Lasagne con radicchio senza glutine e “Les caprices de Pauline”

Continua la saga delle lasagne a casa mia!! Siccome non posso gustarle con le solanacee, mi “accontento” di farle con alternative gustose!! Sotto vedrete anche delle creazioni super vegane fatte da una pasticceria di Grasse…alla faccia di chi dice che vegano è triste!!!

Ingredienti per 3 persone:
12 sfoglie di lasagne veg di lenticchie (le trovo al Natura sì)
1 cespo grande di radicchio tondo
6 cucchiaiate di Vellutata “Ginger”
2 cucchiai di sedano-carota-cipolla (per soffritto a dadini)
500 ml di bevanda di soia
50 g farina di riso
25 g olio evo
2 cucchiaiate di farina di mandorle per l’ultimo strato delle lasagne
olio e sale qb

Attrezzi: una teglia quadrata da 20 cm di lato.

Procedimento:
Preparare la bechamel: tostare leggermente la farina con l’olio poi togliere dal fuoco, aggiungere lentamente il latte di soia. Mescolare bene affinché non si formino grumi. Mettere sul fuoco e portare a bollore, abbassare la fiamma e far appena appena addensare: restando lì si solidificherà molto!! Portare a bollore una pentolona di acqua.  Mettere 2 cucchiai d’olio (servono a non fare attaccare le sfoglie), salare e buttare una ad una le lasagne di lenticchie. Far cuocere 5 minuti, mescolando bene per non farle attaccare. Scolare e raffreddare con acqua fredda corrente e poi disporre su un canovaccio pulito.
Lavare bene il radicchio, asciugarlo e tagliarlo a fettine sottili. Mettere la verdura per il soffritto in una padella con due cucchiai di olio e far imbiondire, aggiungere poi il radicchio e far stufare a fiamma medio-bassa. Quando è morbido salare a piacere e togliere dal fuoco (o induzione).
Assemblare la lasagna: mettere sul fondo della pirofila uno strato di bechamel, mettere due sfoglie di pasta, sopra il radicchio, un cucchiaio di crema di carote zucca, la bechamel. Proseguire così fino a finire gli ingredienti: farete 6 strati. Sull’ultimo mettere la farina di mandorle e un filo d’olio.

Pronta per il forno!!

Infornare a 200°C per 30-40 minuti circa. Dorare all’ultimo se gradite più croccante la parte superiore.
Ed ecco la lasagna appena sfornata

Io l’ho lasciata più morbida e ho preferito non crostare la parte superiore. Guardate che cremosa!!!

Vi lascio con un ultima fetta…la foto è un pochino mossa…forse per l’emozione…ma è davvero buona!!!!

Il punto:
La crema carote zucca è il tocco in più per chi non gradisse l’amarognolo del radicchio e serve anche a renderla più voluttuosa. Volendo si potrebbero aggiungere funghi e castagne…largo alla nostra fantasia!!!! E…buona lasagna a tutti!!!
Vi lascio con qualche foto di alcune paste di mandorle veg che mia mamma (che è un segugio!!!) ha trovato a Grasse.

Ammirate la maestria…e vi assicuro sono buonissime…anche se un po’ mi è spiaciuto mangiarle talmente erano belle!!!

Sono fatte con mandorle o pistacchi o altra frutta secca…una delizia assoluta!!! Ho chiamato la ditta e gentilissimi mi hanno dato tutte le informazioni.

Sono morbide, si conservano per giorni e mantengono fragranza e sapore intensi. Li spediscono anche in Italia!!!

  1. Deve essere molto gustosa, poi bene ruotare con alimenti senza glutine!

  2. Grazie Cinzia😙😙😙😙 Io devo evitarlo proprio e sto bene davvero ❣❣❣

  3. Mi ispirano molto le tue lasagne! E brava mamma-segugio! Trovo molto dolce che trovi i dolcetti così che tu li possa mangiare!

  4. Grazie Dida😙😙 Sono contenta del tuo apprezzamento❣❣ Mia mamma e una Mamma con la M maiuscola…darebbe la sua vita per me 😍😍

  5. Mi fai venire fame 🙂 … bellissime anche le paste di mandorle!!!

  6. Grazie Different 😙😙😙😙 Sei proprio carina 😍😍

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti