Polpette di Fonio e verdure

Vi chiederete di sicuro, ma cos’è questo fonio…beh sinceramente anch’io non ne avevo sentito parlare molto; Poi sono riuscito a trovare, in un negozio specializzato, una confezione di questo antico cereale, coltivato da secoli in Africa e da pochi è importato e coltivato direttamente anche in europa. Il suo chicco molto piccolo ma ha tantissime proprietà nutritive qui puoi approfondire la conoscenza su questo cereale della famiglia dei migli. (Qui) trovi il mio articolo completo

Ingredienti:
fonio cotto di B.M.S. Organic
Carote
zucchine 
farina di riso
latte di riso
farina di mais
Lievito in scaglie
sale 
del buon olio evo per friggere
Procedimento:
Ho iniziato a cuocere il fonio. Portato in ebollizione dell’acqua salata e con un filo di olio. La quantità di acqua deve essere 2,5 – 3 volte superiore alla quantità di fonio (un cucchiaio di fonio deve cuocere in tre cucchiai di acqua). Ho versato il fonio e fatto cuocere fino a che non assorbisse tutta l’acqua. Una volta pronto l’ho lasciato riposare e raffreddare in pentola con un coperchio sopra. Nel Frattempo ho tagliato le zucchine a dadini e fatti saltare nella pentola wok con un filo di olio evo. Tagliato alla julienne le carote che ho aggiunte a metà cottura delle zucchine per ammorbidirle un pò. Una volta raffreddato sia il fonio che le verdure, le ho unite, aggiungendo il lievito a scaglie, il sale, del pepe del prezzemolo fresco e ho mescolato tutti gli ingredienti. Ho preparato dei  piatti, con cui, in uno ci ho versato la farina di riso, in un altro ci ho versato il latte e un altro ancora la farina di mais per la panatura. Ho preso una piccola quantità di fonio la lavoravo bene per darle la forma e compattarla facendone delle polpette piuttosto piccole così non si rompono e sono più carine. Le ho prima passate nella farina di riso, poi nel latte e poi in quella di mais. Ho continuato fino a quando non ho terminato tutti gli ingredienti. In una padella ho messo una buona quantità di olio, l’ho scaldato, ma non troppo,  ho lasciato friggere le polpette tre minuti da ogni lato e le ho messe su della carta assorbente per far perdere l’eccesso di olio, insomma procedimento normale di frittura, da eseguirsi bene e rarissimamente! Siccome queste polpette erano dal sapore delicato le abbiamo mangiate con una maionese vegan accompagnata da una insalatina fresca e leggera.

  1. Ma sono meravigliose! Bravissimo, un ingrediente sconosciuto (a me) per un risulatao perfetto e goloso. E una bellissima presentazione.Fanno gola queste polpette.

  2. Grazie veruska poi detto da te per me un onore… Ti confermo che il fonio è davvero buono è da provare

  3. Silvia Premoli 4 marzo 2017, 22:05

    Ho visto la foto delle polpettine è mi sono subito soffermata a leggere! Ho letto tre volte il titolo della recensione, non ero certa di avere capito bene perché non ho mai sentito parlare di questo cereale, spero si possa sostituire nella preparazione con cous cous o con quinoa. Comunque proverò a cercarlo perché le novità mi incuriosiscono e deve assaggiare. La ricetta semplice e golosa ci suggerisce farine adatte per la tenuta e la croccantezza della panatura e del risultato: sicuramente ottimo! Go vegan!

  4. hai reso degno onore a questo antico alimento

    bless and love!

  5. @Silvia anch’io fino all’anno scorso non ne avevo mai sentito parlare, ma sono riuscito a trovarlo e adesso lo uso spesso…

  6. Hai ragione Luca, come un revival remixato ai giorni nostri 🙂

  7. bellissime ed anche perfette, sono curiosa di assaggiare questo fonio!

  8. Waw che squisitezza. Non sapevo cosa fosse sto fonio 🙂 che sapore ha??? Grazie della ricetta

  9. @Pina Grazie mille ti consiglio si assaggiarlo sono certo che ti piacerà.

    @Different Ha una buona consistenza, leggero e delicato

  10. Francesco che meraviglia!! Mi era sfuggita questa tua ricetta!! Che presentazione da…chef!! 😀 😀 Devo davvero darmi da fare per trovarlo…chissà se c’è al NaturaSì!!

  11. Grazie terri non esageriamo… diciamo che il fonio è fotogenico 😁

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti