Broccoli

Il broccolo (Brassica oleracea), chiamato anche cavolo broccolo, è una varietà di Brassica oleracea, la  famiglia di piante conosciute comunemente come cavoli, di vari forme e aspetto.
I broccoli sono ortaggi ricchi di sali minerali (calcio, ferro, fosforo, potassio), vitamina C, B1 e B2, fibra alimentare, tiossazolidoni (sostanze particolarmente efficaci nella cura della tiroide).
Contengono sulforafano, sostanza che  previene la crescita di cellule cancerogene e impedisce anche il processo di divisione cellulare con conseguente morte cellulare. Hanno un potere antianemico, emolliente, diuretico, cicatrizzante, depurativo e vermifugo.
Sono indicati nei casi di stitichezza cronica grazie alla ricchezza di fibre vegetali.
I broccoli  (come tutti i vegetali) combattono la ritenzione idrica aiutando l’organismo a disintossicarsi.
Per il loro potere saziante e poco calorico sono molto indicati nelle diete dimagranti, nonostante i broccoli vengano considerati ortaggi ipocalorici sono molto efficaci nei casi di  affaticamento e di carenze vitaminiche.
Alcuni ricercatori dell’Università della California,  hanno eseguito uno studio su volontari sani. Ad alcuni di essi hanno somministrato estratti di broccoli, ad altri solo placebo. Dalle osservazioni cliniche che ne sono scaturite, è emerso che gli attivi presenti in questi ortaggi hanno inoltre capacità di mitigare le infiammazioni delle vie aeree superiori (faringe, laringe, trachea e parte alta dei bronchi). Ed è tutto merito del sulforano presente. 100 g di broccoli contengono circa 39 kcal, acqua 88g , carboidrati 4,5 g , proteine 4,0 g e grassi 0,5 g.
I broccoli (ottimi cotti), ma non troppo! Mentre una cottura a bassa temperatura contribuisce al rilascio di alcune sostanze protettive, surriscaldandoli in una cottura prolungata e “violenta” se ne distruggono altre , come per esempio i carotenoidi come il betacarotene resistono al calore, ma gli indoli come l’I3C (molecola antitumorale) sono termolabili. L’ideale è una leggera cottura al vapore , una rapidissima bollitura oppure una cottura al microonde. Buona fonte di ferro offre questo ortaggio, che viene meglio assorbito dall’organismo grazie all’abbondanza di vitamina C e di acido folico, consigliato quindi in situazioni in cui si è più a rischio di sviluppare l’anemia.
A causa del contenuto di fibre insolubili  possono provocare gas intestinali e gonfiori addominali, consigliato un utilizzo moderato ai soggetti con problemi di gastrite o gastrointestinali.
Se consumati crudi (come in moltissimi Paesi esteri) aumentano il fabbisogno di iodio da parte dell’organismo per cui potrebbero causare problemi alla tiroide.
Secondo l’Ohio University Medical Center il consumo di broccoli è sconsigliato alle persone che assumono farmaci anti coagulanti causa la presenza di vitamina K che può interferire con tali farmaci.
Qualche curiosità: il nome pare derivare dalla parola latina brachium che significa letteralmente braccio ma che può essere utilizzato anche come ramo, probabilmente ad indicare la forma che ricorda quella di un piccolo albero.
Sono stati introdotti negli Stati Uniti durante il periodo coloniale ad opera dei migranti italiani e ora il 90 % dei broccoli consumati negli Stati Uniti sono prodotti in California.
La Cina è al primo posto nel mondo per quanto riguarda la produzione di broccoli.

1 Punto2 Punti3 Punti4 Punti5 Punti (No Ratings Yet)
Loading...
  1. Complimenti come sempre per i tuoi fantastici articoli pieni di informazioni!

  2. bellissimo articolo, li adoro e stasera sono la mia cena, ovviamente cotti a vapore! le tue info sono davvero preziose, grazie Luca!

  3. Magnifico broccolo!

  4. Il broccolo ,eccezionale non sapevo tutto ,grazie😊

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti