Crostata al melograno

Ho ricevuto un cesto pieno di melograni (regalo di mio papà dal suo albero in giardino) e allora ho deciso di provare a fare una crostata, ma volevo una farcitura di solo melograno e dopo aver pensato un po’ è venuta questa torta… che mi è piaciuta tantissimo… ed ecco a voi…img_1311Ingredienti per la base:
200 g di di farina integrale
150 g di di farina di grano saraceno
35 g di stevia
50 ml di olio di mais
succo di arancia qb
1/2 cucchiaio di bicarbonato
1 cucchiaio di cannella
1 pizzico di sale

Ingredienti per la crema:
300 ml di succo di melograno
100 ml di succo di limone
100 ml di acqua
50 g di amido di mais
50 g di zucchero di canna integrale

Procedimento:
Amalgamare tutti gli ingredienti per la base piano piano, per andare ad ottenere, una pasta omogenea e leggermente appiccicosa. Se necessario aggiungere altro succo d’arancia (ho spremuto le arance al momento, mi piace usare i succhi spremuti della frutta al posto dell’acqua negli impasti). Al termine, far riposare l’impasto per 1/2 ora in frigo. Nel frattempo prepariamo la crema al melograno. Tagliare a metà i melograni, (io ne ho usati 3 di medie dimensioni), spremendoli bene nello spremiagrumi. Spremere poi i limoni (2 di medie dimensioni). In una pentola mettere l’amido di mais ed aggiungere l’acqua un poco alla volta, mescolando bene per evitare la formazione di grumi. Una volta che l’amido si sarà sciolto, scaldare a fiamma bassa, ed aggiungere lo zucchero, il succo di limone e infine il succo di melograno. Mescolare continuamente, mantenendo il fuoco basso fino a che il tutto non si addensa. Una volta  ottenuta la consistenza che più vi piace, lasciare raffreddare a parte (personalmente ho lasciato cuocere fino a che non è risultata leggermente budinosa, ma non troppo). Ora prepariamo la base, stendendo la pasta fino ad ottenere uno spessore di circa 5 mm. Trasferiamo la pasta in una teglia foderata con carta da forno e bucherelliamo la superficie con una forchetta. Inforniamo a 180° per circa 30 minuti, o fino a doratura della pasta. Una volta cotta, lasciamo raffreddare la base. Quando sarà leggermente tiepida versiamo la crema distribuendola e livellandola bene con un cucchiaio. Quando la torta si è raffreddata completamente ho deciso di metterla in frigo 1 oretta per far tirare leggermente la crema, il risultato mi ha soddisfatto, una consistenza piacevole al morso 🙂 Ecco qui dopo il taglio e l’assaggio… 😉img_1312

1 Punto2 Punti3 Punti4 Punti5 Punti (No Ratings Yet)
Loading...
  1. Che buono il melograno, il frutto della longevità!
    Sei fortunato di aver ricevuto in dono questo antico frutto 😉
    simbolo di salute e abbondanza… 🙂
    Le sue proprietà sono davvero notevoli.

    Deve essere buonissima la crema che hai preparato, un dolce favoloso… Bravo Andrea! 🙂
    Ti auguro una buona giornata…

  2. Io mi unisco a Niki e ti faccio un sacco di complimenti per questa meraviglia!

  3. vero N il melograno è un bene preziosissimo nutrizionalmente parlando

    bless and love!

  4. Grazie mille! È vero, il melograno è un frutto fantastico, e secondo me non è conosciuto a fondo come meriterebbe!?

  5. Donatella Buratti 26 ottobre 2016, 16:15

    Ecco che si impara sempre qualche cosa di nuovo. Hai ragione Andrea a dire che il melograno non è conosciuto a fondo. Una crostata (magnifica) di melograno non me la sarei mai immaginata.

  6. fortunata ad avere questa abbondanza. oggi ho trovato un prezzo scontatissimo, a un euro e 40. ma di solito non scende sotto i tre euro al chilo .
    torta meravigliosa eh!

  7. Golosa e ipocalorica come piace a me! 😉

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti