Insalata di farro all’ortolana

Il farro è il più antico frumento coltivato dall’uomo e uno dei meno calorici. Contiene glutine  dunque non è adatto a chi soffre di celiachia o di intolleranza a questo elemento. È un alimento più digeribile rispetto al grano duro e al grano tenero, è saziante e  può aiutare a limitare le quantità di cibo e di calorie introdotte durante i pasti. Il suo contenuto di fibre favorisce la pulizia dell’intestino è adatto quindi a chi sta seguendo una dieta.
Io lo acquisto spesso precotto, in 10/12 minuti lo cucino e lo mangio con un filo d’olio o con qualche condimento di verdure di stagione. Luzi, azienda del centro Italia, ha diversi prodotti particolari e pensati per vegani. Nel loro sito si trova scritto “La coltivazione del farro della più antica specie è la nostra principale attività. Viene condotta all’interno dell’azienda agraria di famiglia che si estende su una superficie di 400 ettari intorno alle provincie di Pesaro Urbino e Ancona”
L’azienda produce pasta (ho assaggiato quella farro e fave, molto buona!), cereali, farine e piatti pronti. E proprio di piatto pronto andiamo a parlare: l’insalata di farro all’ortolana. Luzi produce altri 3 tipi di piatto pronto: farro all’olio, ai peperoni e mediterraneo.

Nella parte frontale si vedono delle belle verdure che fanno capire subito quali sono gli ingredienti, inoltre è specificato l’uso dell’olio di oliva. In basso viene indicato il peso e la modalità di cottura. Nel retro c’è una bella foto con dei bimbi, per mettere in evidenza la  gestione familiare.

Nel lato inferiore troviamo gli ingredienti molti dei quali biologici. Viene specificato nuovamente la modalità di cottura/riscaldamento, ma c’è la doppia opzione (microonde o padella), entrambe molto veloci.

Anche queste foto non sono delle migliori ma si vedono la confezione e la pellicola di plastica, e le verdure (che non sono tantissime). Da divoratrice di ortaggi avrei preferito l’abbondanza, ma di certo non possono vendere una confezione di farro alle verdure dove le verdure sono più del farro…

Non ho la foto del prodotto aperto e pronto per essere mangiato perché non ero in casa mia quando l’ho riscaldato ma proprio questo permette di capirne la comodità: se si è di fretta o si deve mangiare fuori (ad esempio al lavoro) è facile e veloce da preparare, chiedendo l’uso di un microonde per mezzo minuto, ma per quanto mi riguarda anche a temperatura ambiente se non si riesce ad usare microonde o padella.
In generale mi ha soddisfatto, non è asciutto e quindi non ti rimane bloccato in gola, ma non è neanche unto. Ribadisco che per i miei standard le verdure sono pochine, speriamo ne mettano una quantità maggiore in futuro!

1 Punto2 Punti3 Punti4 Punti5 Punti (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti