Pasta pesto e caviale

Buon giorno a voi tutti amanti della vita.

ieri mi sono cimentata in questa ricettiva un filo impegnativa come sapori ma niente affatto male davvero, ho scoperto questo caviale di alghe, quello nero lo conoscevo già, ma il rosso era un perfetto sconosciuto per me così ho voluto dargli una possibilità. Personalmente preferisco il nero, ma in questa ricetta il colore era indispensabile e quindi ho usato questo rosso che è più delicato rispetto all’altro. Ho fatto alcuni errori:
1) Ho usato una pasta corta di canapa che non ha tenuto bene la cottura, avrei dovuto lasciarla più al dente prima di spadellarla.
2) Ho usato della panna di soia che ha impastato troppo il pesto
Ma quando si sperimenta, gli errori si sa son di casa.

Ingredienti per 2 porzioni:
cavolo nero cotto ( * )
1/2 cipolla
10 g di anacardi
10 g di mandorle
20 g di noci
sale qb
evo qb
200 g di pasta di canapa, ma vi consiglio uno spaghetto integrale.
un pizzico di alghe secche miste ( io le preparo da me così le posso usare sempre)
panna di soia a piacere (opzionale) da usare in caso non si vuole usare gli anacardi

( * )  nn l’ho pesato, ne ho preso ad occhio la quantità che mi sembrava consona per 2.

Procedimento:
Mettete sul fuoco una pentola con acqua e sale per la cottura della pasta, quando l’acqua bolle versatevi la pasta. In un tegame versate un filo di evo ed il cavolo nero già lessato, lasciate rosolare un po’, tagliate a fettine sottili la 1/2 cipolla e versatela nel tegame, aggiungete un po’ di acqua e l’asciate cuocere il tutto, quando la cipolla è morbida, lasciate raffreddare un pochino. In un tritatutto versate la frutta secca e il cavolo nero, frullate fino a quando il composto non rimane morbido ed omogeneo, se è troppo denso, aggiungete un poco di acqua anche fredda; una volta pronto rimettetelo nel tegame e asciugatelo dell’acqua in eccesso, appena la pasta e’ pronta aggiungetela al tegame con il pesto, spadellate per bene fino a quando gli ingredienti non sono belli amalgamati e servite, aggiungendo sulla pasta 1 o 2 cucchiaini di caviale d’alghe ed il gioco è fatto. Buon appetito.

1 Punto2 Punti3 Punti4 Punti5 Punti (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
  1. Grazie è da provare, sembra molto interessante

  2. Grazie Franca !!!! Volevo sapere come prepari le alghe? Saluti cari e che la pace regni sulla terra

  3. un meraviglioso buon giorno a voi tutti,
    cara Alessandra, le alghe che uso in genere, sono quelle che riesco a trovare nei vari negozi, in genere per il mio “trito” di alghe uso: dulse, wakame ,kelp (questa,solo quando riesco a trovarla secca ) ,kombu , spirulina, mentre la kanten (agar-agar) la uso a parte per cucinare visto le sue proprietà addensanti.
    mi armo di pazienza e parto. metto un poco alla volta le alghe in un piccolo frullatore dopo averle pesate e fatto un rapido calcolo di proporzioni, faccio attenzione che il frullatore non si surriscaldi, e, creo di volta in volta il quantitativo necessario per circa un mese, non so se perdono le loro proprietà una volta tritate, mi auguro di no, qua bisognerebbe consultare il ns wikiveg. Luca B. ma in questa maniera le uso quotidianamente, un pizzico generoso, circa un cucchiaino per capirci nelle mie pietanze, così mescolate non ci sono sapori che prevalgono su altri e quindi sono ben equilibrati e saporiti.
    poi, se questo mio casalingo procedimento dovesse risultare sbagliato perchè va ad alterare le proprietà delle alghe, allora chiedo scusa per l’errore.
    buona giornata a voi Anime belle.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti