La cannella


La cannella è costituita dalla corteccia essiccata di  alberi appartenenti alla famiglia delle Lauraceae, i due più coltivati sono le specie Cinnamomum zeylanicum (cannella) e Cinnamomum cassia (cannella cinese) la quale  viene frammentata, arrotolata in cilindri multistrato ed essiccata.
La qualità migliore si ricava da Cinnamomum zeylanicum, originaria dello Sri Lanka (in precedenza Ceylon), che ancora oggi rimane il più importante produttore a livello mondiale, ha un colore più chiaro e un sapore più dolce
La cannella cinese si caratterizza per un colore rosso vivo, con aroma e sapori meno delicati, più commerciale e meno cara.
Riferimenti a questa spezia si trovano già nella Cina del 2700 a.C  nella Bibbia, era utilizzata dagli antichi Egizi per le imbalsamazioni e, cenni sono stati trovati anche nel mondo greco e latino.
Oggi, oltre all impiego culinario viene utilizzata per i suoi notevoli benefici fitoterapeutici:
diarrea infantile, brividi, sintomi influenzali,disinfettante, rimedio flusso mestruale,dispesia, flatulenza e coliche intestinali.
Studi recenti hanno dimostrato che la polvere di cannella ha una certa capacità di abbassare i livelli plasmatici di glucosio, rendendola potenzialmente utile nella gestione del diabete. Si tratta comunque di un effetto modesto, realizzabile soltanto a dosaggi importanti .
Famosa anche per il suo potere antiossidante, nella tradizione popolare viene usata come un afrodisiaco.
I valori nutrizionali per 100 grammi sono (cifre come sempre variabili)
Energia: 247Kcal
Grassi: 1,20g
Carboidrati: 55g
di cui zuccheri 2,20g
Proteine: 4g
Fibre: 53g
I minerali contenuti sono: il calcio, il manganese, il ferro, il potassio, il fosforo, il sodio, il selenio, il rame, il selenio e lo zinco.
Le vitamine: la vitamina A, le vitamine B1, B2, B3, B5, B6, l’acido ascorbico o vitamina C, vitamina E, K e J.
Gli aminoacidi: acido aspartico e glutammico, alanina, arginina, cistina, glicina, fenilalanina, istidina, isoleucina, leucina, lisina, prolina, metionina, serina, tirosina, triptofano, valina e treonina.
Recenti studi stanno testando e provando effetti positivi di questa spezia in casi di Alzhaimer e diabete, i risultati per quanto positivi sono ancora “sotto esame”.
È stato recentemente scoperto che l’olio estratto dalle foglie di cannella è stato in grado di uccidere, ancor meglio degli attuali pesticidi chimici le larve di zanzara, pertanto un suo utilizzo sta prendendo piede nella “disinfestazione biologica”.
Piccoli trucchi da utilizzare in cucina: inserita in cottura favorisce la conservazione dei grassi e aiuta a non perdere le proprietà nutritive degli alimenti.
2/3 grammi di cannella in polvere dopo i pasti,  riducono del 20 per cento il livello di zucchero nel sangue, abbassano il livello di colesterolo “cattivo” e dei trigliceridi rispettivamente del 27 e del 30%.
Le sue proprietà molteplici e la sua versatilità dal dolce al salato dall antipasto ai dolci la rendono senza dubbio la regina delle spezie, la più consumata e commercializzata, ottima alleata del nostro organismo.

1 Punto2 Punti3 Punti4 Punti5 Punti (4 votes, average: 4,75 out of 5)
Loading...
  1. Molto interessante! 🙂 grazie!!!

  2. è una delle mie spezie preferite, info molto interessanti, grazie 🙂

  3. Favolosa cannella, la amo anche io.

  4. Ho letto da qualche parte che ha anche poteri abortivi. Notizia che mi fa accapponare la pelle, visto che l’ho sempre consumata quotidianamente in vari dolci/tisane/piatti etnici e poi, fatalità, haimè, in meno di 4 anni ho avuto 3 aborti spontanei. ……
    Comunque belli i tuoi articoli, propongo la carruba come prossimo protagonista! Baci Luca Bless and Love a te!

  5. Ottimo articolo e ottimo la cannella…bravo Luca

  6. Come sempre i tuoi articoli sono un piacere da leggere! Da amante della cannella complimenti!

  7. Luca questa volta ti sei superato😀😀 Ho letto tutto d’un fiato l’articolo! Utilissimo e interessante. Grazie mille😘😘

  8. Luca! ma che fonte inesauribile di notizie sei!
    mi piacciono sempre i tuoi articoli che trovo interessanti e leggo con piacere
    grazie per la tua ricerca continua e per le info che gentilmente condividi con noi tutti.
    sei il ns. wikipediaveg.
    grazie.
    un abbraccio Fra.

  9. grazie a tutti

    ok preparo la carruba Z, per tranquillizzarti comunque non è per conto della cannella i tuoi problemi, avresti dovuto consumarne dosi veramente, ma veramente elevate….

    bless and love!

  10. Come sempre un bellissimo e interessantissimo articolo! Bravo Luca

  11. È la mia “droga” per il condimento delle mie semplici ma preferite carote all’insalata!
    Tagliate a rondelle sottili, abbondante scioperata di cannella, olio evo (da regolarsi a seconda di quanta cannella si mette-risultato Non secco) e una leggera spruzzata di limone.
    MERAVIGLIOSO sapore-A chi piace dolce/salato da provare🙂

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti