Risotto con foglie di barbabietola rossa al profumo di limone

L’altro giorno ho comprato dal contadino delle piccole barbabietole rosse per farne dei centrifugati, le foglie erano freschissime, peccato buttarle, quindi le ho utilizzate per un buon risotto che ho profumato con la buccia dei limoni della pianta della mia amica che non utilizza nessun pesticida, le foglie più tenere le ho messe per decorazione e le ho mangiate crude.

Ingredienti per 2 persone:
200 g di riso carnaroli
olio evo q.b.
1 spicchio d’aglio
10 foglie di barbabietola rossa
sale q.b.
pepe macinato al momento
2 cucchiai di farina di mandorle
buccia grattugiata di mezzo limone
rigoli di buccia di limone per decorare
6 fettine piccole di barbabietola rossa per decorare
foglioline piccole di barbabietola per decorare

Per il brodo:
1 l di acqua
1 carota
gambo di sedano
mezza cipolla
scarti della barbabietola

Procedimento:
Pulire le verdure per il brodo, metterle in una pentola, aggiungere acqua, portare a bollore e cuocere per circa 20 min. Intanto pulire le foglie di barbabietola con tutti i gambi e tritarle finemente, mettere da parte più piccole, affettare le barbabietole per la decorazione, grattugiare il limone e ricavarne dei rigoli con l’apposito attrezzo ed infine tritare nel macina caffè un pugno di mandorle pelate. In una padella o casseruola versare un filo d’olio evo, uno spicchio d’aglio e lasciar soffriggere. Quando l’aglio si sarà imbiondito, toglierlo ed aggiungere  le foglie tritare. Quando saranno appassite aggiungere il riso, girare ed aggiungere man mano il brodo caldo.


Prima di terminare la cottura aggiungere il sale, la farina di mandorle. Spegnere il fuoco ed aggiungere la buccia di limone tritata e  una spolverata di pepe(facoltativo). Amalgamare e versare il riso nei piatti. Decorare con fettine e fogliettine di barbabietola e rigoli di limone e servire caldo.

1 Punto2 Punti3 Punti4 Punti5 Punti (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
  1. Ottimo lavoro Pina, come sempre.

  2. Sempre belle e colorate le tue ricette

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti