Riso Venere con scorzonera

Amo le verdure amare! Dal carciofo al radicchio, dal cardo alla… scorzonera! Non si incontra spesso nei ricettari, anzi, direi quasi mai! Mia mamma dice che da piccoli ne mangiavano in grandi quantità, era decisamente più diffusa di adesso. Ignoro la ragione per cui questa mega radiciotta non è più in uso, probabilmente perchè è davvero molto amara, oppure perché le sue peculiarità depurative sono mooolto potenti! Dal canto mio, ho preso spunto da un contorno tipico della cucina casalinga giapponese che si chiama “kinpira gobō” (e che quindi non troverete nei ristoranti), in cui non è prevista la scorzonera ma un’altra radice molto amara e quindi in tutto e per tutto simile alla nostra. L’importante è associarla a delle verdure dolci, nel mio caso carote, cipolle e un po’ di peperone, oltre all’uso di un po’ di zucchero… e la pillola va giù, eccome!
risovenere verdure agro VB
Ingredienti:
160 g di riso Venere
2 baccelli di cardamomo
sale qb
1 radice di scorzonera media
2 carote
1/2 cipolla
1 peperone verde di piccole dimensioni
2 cucchiai di olio di semi di girasole
150 ml di aceto di riso
3 cucchiai di salsa di soia
1 cm di zenzero fresco
1 cucchiaio di zucchero di canna grezzo
40 g di anacardi non salati

Procedimento:
Lessare il riso Venere in acqua salata con i 2 baccelli di cardamomo. Ci vorranno 25-45 minuti dal bollore, a seconda del riso. Scolare e tenere da parte. In una wok soffriggere la cipolla nell’olio per un minuto, poi aggiungere tutte le altre verdure tagliate alla mandolina e lasciar stufare. Sfumare con l’aceto, salare leggermente e continuare la cottura a fuoco vivace, saltando le verdure e bagnando con poca acqua calda di quando in quando. A metà cottura aggiungere lo zucchero e la salsa di soia, mentre lo zenzero andrà grattugiato e inserito alla fine, con gli anacardi grossolanamente tritati. In tutto ci vorranno circa 20 minuti di cottura. Servire calde con il riso Venere al naturale e con 1 filo d’olio di semi a crudo.

1 Punto2 Punti3 Punti4 Punti5 Punti (No Ratings Yet)
Loading...
  1. Che bellezza quella mattonella di riso venere nella foto…! 😀
    Non ho mai assaggiato la scorzonera, ma mi hai fatto venir voglia di farlo! BRAVERRIMA!!! :-d

  2. Grazie Lali! se ti piacciono le note amare, DEVI provarla!! mi dicono che in genere ci si fanno i risotti.. non l’ho mai provato ma I will 😉

  3. che piatto da chef!! Credo sia un bene che ti piacciano le “cose amare”!! Fanno davvero bene, e poi le hai sapute ingentilire benissimo!! 😀 😀

  4. Mai sentita la scorzonera . Sarà come la radice di cicoria ? L’aspetto è bello !

  5. Michele credo di sì, ora si trova anche nei supermercati, è una lunghissima radice tubolare, in genere già abbastanza pulita, è biancastra.. fammi sapere se la trovi 😉

  6. uuuuu mai sentita la scorzonera, se casomai la troverò sicuramente proverò questa ricetta! complimenti anche per la foto!

  7. Molto interessante!!

  8. Non abbiamo mai sentito parlare di questa radice!! Ma da ora in poi faremo più attenzione… 😀 e se la dovessimo trovare abbiamo già il riso Venere che ci attende in dispensa!! 🙂

  9. Anch’io amo le verdure amare…. Andró alla ricerca di questa radice misteriosa! 😉

  10. maria pia crespi 26 novembre 2014, 20:10

    come mai la scorzonera non è più amara? io ricordo un bel pò di anni fa era amarissima tanto che la mischiavamo con la barbabietola. ora è perfino troppo dolce. grazie se mi vorrete rispondere

  11. io so che ce ne sono diverse varietà dalla più amara ad altre dolci…probabilmente ora viene coltivata e venduta quella più dolce…

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti