Torta Tramezzino

Antipasto sfizioso ,facile da preparare.
La  “torta” è preparata con pane per tramezzini , stratificata  con vari ripieni e condimenti.

Ingredienti misure rettangolo da 23 x 10 cm:
1 confezione di pane per tramezzini (Roberto)
4 cucchiai maionese di soia
2 cucchiai salsa non tonnata
4 sottilette vegetali
2 pomodori
1 zucchina grigliata

Per la Salsa non Tonnata:
3 cucchiai maionese di soia
1 cucchiaio capperi
3 cucchiai olive verdiProcedimento:
Iniziate a preparare in anticipo la salsa non tonnata. Basta frullare la maionese con olive e capperi ed è pronta. Spalmate il primo strato di pane con maionese e zucchine grigliate.
Ricoprite col secondo strato di pane, maionese e sottilette vegetali.
Continuate con pane,salsa non tonnata e pomodori. Un’altra fetta di pane,maionese e zucchine. Finite con l’ultima fetta di pane,ora ricoprite tutta la torta con la maionese.Decorate con la rucola ,pomodorini e altre verdure che preferite in modo da ricoprire i lati e la superficie della torta. La torta tramezzino può essere conservata in frigorifero per due giorni al massimo.

  1. Inspeigabilmente… mi piace! Cioè sembra una porcheria maialosa, di quelle che assaggi una volta per dire “l’ho fatto”, poi non ti azzardi mai più. E invece io me la mangerei tutta da sola per merenda! Non so se mi spiego! Riuscissi a votare ti darei 5 punti! Anzi 6!!!

  2. Spettacolare! Forse rivedrei alcuni ingredienti per idiosincrasia personale ma l’idea è fantastica, grazie 🙏 per la condivisione

  3. Ottimo risultato, quando si porta a tavola questo, nessuno sa dire di no. Molto bella e curata nei particolari, personalizzabile all’infinito, complimenti.

  4. Ciao Dida , certo ti sei spiegata bene. Confermo che è una bomba calorica 😂😂😂

    Zumi a quale ingrediente ti riferisci?

    Grazie Veruska 😉

  5. Non sono mai stato amante della Maionese quindi la sostituirei con qualcosaltro di grasso come un avocado, sono poi titubante su quelle sottilette tanto dal punto di vista nutrizionale quanto da quello etico, forse gradirei più una vegotta magari auto prodotta, cercando cmq di lasciarlo un piatto completo, carboidrati grassi e proteine

  6. L’avevo fatta anche io un pò di tempo fa ma un pochino diversa.

  7. francesco basco 16 aprile 2018, 22:11

    Che dire originale da tutti i punti di vista…bella l’idea che può avere tutte le varianti possibili in termini d’ingredienti…date sfogo alla fantasia

  8. Donatella Buratti 19 aprile 2018, 12:40

    Non c’è che dire, un’architettura colorata e golosa. Complimenti per creatività, manualità e dedizione. Sono anch’io perplessa come ZuMi sulle sottilette. Ho parecchie riserve sui prodotti dell’industria alimentare che tentano di riprodurre alimenti crudeli non proprio salutari. Inoltre le ho assaggiate e sinceramente hanno un gusto troppo forte, che rinviene anche a distanza di ore. Le sostituirei anch’io con qualche cosa di auto prodotto e più salutare. Ma è un’opinione del tutto personale. Baci.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti