Insalata di farro di cocco di mezza stagione

Siamo all’inizio di ottobre e qui al sud fa ancora caldo, le giornate sono sempre soleggiate, voglia ancora di mare e ne approfitto per espormi alla luce solare per assorbire la vit D e per cucinare belle insalate di cereali con le verdure che la natura ci offre ancora in questo periodo, verdure che stanno finendo e verdure che iniziano ad uscire. I colori del piatto sono molto autunnali  e gli ingredienti sono cotti separatamente con una cottura al dente, mantenendo ognuno il suo sapore ed aroma, ho scelto la melanzana rossa di Rotonda per via del colore e del suo sapore dolce.

Ingredienti per 2 persone:
140g di farro di cocco
300g di funghi bruni champignon
1 pezzo di zucca arancione
2 melenzane rosse di Rotonda
rucola selvatica
6 noci tritate
olio evo q.b.
sale rosa q.b.
curcuma q.b. per la zucca
pepe
rosmarino
origano
aglio

Procedimento:
Cuocere il farro di cocco secondo le indicazioni sulla confezione, quando sarà cotto metterlo in un recipiente e lasciar raffreddare. Pulire i funghi, affettarli e metterli in una padella antiaderente, accendere e coprire con un coperchio. Quando si saranno asciugati aggiungere uno spicchio d’aglio tagliato a metà, pochissimo olio evo, sale e pepe, lasciar insaporire per qualche minuto rigirandoli spesso. A fine cottura adagiarli in un piatto. Pulire la padella. Tagliare a cubetti la zucca, versarli nella padella, aggiungere aglio e rosmarino, un filo d’olio evo e cuocerli, girandoli spesso, prima di finire la cottura salare, aggiungere la curcuma e il pepe. Adagiare la zucca nel piatto vicino i funghi. Pulire la padella. Pulire e tagliare a cubetti le melanzane, cuocere in padella con aglio un filo d’olio evo e un pizzico di origano, a fine cottura aggiungere il sale. Adagiare le melanzane nel piatto con altre verdure e lasciar raffreddare.

Versare le verdure cotte nel farro, aggiungere la rucola spezzettata e le noci tritate finemente. Girare e comporre i piatti.

 

 

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle (6 voti, media: 2,83 su 4)
Loading...
  1. non ho mai sentito parlare di questa melanzana, è veramente particolare sembra un pomodoro 😀

  2. Vincenzo De Martino 8 ottobre 2017, 16:47

    Deve essere un piatto davvero buono e salutare. Ma cos’è il farro di cocco?

  3. @Vincenzo, è il nome del farro, in questo caso è integrale @Nello, è una varietà di melanzana coltivata in Basilicata e ha origini africane

  4. I tuoi piatti sono sempre di grande ispirazione Pina…..belli, salutari e colorati…prima o poi vengo a trovarti

  5. grazie Gnappa, è un vero piacere 🙂

  6. Mi ero chiesto anch’io cosa fosse questo farro di cocco, ma non dovrebbe essere “dicocco”, scritto tutto attaccato? XD

  7. si, si scrive attaccato
    il Dicocco è la specie progenitrice dell’attuale frumento duro, dal quale si differenzia per caratteristiche morfologiche, agronomiche ed organolettiche. Una delle differenze più spiccate rispetto al frumento duro riguarda il glutine. Nel farro, infatti, il contenuto di glutine non solo è minore, ma anche risulta più “soft” e quindi meglio digeribile.
    Il dicono, si differenzia dai frumenti tenero e duro anche per il maggior contenuto in sali minerali, alla presenza di un più spesso strato aleuronico, alla ricchezza in beta-glucani, inoltre ha un basso indice glicemico.
    Sostanzialmente dal monococco si differenzia anche perché la spiga è doppia ne l dicono e singola nel mono (il monocolo è la varietà più antica. chicco più piccolo)

    Bless and love!

  8. grazie Luca, molto esaustivo!

  9. Molto originale questa ricetta e che bei colori!!! ☺ Anch’io non conosco la melanzana rossa che hai usato e vorrei tanto provarla 😉 Darò una sbirciatina al negozietto etnico di fiducia 😊!

  10. Farro di cocco??? favoloso!!! wowowow ! belli anche i colori della foto..e sicuramente il piatto nel complesso 🙂
    xxx Ilaria

  11. grazie Lali, io l’ho trovata al supermercato, cmq è coltivata in Italia precisamente a Rotonda ed è un prodotto dop.

  12. grazie Cookare, è un piatto semplice ma molto gustoso 🙂

  13. Interessante non ho mai visto il farro di cocco. Grazie della bella ricetta

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti