Aspic di tofu

Ringrazio Concita per l’idea geniale che mi ha dato con QUESTA sua ricetta, ci stavo pensando da settimane… e poi é arrivata lei! Quindi che dire? Voilà!

Ingredienti per 4 aspic:
Un bel panetto di tofu piuttosto spesso da circa 400 g
4 palline di zucca al vapore
macedonia di verdure lessate circa 12 cm, insomma una bella ciotolina
70 cl di brodo vegetale
5 g di agar agar

Procedimento:
Per la zucca ho fatto come Concita, con uno scavino ho fatto tante palline che ho cotto al vapore lasciandole un po’ al dente:

Per il tofu mi sono fatta aiutare da mio marito, a volte avere un marito artista aiuta… E’ lui infatti che ha scolpito il tofu:

Ho messo anche questa foto per dimostrare che é vero: sono di tofu e zucca!

Poi ho scaldato l’acqua e ci ho sciolto un brodo vegetale granulare, siccome il mio ha dei pezzetti di verdure dentro l’ho anche filtrato, ma rimane sempre un po’ torbido, ho aggiunto l’agar-agar e ho fatto sobbollire per due minuti circa, di questo brodo ne ho messo circa mezzo centimetro sul fondo degli stampini.

La pentola con il brodo e l’agar-agar l’ho lasciata sul fuoco basso in maniera che non si raffreddasse e non si rapprendesse, gli stampini li ho messi subito in freezer un minuto circa. Quando il fondino era rappreso ho aggiunto il tofu con la zucca rivolta verso il basso:

Poi ho aggiunto le verdurine in giro in giro, le mie erano in conserva, altrimenti si prendono carote, tegoline etc, si cuociono al vapore e si tagliano a dadini. Per ultimo ho coperto tutto di brodo “agarizzato”, prima che si rapprendesse nelle pentola.

Come stampini ho usato dei contenitori in vetro da freezer, ovviamente più é piccolo il contenitore e meno verdure e brodo ci vanno, o viceversa. Con queste dosi noi ne abbiamo fatti 4, accompagnati da una insalatina sono molto buoni/belli/strani in antipasto. Insomma, visto che Pasqua si avvicina… restiamo nella tradizione no? Che ironia! Mi sa che rido da sola!

Per dovere di cronaca e visto il successo riscontrato aggiungo una foto della sezione:

  1. Ma tu non sei un semplice Genio, sei il nec plus ultra della cucina!!!!
    Sono una tua fan a vita, stupendissimeeeeeee!!!!
    Ma che dico, strepitose, ma che dico, FANTASTICHE!!!!!
    sono letteralmente innamorata di questa ricetta!!!!!
    Formidabile!!! Genialissima, stupenda!!! Credo che per tagliare il tofu tu possa usare come “scavino” gli stampini per gli ovetti di cioccolato!!
    Geniale!!! Genialeeeeee!!!!!

  2. se me ne spedisci un container, metto da parte il crudismo per un po’ e me le sbafo per quanto sono belle!!!!! Gulp!!!! :love:

  3. He he… Simpaticissimo piatto… Concita sarà contenta!
    🙂

  4. By the way: per chi a Pasqua non trovasse + la zucca, provate a fare una crema di carote, curcuma, poco peperoncino e avocado, ricorda il rosso d’uovo persino per sapore!!! Ora la smetto di lasciare commenti su questa ricetta geniale,ma….accidenti che belleeee queste uova in aspic!!!!

  5. Fantastico complimenti a te e al tuo mentore, siete stati bravissimi, ha un aspetto favoloso da alta cucina e sicuramente come dice Sauro Concita ne sarà orgogliosa! Bravi bravi ancora 🙂

  6. Sono meravigliosi questi aspic!

  7. una meraviglia di piatto!! i miei complimenti! (rivolti anche al marito scultore! 😀 )

  8. Anche da soli (non in aspic), quegli ovetti di tofu e zucca sono uno spettacolo !!! Complimenti…

  9. Stupenda.. Brava Pizza e Brava Concita che fornisce sempre buone idee per creare dei piatti speciali, come questo!!! 😛

  10. Bravissima! (anche tuo marito ovviamente)
    Certo che sono contenta! 🙂 🙂 🙂
    E’ venuto bello, artistico 😉
    bacioni

  11. Anch’io do un consiglio per chi volesse fare queste ricette per pasqua utilizzando la zucca per creare i tuorli… basta comprare della zucca in questo periodo, ricavare delle palline con lo scavino e metterle nel congelatore. quando vi serviranno cuocetele direttamente al vapore 😉

  12. Che meraviglia! Siete diventati dei geni in mia assenza!

  13. Si, brava Concita, anche perché facendo le palline con lo scavino e scavando il tofu con lo stesso scavino si é sicuri di creare lo spazio giusto per poi adagiarci dentro la zucca che farà ancora più effetto.

  14. Fantasmagorico!!
    Questa finisce dritta nella top ten per calendari e affini!!
    BRAVI!!

  15. Beh, in effetti dico sempre che ho poca fantasia per inventare ricette nuove, ma di questa sono molto orgogliosa! Stasera l’abbiamo mangiato a cena: é anche buono! Grazie a tutti per i complimenti, ma il più bel complimento é… se provate a farlo anche voi!

  16. wow che bello!!! sei stata davvero brava 😛 anzi siete stati, visto che anche tuo marito ha collaborato 😀

    io non so per quale motivo, non amo i “blocchi gelatinosi”, non li ho mai voluti mangiare 🙁
    a me piace masticare, rompere, distruggere con i denti…
    non mi ci vedo col cucchiaino a mangiare questo aspic O__o

    cmq complimentissimi per il tutto! Le uova sode sono meravigliose!!! 😛

  17. Questa è arte! Spero di trovare ancora qualche zucca buona (al mercato sotto casa già non le vendono più :(), perchè questo è decisamente un piatto confondi-onnivori da provare! 😉

  18. Semplicemente geniale!! :))

  19. Ci voglio provare anch’io a fare l’aspic. Mi intriga

  20. che buona idea!

  21. Ma sei un geniaccio del male! Ora come faccio a non ricrearli a Mik? mi terrà stretto per ricrearglielo!

  22. Grazie grazie a tutti… Ho già un’idea per un mega aspic fatto in uno stampo da plum-cake stretto e lungo… con il tofu allineato in ordine, da portare in tavola intero e tagliare al momento, servito su un vassoio rettangolare, con tanta verdurina verde in giro in giro a mo’ di gonnellina… Ma al posto del tofu scolpito così si possono mettere tante altre cose… Ciao.

  23. Pizza, la nuova foto é ancora piú spettacolare della prima, Concita ha seminato in un terreno pronto a dare frutti stupendi…ormai sono fissata con questa tua ricetta (si era capito credo :mrgreen:)

  24. Si, l’altra foto non mi piaceva, quindi ne ho fatte altre, ma il risultato non é famoso: il brodo é opaco e quindi il tofu e la zucca sono un po’… mosci… prossimo tentativo con brodo più trasparente!
    Ti consiglio di provarla, noi ieri sera l’abbiamo mangiato con mayomì (una maionese vegetale) che dovevo finire, oppure fai la mayonese con una delle ricette del sito: sono buonissime!

  25. Haute cuisine! complimenti, oltre che per la presentazione, per la fantasia! Bravi 🙂

  26. APPLAUSI!!!!!! davvero geniale..brava brava, e anche il maritino..che bello cucinare insieme!

  27. che capolavoro!!! e bellissimi anche i passaggi!!! complimenti!! 😀

  28. Pizza pie: CHE GENIALATA!!!! Complimenti ad entrambi per il risultato ottenuto!!! Che lavorone!!! Bravissimi!!!

  29. @Pizza: a me la gelatina un po’ torbida piace molto invece, sembra + “rustica”, quelle trasparenti sono chic, ma forse per me lo sono un po’ troppo, non trasmettono + quell’idea di brodone verduroso gelificato…
    Hai pensato di fare queste uova anche con la polenta? Con quella bianca fai il bianco, con quella gialla e lo zafferano il rosso, e non hai + problemi con le stagioni…oltre tutto la polenta si taglia alla perfezione sia con lo scavino che con gli stampini a forma di uovo…
    io sto lavorando su un ovetto crudista, sul cotto no, perchè poi non lo mangerei…
    bacioni

  30. bravissima, hai (anzi, avete!) realizzato davvero un capolavoro!

  31. tempo fa avevo tentato un aspic di zucca e radicchio che e’ finito direttamente nel rusco ( sacchetto dellA FRAZIONE UMIDA).
    purtroppo la vecchia abitudine alle gelatine classiche ,colla di pesce e/o brodo di ossa cartilaginose mi aveva illuso.
    gli aspic erano una mia specialita’,e vi risparmio il nominare gli altri ingredienti.
    adesso so come fare… o perlomeno provarci.
    grazie e complimenti.
    p.s.
    se posso permettermi un consiglio,per chiarificare il brodo,nella cucina classica si usa il bianco d’uovo,ovviamente out. Si potrebbe provare passandolo piu’ volte attraverso un chinoise foderato di due o tre strati di garza fine,oppure carta da filtro,tipo quella del caffe’ all’americana,ovviamente prima di mettere l’agar agar.
    Comunque gia’ cosi’ mi sembrano bellissimi.

  32. Si, volevo filtrare il brodo con il filtro in carta ma non li ho trovati, pensavo di averne ma non so dove li ho ficcati! Questo brodo l’ho comunque filtrato… é quello granulare della “Produits de la vie” una marca tedesca (lebegesund é il nome del sito) é molto saporito ma torbido, se lo si fa in casa con le verdure viene più chiaro… L’agar agar a me piace di più anche come sapore/consistenza rispetto ad altri sistemi! Non solo per una questione etica! Calcolare circa 1 cucchiaino da caffé di polvere di agar agar per solidificare mezzo litro di composto.
    Grazie a tutti!

  33. sai dirmi gli ingredienti di questa maionese vegetale (mayomì)?

  34. … 😳 in realtà nel frattempo abbiamo cambiato marca di maionese, ora compriamo la Plamil… quindi non ho un barattolo sottomano…

  35. Mimì, ho trovato questo articolo dove sono specificati gli ingredienti della Mayomì e dove potrai trovare la foto della confezione:

    http://vg-zone.net/2010/04/03/mayomi-le-sojami/

    Tofu lactofermenté (eau filtrée, soja dépelliculé 15%, ferments sélectionnés), huile de soja désodorisée, huile d’olive première pression à froid, moutarde de Dijon (5.3%, vinaigre d’alcool, graine de moutarde, eau, sel marin), sel marin non raffiné, épaississants : carraghénanes, farine de graines de guar.

    Tofu lactofermentato (acqua filtrata, soia sbucciata 15%, fermenti selezionati), olio di soia desodorizzato, olio di oliva prima pressione a freddo, senape di Digione (5,3% aceto di vino, semi di senape, acqua, sale marino) sale marino non raffinato, addensante: carragenani, farina di semi di guar.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti