Gelato alla banana

Ho voluto provare anche io un bel gelato vegano, ero molto scettica sulla riuscita e invece ho avuto una gradevole sorpresa. Ho usato la gelatiera e in 20 minuti il gelato era pronto.coppette
Ingredienti:
3 banane molto mature
3 cucchiai di succo di limone
150 g di zucchero di canna chiaro
150 ml di panna di cocco
100 ml di latte di cocco

Procedimento:
Frullare il tutto fino allo scioglimento totale dello zucchero (io lo metto in anticipo con il latte di cocco). Azionare la gelatiera e versare lentamente il composto. Dopo 20 minuti il gelato è montato, bello cremoso e buonissimo.gelato
Il gelato ha veramente una bella consistenza – uguale al gelato della gelateria. Ho voluto fare le coppette in questa maniera: l’ho messo nella siringa per i dolci e un pochino si è sciolto anche se ho cercato di fare in fretta a fotografare.
ban

1 Punto2 Punti3 Punti4 Punti5 Punti (No Ratings Yet)
Loading...
  1. Uaaaaaaaaaau!!! che figo sto gelato!! si può dire?? Va beh ormai l’ho detto!! 😀 ne vorrei una coppetta! Da 5 euro grazie! 😉

  2. Ora mi fai piangere!!!! Ma che belli quei bicchieri!! 😀 A chi non piace il gelato? Però a me piace tanto tanto tanto tanto 😉

  3. confesso, il gelato è la mia droga.

    bless and love!

  4. Ne voglio una coppetta oraaaa!!

  5. Guappppp 😯 😯 😯 !!!
    … Oooooooh… 😯 ?!?!… TUMP ! Ahiaaaaaa!!! *@[email protected]##!*.*.* Zzzzzzzzz…
    Dopo la carrellata di vezzose ricettuole di stasera, con questa mi hai dato il … colpo di grazia 😆 😆 😆 … e come sempre accade, son finita a gambe all’aria :mrgreen: !
    Ti adoro 🙂

  6. Che meraviglia! Ma perché non aprono gelaterie vegane???!!! Secondo me sarebbero un gran bella cosa! 🙂

  7. Stefino a Bologna Erb, numero uno

    bless and love!

  8. Dove si può acquistare il latte e la panna di cocco?
    Il gelato ha il sapore del cocco?

  9. No si sente più banana. Latte e panna nei negozi bio o anche al supermercato.

  10. *-* ma questa deliziaaaa??? Quanto ne vorremmo un bel secchio pieno ora qui con noi!! *-* chissà che buono dove essereeee!! È da provare assolutamente… 😛 bellissima anche la presentazione!! Da mangiare con gli occhi 😀

  11. IL MIO GELATO VEGAN….GUSTO BANANA. Dopo varie prove, dopo aver letto numerose ricette online e dopo aver fatto numerose domande ai gelatai del GELATO FESTIVAL. Ho tirato le somme e ho eseguito uno dei miei migliori gelati vegani. SENZA PRODOTTI DI ORIGINE ANIMALE. Ecco la mia ricetta: 250 ml di latte di mandorla; una banana di grandi dimensioni oppure due medie; un cucchiaio colmo di fruttosio; due cucchiaini di miele millefiori; un cucchiaino di amido di mais; un cucchiaio raso di burro di soia. Ecco la mia spiegazione sull’uso di questi ingredienti. Ho usato il latte di mandorla perchè non avevo quello neutro di soia ma alla fine quel leggero retrogusto di mandorla ha dato un tocco di profumo che lo ha reso molto elegante. Ho usato il fruttosio in quanto, oltre ad avere un potere dolcificante maggiore, ha anche una maggiore forza anticongelante. Se non avete il fruttosio utilizzate lo zucchero di canna grezzo altrimenti quello classico. Stesso motivo per il miele che, per le particelle che contiene, abbassa il punto di congelamento e da più corpo al gelato. Alcuni gelatai utilizzano una sostanza vegetale, l’inulina, altri la carragenina,pectina, ecc ecc per ridurre la cristallizzazione, aumentare la cremosità e la stabilità del gelato. Io ho usato l’amido di mais, ma attenzione a non esagerare, darebbe una consistenza farinosa (provata a mie spese). Ho infine aggiunto il burro di soia in sostituzione dei grassi del latte animale. Alcuni gelatai utilizzano l’olio di oliva, altri l’olio di girasole e altri grassi vegetali. Io ho provato il burro di soia che non ha nulla da invidiare al burro animale. Fate lavorare il composto ottenuto dall’unione di questi ingredienti in una gelatiera finchè non vedrete una consistenza elastica del gelato. Non fermatevi subito in quanto la lunga lavorazione, oltre a dargli consistenza elastica, incorporerà aria che darà sofficezza.

  12. luciano il miele non è alimento veg…

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti