Torta di riso basmati


Ingredienti:

3 pugni di riso basmati
350 ml di acqua
1 carota bella grande
1 scalogno
1 confezione di germogli di soia
1 sacchettino di mandorle sgusciate e pelate
gomasio (facoltativo)
salsa di soia (potete sostituirla con il sale, ma il risultato sarà meno saporito)
1/2 spicchio di aglio (per gli amanti dell’aglio anche 1 spicchio intero)
pepe
olio
pangrattato

Procedimento:
Appoggiate un colino a maglia fine sopra ad uno scolapasta: il tutto dentro il lavandino. Nel colino mettete il riso, aprite l’acqua fredda e lasciatela scorrere per 45 minuti abbondanti sopra il riso. Lasciate scolare il riso finchè preparate il resto: affettate le carote a dadini e le cipolle a julienne. Scolate i germogli di soia dalla loro acqua. Tenete da parte metà delle mandorle, l’altra metà tritatela finemente. Strofinate una pentola antiaderente con 1/2 spicchio di aglio, versateci 1 cucchiaio di olio e lasciateci dentro il 1/2 spicchio. Fate scaldare l’olio (non friggete!). Quando l’olio sarà caldo, versate le carote e fatele rosolare 5 minuti. Aggiungete le cipolle, i germogli di soia e le mandorle intere. Versate 1 cucchiaino da the di salsa di soia, fate rosolare il tutto finchè non imbruniscono. Nel frattempo in un’altra padella abbrustolite un pò il trito di mandorle (deve diventare marroncino pallido ) e spegnete. Scaldate l’acqua (deve iniziare a bollire). A questo punto, in una padella abbastanza alta, versate 1 cucchiaio di olio, fate scaldare ed aggiungete il riso. Saltatelo nell’olio per 2 minuti, dopodiché aggiungete l’acqua bollente. Date una mescolata veloce, pepate e chiudete con il coperchio. Lasciate andare il riso per 20 minuti coperto a fuoco medio. Non mescolate!! Il riso dovrà risultare un pò “papposo” (normalmente per il riso basmati si mette meno acqua, ma a noi serve un pò papposo per evitare l’uso di uova e altro). Passati i 20 minuti, non aprite, lasciate coperto per 15 minuti. Mescolate poi al riso le verdure preparate in precedenza ed il trito di mandorle. Lasciate raffreddare. Oliate una tortiera e spolverate con il pangrattato. Versate il riso nella tortiera, coprite con il gomasio ed infornate a 180° per 15-20 minuti.

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Nessuna valutazione)
Loading...
  1. Ciao Jujole, benvenutissima tra noi! 😉

  2. Super benvenuta!!! 🙂 che bel piatto!!!

  3. Benvenuta e bella ricetta!!! 🙂

  4. grassie 🙂 Ho dimenticato di dire che l’acqua va aperta a filo (altrimenti se ne sprecano litri e litri :-))

  5. che ricetta particolare.. benvenuta!

  6. ciao jujole, benvenuta 😀 che bella idea per usare il riso in maniera diversa, complimenti!!

  7. 45 minuti?
    e perchè si deve fare questa operazione dell’acqua sul riso?
    grazie

  8. ciao 🙂 grazie a tutti del benvenuto ^__^

  9. ciao Elle 🙂 Il riso basmati va sciacquato per 2 motivi:

    1. dopo esser stato trattato nel modo descritto da me, è meno facile che si rompa pertanto i chicchi restano integri
    2. Per eliminare l’amido in eccesso e quindi renderlo meno appiccicoso e mantenere il suo sapore 🙂

    Va poi tostato (prima di farlo bollire) perchè in tal modo si elimina l’umidità in eccesso e lo si fa insaporire al meglio !

  10. PS: scusa @Elle non ho specificato che in realtà andrebbe sciaquato più e più volte finchè l’acqua non risulta limpida (quindi ciotola,riso,acqua,sciacquatura,getta via l’acqua e ripeti la stessa operazione all’incirca 20 volte) . Purtroppo però così facendo si sprecherebbe moltissima acqua e non trovo che sia una cosa da sprecare così,quindi con il mio metodo si sciacuqa ma si spreca meno acqua. Considera poi che il tempo che io ho indicato (45 minuti) si riferisce al rubinetto aperto veramente al minimo. Se lo apri un filino di più,il tempo lo puoi ridurre.

  11. ok.grazie.

  12. Ciao…. buone le torte di riso!!!! 🙂

  13. Ciao e benvenuta 😛

  14. Ciao, benvenuta!

  15. Benvenuta Jujole !!!
    🙂

  16. benvenuta!! Carina la torta di basmati la provo sicuro!

  17. Ciao e tutti e grazia ancora del benvenuto !!!!

  18. In super ritardo ;-), ti dò anch’io il mio sincero “benvenuta”!
    La tua torta di riso dev’essere deliziosa…

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti