Pulihora Riso al tamarindo a modo mio

Come sempre aggiungo “a modo mio” visto che me la sono personalizzata un pò questa ricetta. Ci andrebbero anche i ceci ma a mio figlio non piacciono, quindi…non li ho messi 🙁  Non avendo semi di senape nera, ho messo i semi chiari e ho aggiunto anche un pochino di Nigella sativa – la spezia miracolosa. Il nome Pulihora si riverisce al sapore tipico aspro del Tamarindo. Comunque anche di questo riso esistono tante versioni quindi sbizzarritevi con i sapori. Ecco pronto: Pulihora Riso al tamarindo a modo mio
Ingredienti:

Riso Basmati
pasta di Tamarindo
semi di senape
semi di Nigella sativa
semi di finocchio
curcuma
cipolla
sale rosa
zucchero di canna grezzo
foglie di Curry (io essiccate)
asafoetida
olio di cocco
per finitura del piatto semi oleosi abbrustoliti

Note ASAFOETIDA:

Questo ingrediente è molto usato nella cucina indiana, quindi il mio consiglio è acquistarlo, non deve mancare. Si trova sotto forma di polvere (io l’ho trovata così, la polvere contiene anche il fieno greco , un’altro ingrediente tipico della cucina indiana) o sotto forma di cristalli e si ricava dai rizomi della pianta. Il suo odore tipico è per alcuni fastidioso e sgradevole, non per niente la chiamano STERCO DEL DIAVOLO – niente paura, odore scompare in cottura quando viene soffritto in olio con le altre spezie e lascia ottimo sapore di aglio arrostito.

Procedimento:

Preparate il riso Basmati, io lo cuocio per assorbimento. In questa maniera viene cotto alla perfezione. Potete usare questa ricetta anche con del riso avanza del giorno precedento, visto che si serve o caldo o a temperatura ambiente. Ora riscaldate una padella e a secco fate rosolare i semi di finocchio, foglie di curry, peperoncino secco, semi di senape e semi di Nigella. Lasciate a raffreddare e con macina spezie riduceteli a polvere. Nella stessa padella mettete olio di cocco, cipolla,curcuma e iniziate a soffrigere. Aggiungete altre spezie macinate e continuate a soffrigere ancora per qualche minuto magari sfumando leggermente con acqua. Sciogliete tamarino (un cucchiaio) in mezzo bicchiere di acqua,aggiustate di sale e mettete zucchero di canna. Mescolate scigliendo bene tutto e versate questo composto in padella. Proseguite la cottura finche la salsina non diventa collosa e appiccicosa. Poi basta aggingere il riso cotto, mescolare e servire con la granola di semi oleosi. Il piatto ha un sapore aspro, dolce,piccante e speziato, per palati occidentali un pò particolare, ma vi assicuro che è buonissimo.

  1. Interessante … dove si compra sta asafoetida???

  2. Io l’ho comprata sul sito Ayurveda 101.

  3. ok grazie mille ci faccio un giro subito 🙂

  4. Il 5 è riduttivo, adoro il riso e poi come lo hai fatto tu è davvero interessante…

  5. Vi ringrazio tanto per essersi soffermati ♥

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti