Composta di papaya – Nattura

Nella prima vegan box ricevuta ho trovato qualcosa che mi ha incuriosita molto. Una confettura diversa dalle classiche, preparata con un frutto non proprio a chilometro zero ma davvero interessante, ossia la composta di papaya di Nattura.

Trovo molto interessante l’idea di commercializzare una confettura preparata con la papaya, un frutto dall’elevato apporto vitaminico. Contiene vitamine C, A, E e K. Contiene anche magnesio, potassio e rame.
Devo ammettere che non sono un’amante delle marmellate a meno che non siano di frutti di bosco o amarene ma la curiosità di provare questa mi ha fatto rischiare di non riuscire a fotografarne la confezione da chiusa.
E partiamo proprio da questa.
Si tratta di un barattolo di vetro dalla forma esagonale, ricoperto per due terzi dall’etichetta ma sufficientemente libero da mostrare il colore ambrato della marmellata in esso contenuta.
Sulla parte frontale dell’etichetta è ben evidente il marchio Nattura e il tipo di confettura di cui si tratta. E nel caso ci fosse qualche dubbio, una bella immagine della papaya ce lo ricorda.
Viene anche sottolineato che si tratta di una composta con ingredienti provenienti da agricoltura biologica.
In bella vista anche il marchio VEGANOK

Girando il barattolo vediamo la lista degli ingredienti. Mi  piace il fatto che non sia una lista lunghissima, ma solo gli ingredienti essenziali di cui una confettura dovrebbe essere composta: la purea di papaya e la purea ed il succo di mela rappresentano più dell’80% degli ingredienti  di questa composta. E sono entrambi di origine biologica.

Seguono le indicazioni di conservazione, la dichiarazione che si tratta di un prodotto senza glutine ed infine tutti i dettagli legati al prodotto certificato Bio.
La cosa che trovo interessantissima è il peso del prodotto: 330 g. Molto di più dello standard delle confetture in commercio.
Non mancano i valori nutrizionali, calcolati su 100 g di prodotto.
L’utilizzo di zuccheri della frutta rende questa composta poco grassa.
Accanto ai valori nutrizionali, è visibile il numero di azienda VEGANOK (0264).
Seguono i contatti aziendali: mail e logo dei social su cui sono presenti.
Infine le indicazioni di smaltimento del contenitore.

Non resisto, la curiosità è tanta quindi l’assaggio è prossimo.
Aprendo il barattolo trovo una confettura dalla consistenza molto compatta. La pectina rende questa composta abbastanza gelatinosa e la prova cucchiaino lo dimostra. Sembra di prelevare una sorta di budino.

Vista la consistenza, mi ha incuriosito la spalmabilità per cui ho deciso di provarla su delle fette biscottate.
Sorpresa! Si spalma benissimo. L’effetto gelatinoso è sparito non appena il coltello ha cominciato a stendere lo strato di confettura sulle fette biscottate.

E finalmente l’assaggio.
La prima cosa che mi ha colpito è il fatto di non aver sentito un sapore particolarmente esotico pur trattandosi di un frutto tropicale. Il sapore ricorda quello della marmellata di albicocca, ma meno dolce, cosa che ho apprezzato tanto.
Al secondo assaggio ho provato ad esplorare un po’ di più i sapori e allora sì, ho avvertito la differenza. Nonostante sia lontano dal gusto esotico che mi aspettavo, il sapore è delicato e si avverte la presenza della frutta. Nulla a che fare con alcuni prodotti dal sapore “chimico” che si trovano in commercio. Ho voluto provare anche ad utilizzarla per farcire delle crostatine cotte al forno e la mancanza di foto che provino la buona riuscita dei dolcetti testimoniano quanto siano stati buoni…sono terminati prima ancora di metterli in tavola!
Insomma, la composta di papaya Nattura è un’ottima compagna per farcire le vostre colazioni.

Link al prodotto:
https://www.veganok.com/it/product/composta-di-papaya/
Link al produttore:
https://www.veganok.com/it/company/nattura/
Link a tutti i prodotti:
https://www.veganok.com/it/products/nattura/

  1. Sembra proprio un ottimo prodotto! Da provare 🙂

  2. Si @different, davvero da provare. È una composta diversa dalle classiche in commercio.

  3. Prodotto interessante. Il sapore di Papaya mi piace, sarà sicuramente ottimo. Per quanto riguarda chilometri 0, beh, per i frutti esotici almeno secondo me il discorso cambia. Non mi comprerei le fragole dalla Spagna, visto che crescono da noi ma per certe verdure e frutta faccio volentieri eccezione.

  4. Ne ho viste di confetture e di frutti con cui fare marmellate….ma la papaya mi mancava…ottima recensione

  5. @veruska concordo con te sul km zero e sui frutti esotici. In genere siamo soliti trovare marmellate e composte di frutta “locale” , coltivata in Italia ed Europa, per cui ho trovato insolita una confettura con un frutto esotico. Il km zero era riferito a questo. A una confettura prodotta con un alimento non locale, quindi diverso dai classici in commercio 😊

  6. Grazie @veganblog.it, cerco di fare del mio meglio 🙂

  7. Davvero complimenti!

  8. francesca ricci 21 giugno 2018, 12:20

    La papaya è il mio frutto preferito, non mangio mai gelati chi mi conosce lo sa, solo quello alla papaya. Nattura è un’azienda di altissima qualità e sono sicura che sarà ottima, cercherò subito il prodotto!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti