Ajo blanco

Un anno fa in questo periodo ero in vacanza nella bella e afosa Andalusia 😎 , un viaggio che mi porterò sempre nel cuore. Con un po’ di nostalgia ho voluto rifare  un piatto buonissimo che  mangiai in un ristorantino di Cordoba: l’ajo blanco. Si tratta di una zuppa fredda tipica di questa zona della Spagna, è parente stretta del  gazpacho, ma rispetto a quest’ultimo è poco conosciuta  ed un peccato perchè è davvero, ma davvero buona! Per le dosi ho guardato un po’ su internet e un po’ sono andata occhio, mentre gli ingredienti sono quelli che mi disse il cameriere del ristorante dopo che gli chiesi se gentilmente  mi poteva dare la ricetta :).100_6453-001
Ingredienti (per 4 persone):

100 g di mandorle pelate
1 manciata di uvetta sultanina
1 mela con la buccia verde
150 g di pane (anche un po’ duro va bene)
1 l di acqua
2 spicchi di aglio
30 g di aceto di mele
100 g di olio evo

Procedimento:
Ho tolto la crosta al pane e ho ammollato la mollica nell’acqua per pochi secondi dopodichè l’ho strizzata e frullata insieme alle mandorle e all’aglio. Quando gli ingredienti sono ben amalgamati, si comincia a versare a filo i liquidi (olio, aceto e acqua) continuando a frullare: a questo punto si dovrebbe avere un composto bello liscio che andrà trasferito in frigo per 1 ora. Passato il tempo si compongono le ciotoline mettendo sul fondo di ognuna un po’ di uvetta precedentemente ammollata e qualche pezzetto di mela (preferibilmente non sbucciata)  tagliata a piccoli cubetti. Adesso si può versare sopra la zuppa e gustarla!

Il punto:
Vi consiglio di provarla perchè è davvero un ottimo piatto estivo: i gusti dei vari ingredienti  si sposano tra loro alla perfezione, soprattutto il dolce dell’uvetta e il sapore un po’ aspro della mela. Nell’attesa di tornare un giorno in Andalusia mi rinfresco i miei ricordi vacanzieri con un po’ di ajo blanco :D.

  1. ossì che la proverò!!! probabilmente piacerà anche ai miei bimbi!!!!

  2. mi incuriosisce parecchio questa ricetta….. deve avere un sapore molto particolare! grazie per avercela fatta conoscere 🙂

  3. che bella ricetta! La proverò di certo! grazie!!

  4. Bella ricetta! Ma si serve proprio come zuppa stile primo piatto/piatto unico??

  5. Grazie a tutte! Ci tenevo a farla conoscere perchè come ho detto nell’introduzione è un piatto strettamente legato a questa zona dell’Andalusia e davvero poco conosciuto fuori, per me è più buono del gazpacho!
    @Elysnoopy a Cordoba viene servita come antipasto, ma si può mangiare anche come primo, comunque tutto dipende dalla proporzione tra acqua e pane, nel senso che più densa è (quindi più pane metti) e più fa l’effetto di una zuppa 🙂

  6. Interessante davvero!!! E sembra anche meno problematica del gazpacho (che mi piace molto ma faccio poco, xk peperoni crudi e cetrioli sono indigesti per molti). L’idea di servirla come antipasto mi ispira un sacco!

  7. Grazie 😛 E’ facilissima davvero Callaudia!

  8. Ah, questa me la faccio di sicuro! Appena arriva il caldo e’ mia 🙂 Io sono allergica alla cipolla ma per fortuna l’aglio lo posso mangiare e mi piace un sacco e poi fa benissimo. Anche a me attira molto l’idea di servirla come antipasto 🙂 Proprio bella!

  9. E’ una ricetta molto particolare… la gusterò come zuppa estiva! 🙂
    Ho un debole per la cucina internazionale… Grazie Gala 😉

  10. Se la provate fatemi sapere 😀

  11. Mi mancano mele e mandorle… domani provvedo 😀

  12. Le mele volendo puoi ometterle se rimane l’uvetta, perchè l’ho fato anche senza ed è buono ugualmente 😉

  13. Ha una consistenza meravigliosa!! E sembra davvero buona 😛 appena abbiamo tutti gli ingredienti la proviamo 🙂

  14. Grazie ragazze! Sempre gentili 😛

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti