Cuddure siciliane vegan

Le cuddure sono dei dolci di pasta biscotto, tipici della regione Sicilia, in origine solo a forma di ciambella, a cui poi si sono aggiunte diverse sagome tra cui colombe, cesti, campane, croci e quant’altro, ognuna con un significato simbolico intrinseco. La loro origine risale ai primi anni del novecento, quando ancora le uova di cioccolato non erano diffuse come oggi. Inizialmente costituivano una sorta di dolce dei poveri, difatti si era soliti prepararli in ambito contadino durante la Settimana Santa. Per me questo dolce racchiude in sè alcuni ricordi della mia infanzia. Nella mia versione vegan le uova che andranno al centro sono state sostituite con delle finte uova di cioccolato.    4Ingredienti:
250 g di farina semi integrale
4 cucchiai di fecola di patate
75 g di zucchero di canna
7 g di lievito per dolci
70 g di margarina auto prodotta (oppure olio di semi)
curcuma qb
70-100 ml di latte di riso
scorza grattugiata di 1 arancia

Ingredienti per la margarina:
100 ml di olio di mais
50 ml di latte di soia Provamel al naturale (senza oli, zucchero e sale)
qualche goccia di succo di limone
2 pizzichi di sale

Ingredienti per la guarnizione:
confettini colorati vegan
4 uova di cioccolato fondente1Procedimento:
Iniziamo con il preparare la nostra margarina auto prodotta: unire tutti gli ingredienti secondo ordine e frullarli con il frullatore ad immersione fino ad avere un composto cremoso ed omogeneo. Impastare in una terrina, o planetaria, tutti gli ingredienti sino ad ottenere un impasto liscio e compatto. Non esagerare con il latte di riso altrimenti si rischia di ottenere un impasto troppo appiccicoso che poi dovrà essere ripreso con altra farina. Il mio consiglio è di procedere per gradi. Lasciare riposare 15-30 minuti. Stendere la pasta e ritagliarla nelle forme desiderate. Applicare il finto uovo di cioccolata trattenendolo con delle striscioline di impasto. Spennellare le cuddure con un composto di latte di riso, zucchero e un pizzico di curcuma.2
Cospargere di confettini colorati vegan.5
Cuocere in forno, già caldo, a 180° sino a che saranno dorate.

Leggi altre notizie con:
  1. Quella forma che gira sopra al cuore è la mia preferita. Stima per l’autoproduzione della margarina, chapeau e codette di zucchero come se piovessero!

  2. volevo giusto chiederti se è quel dolce con le uova sode inglobate dentro e mi hai già svelato tutto nel preambolo. Mi aggrego a S, stima massima.

    bless and big love!

  3. Che carini… 🙂 🙂 🙂 !!!
    Mettono allegria solo a guardarli *.* 😉 !

  4. @Stefania Pacifico / @LucaCeltis / @Lali_64 / @Mariagrazia_89 : Grazie :–] si possono realizzare varie forme che, come ho detto nella presentazione hanno ognuna un significato simbolico intrinseco. In foto non c’è ma ho realizzato anche il cesto che simboleggia l’abbondanza, la colombina simboleggia la pace , invece il cuore e la campana stanno ad indicare l’amore verso il prossimo e la Resurrezione di Cristo.

  5. io il cuore con il simbolo dell’infinito lo avevo rastafarianesimamente e lucacelticsmente inteso come amore infinito 🙂

    bless and infinite love!

  6. Stefania Pacifico 8 aprile 2015, 12:42

    Per alcuni, come me, aventi un background strano, la spirale simboleggia qualcosa di più spirituale che religioso, tant’è che l’ho impressa nel punto più sensibile del mio corpo. Poi ognuno è giusto che ci veda quel che vuole e che si ricordi, come nel tuo caso, dolci infanzie.

  7. @LucaCeltis: oltre i significati che la tradizione popolare ha dato a questi dolci tipici, per quanto riguarda il cuore, bhè non hai sbagliato, l’infinito è stato come dire, il mio tocco in più a questo dolce 😉 visto che la tradizione vuole solo la spirale;

    @Stefania Pacifico: Per me non hai un background strano,anzi il contrario. 🙂

  8. Grazie di queste belle cuddure e grazie dei vostri bellissimi scambi nei commenti! 🙂

  9. Bellissime… anche mia nonna le preparava… 🙂

  10. Belle, mia nonna le faceva quando ero piccola … ma le uova di cioccolato non si sciolgono? oppure ho capito male? 😉

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti