guar
2 cucchiaini di olio di semi di lino
2 cucchiaini di aceto di mele
1 cucchiaino di lecitina di soia
1 cucchiaio di succo di limone
3 tazzine (in totale) da caffè di acqua
4-5 gocce di olio essenziale a piacere per profumare

Procedimento:
Mettiamo la lecitina a sciogliere in un po’  di acqua tiepida. Sciogliamo l’agar agar in acqua e facciamolo bollire 2 minuti, poi lasciamo che la temperatura scenda… senza che si solidifichi! in pratica deve essere tiepido. Quindi mettiamo lo yogurt in una ciotola e mischiamoci tutti gli ingredienti con una frusta, in modo da ottenere una crema morbida, ma viscida… proprio come il vostro balsamo per capelli industriale! Usatelo come un normale balsamo, usandone una bella manciata… siate generosi! Tenetelo in posa qualche minuto, poi risciacquate. 🙂 Tenetelo in frigo.

Considerazioni:
L’ho usato ieri sera 🙂 i miei capelli sono particolarmente difficili: cute grassa, punte secche, da bagnati diventano crespi, pur essendo lisci e morbidi da asciutti… per questo non trovo mai un balsamo adatto a me. Devo dire che il balsamo ha superato la prova! 🙂 Non è esattamente come il mio preferito dell’erboristeria, che ha anche un’azione volumizzante, ma è decisamente molto meglio di tanti altri che ho provato… compreso quello della nota marca inglese che citavo sopra! Anche da bagnati sono riuscita a spazzolarli senza che si formasse un “nido”! Oggi i miei capelli sono morbidi, idratati, dall’aspetto naturale. Certo, questo è un primo esperimento, ma che vuole essere uno spunto per quanti di voi vorranno sperimentare e suggerire nuovi balsami autoprodotti. Attendo i vostri preziosi consigli! 🙂

Leggi altre notizie con:
  1. 😀 sei G R A N D E !
    Mannaggia la lontananza e non poterci vedere per scambiare ricette, assaggi e prodotti! uffi uffi uffi!!!

  2. Stelìnnnnn….con questa dose quanto ne viene?spiego veloce : io e Pepì non abbiamo cute grassa però ricci e lei anche sempre piena di nodi/nidi 😉 e ambedue stracrespi;lunghezza? Lei spalle, io punta finale giù giù giù al sedere! Vado con proporzioni da 1/2kg di yogurt? Grazieeeeee!

  3. Lullaby infatti mannaggia davvero!! 🙁 meno male che esiste il web! :-)ma in che zona abiti della Sicilia?
    @Gio…. secondo me vale la pena sperimentare 🙂 non sono un’esperta di capelli 😉 ma con queste dosi mi è uscito quel vasetto che vedi in foto, che è un po’ più grande di quelli per le marmellate…. (mi pare sia dei carciofini sott’olio… ), quindi in teoria basta per diversi lavaggi… Se i vs capelli sono ricci e crespi, forse aumenterei un po’ l’olio di lino e ridurrei il limone… insomma, se sperimenti facci sapere! 🙂

  4. 30 km da Palermo! 😀 stai pensando di venirmi a trovare? 😛

  5. Domattina lo provo, vedremo…hihihihihihi

  6. Industriosa davvero! 😀
    Sarà sicuramente più efficace di tutte le porcherie che vendono… 😕
    A parte che io, dagli ingredienti, ci vedo anche possibile un bello sformaggetto ahahahahah :mrgreen:
    Bravissimaaaaa…

  7. Ahahahah Lali può essere l’idea del secolo! balsami x capelli da mangiare ahhaahah 😀 grazie cara sai sempre strapparmi una risata!!
    @Lullaby magariiiiiii!!! 😀 no, chiedevo perchè mia sorella e mio fratello abitano a Siracusa, quindi tipo ogni anno (o anche ogni due…) vado a trovarli, e se fossi stata in quella zona sarebbe stato bello organizzare qualcosa! 🙂
    @Gio fammi sapere!! 😀

  8. Laura, guarda che saranno solo 300 km (solo andata) e nn sono neanche un grosso problema.. adoro guidare.. per cui, quando sei in sicilia, fai un fischio! 😀

  9. Ok cara! 😀 al momento non ho in programma di andare a breve, ma senza dubbio quando andrò ti farò sapere! 😀

  10. Accipicchia, ho appena comprato quello industriale, appena lo finisco provo!! 😀

  11. Avatar

    ma che bella idea… domanda: ma l’agar agar a cosa serve? il fatto di metterci olio e yogurt non sporca i capelli appena lavati? io lo userei come impacco preshampoo in quanto mi sembra molto nutriente!
    da qualche mese io uso solo sapone solido per lavare i capelli (aleppo in particolare) e dopo averli sciacquati molto bene faccio un risciacquo all’aceto (1 cucchiaio di aceto di mele in brocca d’acqua calda da lasciare in posa qualche minuto e risciacquare). all’inizio (soprattutto se i capelli sono abituati a prodotti industriali) sembra che non vengano bene ma dopo un po’ di utilizzi la cute si normalizza e i capelli restano puliti e voluminosi a lungo (io li ho semi mossi lunghi fino al sedere).

  12. imo79: l’agar agar l’ho usato perchè parte di un balsamo (della lush) che stavo usando, e pare che abbia proprietà benefiche sui capelli, oltre a dare comunque una consistenza più corposa. Stesso discorso per il Guar. l’olio di lino lo uso spesso sui capelli, soprattutto in estate quando li lavo ancora più spesso; in ogni caso, dipende sicuramente dal tipo di capello. Se io facessi solo il trattamento all’aceto dovrei chiamare il vicino e farmi aiutare con un decespugliatore!! 😉

  13. Bellissima idea cara Sfisfi!
    Più si riesce ad autoprodurre meglio è! 😉

    @Lali: Un formaggetto…?? Ummmmmmm… Aspetta…! sento un rumorino… ? …sento già girare le rotelline nella tua mente… 😉 🙂

    Bacissimi fanciulle belle!

  14. Wow, profonda ammirazione per il tuo ingegno! Forse, chissà, a un certo punto troverò anch’io la forza (della disperazione?! XD) per crearmi dei prodotti secondo le necessità dei miei poveri capelli 😀

  15. Avatar

    Fatto a freddo, senza addensanti e raddoppiato dosi; tenuto su con pellicola un’ ora : mooooolto buonissimo. Per fortuna che non mi ha visto Lali, altrimenti mi scambiava per un piatto di spaghetti , visto che potrebbe tirarci fuori un vegmaggio. Grazie di aver condiviso questa cremina

  16. Niki Grazie cara! 🙂

    Marica grazie, sì dai prova anche tu così poi ci fai sapere! 🙂

    Gió sono davvero felice che ti sia piaciuto!! 😀

  17. Sfisfi piaciuto tanto ai miei capelli 😉

  18. Oggi l’ho utilizzato di nuovo, portato in piscina, tenuto in posa solo un paio di minuti (il tempo della doccia)…. Sisì, mi piace! Stavolta mi pare che abbia anche conferito maggior volume ai miei capelli! 🙂

  19. Avatar

    Ciao Sfisfi, spero di non essere in ritardo scrivendo dopo ben 2 anni, ho trovato questa tua “ricetta” googlando per caso e volevo provare questo balsamo homemade. Finora ho usato quello di Pantene “Lisci Effetto Seta” (si può nominare, sì?) e ho notato che effettivamente i miei capelli, di natura mossi, senza balsamo vengono uno schifo, crespi e impossibili da pettinare. Sembra addirittura che si siano “assuefatti” proprio a questo balsamo in particolare, dato che ho provato ad usarne anche altri ma non ottengo lo stesso risultato che con il Pantene.

    Sai dirmi che porcate contiene? Il fatto è che si sporcano velocemente, anche perché sono lunghi, sinceramente mi scoccio di lavarli ogni 2-3 giorni. Otterrei benefici usando questo tuo balsamo, dato che è fatto con “ingredienti” sicuri e sani?

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti