Fetta al latte

Sabato ho compiuto gli anni e ho invitato i suoceri a pranzo con me, peste e marito. Più avanti pubblicherò anche la torta dedicata a mio suocero pesciolino come me, ma oggi vi propongo la mia torta che sarà il must per le feste!!
fetta latte e frico 002
Ingredienti per la torta:
300 g di farina (per una volta) bianca
60 g di cacao amaro
1 bustina di lievito per dolci
260 g di latte vegetale tiepido (più 1 tazzina)
170 g di olio semi neutro
200 g di zucchero grezzo

Ingredienti per la crema:
500 ml di latte vegetale a scelta
3 C colmi di farina bianca
vaniglia (o aroma rum)
4 C colmi di zucchero (per una volta bianco)
1 brik da 200 ml di panna veg da cucina neutra

Procedimento:
Intanto preriscaldate il forno ventilato a 180° e poi partiamo con la base della torta. Mescoliamo insieme farina, cacao zucchero e lievito e poi aggiungiamo i 260 g di latte miscelato con l’olio e dovremmo ottenere un’impasto morbido e omogeneo. Se fosse troppo “compatto” aggiungiamo il latte in più della tazzina da caffè, la consistenza deve essere quella di una torta morbida. Poi stendiamo sulla teglia da forno (oppure di alluminio usa e getta da 12 porzioni), preventivamente coperta di carta da forno, livelliamo con la spatola e mettiamo al centro del forno per 15 min. In base al proprio forno valutiamo se fare 160-180° e naturalmente la prova stecchino. La torta deve essere umida, ma non bagnata e appena è pronta mettetela a raffreddare coperta da un canovaccio o un altro foglio di carta forno. Io l’ho fatta raffreddare in terrazza sul pavimento e, visto che è sottile, ci ha messo 20 minuti. Intanto facciamo la crema: mettiamo la farina, lo zucchero e l’aroma scelto nella pentola e aggiugiamo il latte, accendiamo il fuoco e facciamo addensare. Verrà una crema compatta, ma non spaventatevi, quando è cotta spegnaimo il fuoco, aggiungiamo la panna e mettiamo sempre a raffreddare. A questo punto dobbiamo tagliare la torta a metà e per farlo o usate del filo di nylon o, come me, del filo interdentale (possibilmente non usato 😉 ); per fare questo dovete sformare la torta su una superficie comoda e fare tutto il giro esterno con la lama del coltello per inciderla. poi mettiamo il filo interdentale in tutta la superficie tagliata e incrociamolo come per fare una x. Magicamente la torta sarà perfettamente tagliata a metà.  Ora dovete trovare il modo di separare le 2 metà senza sbriciolare tutto. Io, con perizia certosina, ci ho fatto passare un cartoncino plastificato… farcite con la crema e ricoprite. Mettete in frigo, o in terrazza, fino a quando vi serve. Tagliata a rettangolini è identica al tanto famoso gemello crudele, ma molto più sana e leggera. I bimbi l’adorano e i grandi la spazzolano e se la tenete intera diventa una torta per feste di compleanno fantastica! E dopo la prima volta ci si prende la mano 😉 Ora vi posto la foto del “quadro” che mi ha fato Serena come regalo di compleanno 😉memory sonia 159
Mentre cucinavo le avevo dato un cartoncino grande come mezza tavola, acquerelli, colla, bottoni, tempere a mano, pennelli, acqua e straccino per pulirsi. Ha fatto tutto da sola e poi mi ha detto tutta  contenta “ecco il tuo regalo mamma”!!!!! Si può dire che mi sono commossa fino alla punta dei piedi e che l’orgoglio di mamma è salito fino alla luna 😉

  1. Sor Pampurio 17 marzo 2015, 11:13

    Ciao! Ottima Torta! Avrei qualche domanda se posso…

    1) Quando dici “neutro” negli ingredienti cosa intendi?

    2) La consistenza dell’impasto da mettere nella teglia deve essere tipo panetto di pizza o liquido?

    3) Come panna vegetale può andare bene la panna di riso?

    Grazie mille!
    Un saluto.

    Cristiano.

  2. ma auguri allora!!
    il regalo è più che magnifico e la torta…beh son letteralmente senza parole

    bless and big big big love!

  3. Cosa vedono i miei occhiiiiiiiiiii???!!!!! La perfezione! Sei stata BRA-VI-SSI-MA!!! Tanti auguroni, hai ricevuto da tua figlia un regalo di cuore molto bello e creativo, quanti anni ha?

  4. Auguri!!! Anche io sono una pesciolina e li compirò in settimana. Non so se riesco ma proverò a cimentarmi.

  5. Naaaaaaaaa…….. é una visione 😯 !!!
    Troppo bella 🙂 grazie per averla condivisa con noi e T a n t i A u g u r i tesorina 🙂 🙂 🙂 !!!
    Il quadretto dipinto dalla tua bimba é bellissimo *.* 🙂 Posso farci lo sfondo per lo smartphone? 😉

  6. sor pampurio: no la consistenza deve essere come quella di una qualsiasi torta, solo un po’ più lenta. Ma se usi le mie dosi non ti puoi sbagliare di molto,verrà come una crema pasticcera morbida da spalmare sulla teglia. Per neutro cintendo un olio leggero, senza una spore spiccato come quello di oliva che alcuni usano anche nei dolci, se fosse latte o panna neutri invece vorrebbe dire senza zucchero, sale aromi di vaniglia o cioccolato. Il latte e la panna puoi usare quello che più ti piace. Io ho usato quella di soia perché in casa avevo quella. Basta che non sia quella già dolcificata da montare.

  7. Soei che bella che sei nella nuova foto! 😀
    Io e te siamo troppo in sintonia…Hai fatto il dolce in cui mi sono di più cimentata a sperimentare. Le ho fatte tutte le versioni di Veganblog e ora non resta che fare anche la tua! 😉 Adoro il “fetta al latte” e mi sembra che il tuo sia venuto alla perfezione. Fantastico, grazie Soei 🙂

  8. Tanti tanti auguri!!!
    Ne ho sempre fatta una simile anch’io: per questo posso permettermi un suggerimento? Io anzichè tagliare la torta (con tutte le difficoltà del caso) ho sempre cotto l’impasto dividendelo a metà e stendendolo sottilissimo in due teglie (oppure sottilissimo su una teglia molto grande) in modo da creare direttamente i due strati. Si cuoce in fretta (10 minuti o anche meno) e si raffredda in un lampo, non si sbirciola e riesci a montare la torta maneggiando gli strati ancora attaccati alla carta forno, adagi sulla crema e togli la carta,poi rifili i bordi (e ti pappi lo scarto…le mie figlie aspettano questo momento). Provare per credere!
    Tu invece hai qualche suggerimento per provare a ricreare questo impasto senza glutine?

  9. @Ame: provala, se non ti riesce ti porterò un assaggio campione!se ti va che ti veniamo a trovare un sabato o una domenica io e la pestifera tovi la mia e mail nella ricetta del fricò…[email protected] Lali certo che puoi! Anche io l’ho come sfondo nel cell e nel computer 😉 @ Luca hai ragione! il regalo è meglio della torta! @Dida la mia peste Serena ha fatto 4 anni prima di natale ma è mooooolto alta 😉

  10. Da provare … non sono molto brava a fare dolci ma ogni tanto ci provo comunque 🙂

  11. Che bella faccia questa tortina!! Soei tantissimi auguri allora!!(ma anche al tuo suocero :D)
    Anche il mio nonnino ha fatto gli anni da poco!! Ma sei una pesciolina!! *.* Che bel segno!! Siete buoni come il pane, dolci come lo zucchero e con un <3 grande grande!

  12. Sor Pampurio 20 marzo 2015, 08:51

    Posso sapere che olio hai usato?
    Grazie! 🙂

  13. Io di girasole. Ma va bene anche di riso o vinacciolo.

  14. Sor Pampurio 20 marzo 2015, 09:34

    Grazie!
    E allora olio di girasole sia! 😉

  15. La panna di soia intendi quella da cucina normale non quella da montare?
    La si può sostituire con lo yogurt di soia?

  16. Sì intendo la panna da cucina quella non da montare non penso che lo yogurt vada bene uso la panna perché ho una buona parte grassa magari prova e poi mi fai sapere

  17. Ciao la tua torta e bellissima. Volevo chierdeti una cosa.siccome e da poco ke m cimento nei dolci vegani dato ke il mio bimbo 24 mesi e allergico alle proteine del latte!.. Come mai metti la panna da cucina e non quella alimentare? Nn so cambia il gusto? Grazie 1000

  18. Soei favolosa la torta. Un’ottima ispirazione. Il quadro è magnifico! Immagino la tua gioia nel riceverlo 🙂 auguri con moooolto ritardo 😛

  19. Sophia io uso la panna da cucina che sarebbe quella alimentare. non cambia niente, solo che non uso quella già praparata per dolci da montare perché ha molti grassi addizionati (per montare meglio)ed è piena di zucchero. Visto che non devo montarla quella da cucina è perfetta, ma poi vedi tu. In tutti i casi non cambia niente per le allergie visto che è comunque tutta vegetale 😉

  20. Ciao, l’ho fatta ma non mi è venuta bene vorrei riprovarci, e vorrei gentilmente chiederti: 1. quando facciamo la crema di latte, va girata col cucchiaio? Mi sembra di capire di no, perché deve addensarsi, ma non si attaccherà al fondo della pentola? 2 la fiamma per la crema di latte: bassa o media? 3.quando aggiungo la panna alla crema di latte: la panna deve essere liquida o montata? 4. quali sono le misure della teglia? Grazie 1000 ciao Melissa

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti