Cereali semi e legumi “Riso Scotti”

Premetto che si tratta di un acquisto materno, la genitrice in questione ultimamente acquista sempre più prodotti con il logo VEGANOK pur non essendo vegana, facendomelo poi notare in seguito (con la implicita richiesta “e adesso me lo prepari?”). Questa miscela di cereale, semi e legumi della Scotti si è rilevata dopo un mio iniziale scetticismo un ottimo acquisto, ve la presenterò di seguito.
La marca “Scotti” grazie anche al suo testimonial più celebre “lo zio d’Italia” non ha bisogno certo di esser presentata, questa sua nuova linea di prodotti sì invece, nello specifico si tratta di una miscela di riso integrale, farro, avena (tutti parboiled) con lenticchie girella e integrali, semi di lino e di canapa. Già bilanciati tra loro, precotti e pronti in pochissimi minuti quindi adatti ai frenetici ritmi della vita dei nostri giorni. Sul fronte della confezione appare una piccola finestra trasparente che dovrebbe permettere di visione il contenuto da chiuso ma risulta esser piuttosto piccola e opacizzata, non permette una chiara e distinta visione.
Unico vero piccolo neo al packaging che risulta comunque solido, di materiale plastico, sul retro appare la dicitura “riso Scotti per l’ambiente Raccolta plastica” chiaro e distinto, davvero apprezzabile.
Rimanendo sul lato secondario della confezione, l’occhio viene colpito e assorbito dal paragrafo in cui vengono messi in luce i pregi della linea “integrali”, della proposta della azienda rivolta verso la categoria Vegan e un brevissimo cenno sui benefici dei semi di lino e della loro correlazione con gli Omega3, penso che questo paragrafo sia rivolto per lo più ad un pubblico non Vegan, ma piuttosto curioso e attento alla natura di un prodotto, trovo leggermente autocelebrativa come cosa ma in termini di marketing ci può assolutamente stare bene.
Essendo appassionato di etichette ora lo sguardo viene posto agli ingredienti, descritti sia in italiano ce in inglese
alla loro percentuale (bilanciamento tutto sommato corretto) e ai valori nutrizionali i quali non fanno una piega ovvero spiccano i carboidrati e le proteine, leggermente distaccata ma ben in evidenza la percentuale degli omega3. I cereali utilizzati sono parboiled e il riso integrale, la trovo un’ottima scelta i cereali parboiled sono chiaramente meglio di quelli sbianchiti o estremamente raffinati e, di facile e veloce cottura e lavorazione, personalmente avrei aumentato la dose di semi di lino e canapa al 2-3% in modo da migliorar ulteriormente i valori nutrizionali e il sapore finale, ma sono idee del tutto personali.
Al di sotto della tabella nutrizionale appare la data di scadenza, a lungo termine addirittura un anno, ovviamente i dati della azienda, corica a barre, grammatura e ultimo ma non per importanza il codice aziendale, grande chiaro e nitido veramente colpisce lo sguardo
Sempre parlando di logo VEGANOK girando la confezione sulla facciata principale il marchio appare veramente grande e distinto in alto a sinistra
Appare quasi più grandi del logo dell’azienda, non mi era mai successo di vederlo stampato così in evidenza e, essendo ovviamente “leggermente di parte” questa cosa mi fa estremamente piacere, alla destra del logo aziendale altrettanto grande e ben visibile viene messa in evidenza la presenza di fibre, proteine e omega3. Sempre in fronte confezione oltre ad un piatto di prodotto cotto appare una V marrone molto grande e la scritta Veganpiù bianca su fondo verde scuro, ottimamente posizionate mettono chiaramente a fuoco il fatto che ci si trova davanti ad un prodotto Vegan. Soffermandoci sulla foto del prodotto ad una prima comparazione con il contenuto, aperto e non ancora cotto di può già intravedere una netta somiglianza, quindi una chiara veridicità e correlazione tra immagine-prodotto
Ovviamente l’immagine fa riferimento ad un prodotto cotto, quindi reidratato, quindi con un assorbimento di acqua e schiarimento degli ingredienti (come in seguito si potrà notare). Sul retro appaiono le modalità di preparazione con un link di riferimento per idee e ricette , viene consigliata una cottura di 15 minuti in acqua bollente e salata o meno a piacere, attenendomi a questo tipo di minutaggio il prodotto risulta al dente quasi cotto, con 2 minuti in più si ottiene una cottura “standard” morbida ma che non si rompe o incolla, mentre con 4 minuti in meno si ottiene una cottura estremamente al dente ai limiti del crudo come piace a me, queste son scelte private e soggettive, secondo me però i tempi di cottura dovrebbero esser aumentati a 17 minuti.
Una volta cotto e scolato il prodotto come quasi la totalità dei cereali ha triplicato il volume, durante la cottura i vapori emanati danno un piacevole e leggero profumo in cui spiccano riso e lenticchie, non troppo intenso
Si può notare ora dall’immagine che una volta cotto appare proprio come nell’immagine riportata sul fronte della confezione. Personalmente l’ho cotto solamente in acqua per poter fare un test sapore neutro, al palato spicca subito la presenza del riso e lenticchie (come all’impatto olfattivo) avena e farro non influiscono molto sul sapore, ma la loro consistenza più soda e compatta da un piacevole effetto “crunch” sotto ai denti, lino e canapa non influiscono sul sapore se non in piccolissima parte alla fine, i semi di lino sono rimasti molto compatti nonostante 17 minuti di cottura. I commensali l’hanno mangiata il giorno seguente alla preparazione sottoforma di insalata fredda di cereali e verdure (aggiunte in seguito) condita con olio sale e curry, apprezzatissima da tutti i palati vegan e non, per il suo sapore particolare, più sfumato rispetto al riso singolo e per la combinazione di consistenze differenti. Conclusioni personali, questo tipo di prodotto (mix cereali e legumi precotti) sta piano piano facendo presenze nella grande distribuzione e ben venga, ne ho provate diverse, ma un plauso la “Scotti” se lo merita, ottima materia prima, ottima confezione, ottimo sapore, comprato per 3,19 euro contenente 400 grammi che cotti servono tranquillamente 4 persone, il tutto per lanciare una linea di prodotti chiaramente Vegan, in un momento in cui questa scelta sta facendosi largo tra pro (ancora pochi!?) e contro (forse troppi?!) non sta a me giudicarlo, ma un applauso a questa azienda lo faccio.
Per altre informazioni:
https://www.veganok.com/it/company/riso-scotti/

1 Punto2 Punti3 Punti4 Punti5 Punti (No Ratings Yet)
Loading...
  1. Praticamente il mio pane quotidiano questo mix di legumi semi e cereali ma della Scotti non l’ho ancora provato….fantastico il tempo di cottura per chi come me è sempre di corsa. Grazie Luca

  2. Grazie L, non credo comprerò mai il prodotto, uno perché da me non si trova due perché una parte di me fatica a comprare prodotti messi in commercio perché ora “andiamo di moda”. Ho letto tutto però perché amo come scrivi e mi fido ciecamente del tuo giudizio che sono certissima non è mai di parte.
    Se posso permettermi un suggerimento a tutti quelli che hanno una vita frenetica (praticamente tutti): la sera prima di andare a dormire (o la mattina prima di uscire) mettete in una pentola 1 parte di riso integrale (se volete passatelo sotto l’acqua) e 1 parte di lenticchie con 2 parti o poco piu di acqua tutto nella stessa pentola. Al mattino seguente o quando tornate la sera mettete la pentola con coperchio sul fuoco appena bolle abbassate al minimo ed in 20 minuti il tutto è pronto. Potete aggiungere sale a pochi minuti dalla fine della cottura o alla fine gomasio o salsa di soia o lievito in scaglie. Volendo nella pentola si puo mettere anche orzo o avena in chicchi. Durante la cottura si ha tempo x una doccia 🙂 e alla fine avete un pranzo o una cena che non vi avrà rubato quasi nulla in termini di tempo ed avrete sporcato solo la pentola :))). L’acqua infatti si sarà completamente assorbita. I semi si possono aggiungere crudi meglio se frullati visto che almeno quelli di lino non riusciamo a triturarli con i denti.
    Grazie ancora L e scusate se sono stata invadente, ciao Giorgia

  3. Silvia Premoli 16 febbraio 2017, 22:46

    Questo mix si presenta interessante perché vario e quindi sicuramente gradevole e appagante! Leggendo bene effettivamente la presenza dei semi è davvero al “minimo sindacale” ma l’aspetto del piatto pronto invita all’assaggio. Credo valga la pena tenerne una confezione in dispensa per quelle volte che non si sa proprio cosa cucinare o per una insalata fredda come ci suggerisce Luca con aggiunta di verdure . Go vegan!

  4. Non sapevo che anche Scotti si desse al vegan 🙂 bene. Proveremo grazie 🙂

  5. Complimenti Luca le tue recensioni si leggono sempre con piacere perché forniscono tante informazioni utili. Purtroppo non ho mai molto tempo per cucinare… e questo prodotto sembra fatto a posta per me che adoro il riso! 🙂

  6. grazie mille , cerco sempre di esser schietto e diretto quando scrivo, mi fa piacere che apprezziate.

    G anche io la pensavo come te sulla distribuzione vegan “di moda” in principio, poi, analizzando bene la cosa ora penso che se anche “di moda” le grandi marche attirano comunque un po’ di pubblicità e di attenzione verso il Vegan e, magari parecchie persone attratte dalla moda poi ci riflettono su e capiscono. Una sorta di moda che smuove qualche coscienza , forse sono troppo ottimista ma io ci credo

    bless and love!

  7. Sembra ottimo… Lo proverò quanto prima… Tra l’altro ho conosciuto personalmente il Dott. Scotti e mi aveva anticipato che stava aumentando il numero dei prodotti VEGANOK vista la grande richiesta che hanno riscontrato… Vedo che ha mantenuto la parola… Ebbravo Dott. Scotti!!!
    🙂

  8. Mah, direi che costa veramente uno sproposito (molto di più che a comprare i vari ingredienti e unirli) e che il marchio Veganok qui sia ridicolo…è un’azienda che produce cereali, come fa a non essere vegan? Mi sembra proprio uno specchietto per le allodole, catturate benissimo a quanto pare. E bravo Scotti.

  9. Sì il prezzo è forse troppo alto rispetto alle confezioni simili che trovo nel mio negozio bio. Ho visto questo prodotto alla Coop voglio provarlo.Comunque è una cosa bella e positiva che si trovano sempre di più prodotti vegan anche nei supermercati, non tutti abbiamo a portata di mano negozi specializati e bio. Complimenti Luca per il test detagliato,sei sempre molto preciso e affidabile.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti