L’acquolina in doccia

Speravo di vedere pubblicate delle nuove ricettine e invece nulla… :(. E va beh, pazienza, vorrà dire che qualsiasi vostro esperimento sarà probabilmente condizionato da questa esperienza golosa. Magari non a tutti piace il cioccolato (in realtà io adoro il cacao e la cioccolata calda in tazza – quella come dico io, rigorosamente senza panna a prescindere che sia o meno veg, bla bla bla). Come vedete, le eccezioni ci sono sempre  e infatti anche per ricordare il gusto di una tavoletta di cioccolato devo viaggiare parecchio indietro nel tempo… Forse ho viaggiato troppo perché mi sto ricordando di quando da bambina non prendevo mai il gelato al cioccolato: il gusto solitamente preferito dai pupi (:)) a me faceva un baffo (mi sarei decisamente sporcata la bocca e probabilmente anche tutto il resto). Infatti era il cocco il mio gusto preferito (eccovi spiegata la passione per gli scrubbini al cocco!). E poi il pistacchio, altro gusto che mi piaceva un sacco… Ritornando al presente, il profumo di cioccolata che si diffonde nella stanza credo sia una delle esperienze più incredibili e travolgenti, certo, questo prima di averla provata anche nella doccia :D.  Mmmm, guardate la crema al cacao liquida che esce dal flacone… Non è terribilmente golosa?
Ingredienti:
1 cucchiaio abbondante di cacao amaro
2 cucchiai di farina di grano saraceno biologica
2 cucchiai di olio di riso
latte di riso biologico qb

Procedimento:
Mischiate la farina con il cacao, aggiungete l’olio e mescolate bene per circa un minuto. Per ultimo aggiungete il latte poco alla volta , continuando a mescolare fino a quando avrete ottenuto la consistenza liquida, ma non troppo, che ci interessa. Ecco fatto, pronto da imbottigliare e da usare subito sotto la doccia. Sconsiglio infatti di farne tanto e di conservarlo in frigorifero a meno che non vi piaccia l’alternanza tra getti di acqua calda e getti di cioccolata fredda sotto la doccia (e per via del latte suppongo non si possa conservare fuori dal frigo).

Considerazioni:
Il cacao oltre ad essere noto per la sua fama di  afrodisiaco, è ottimo per rassodare e rimodellare ed è perfetto anche per il trattamento delle zone più delicate. E’ utilizzato insieme al caffè in molte creme anticellulite. La farina di grano saraceno è tra le farine con il più alto potere lavante e oltretutto, essendo “priva di glutine”, non è adatta per produrre il seitan!!! (spiego meglio: avevo fatto un tentativo imbarazzante di realizzare un ibrido tra il muscolo e il seitan con questa farina, ancora non è chiaro cosa volessi produrre…  fortuna che poi Romina mi è venuta in soccorso :)). Il  riso è ricco di proteine ed è anche un antiossidante. Olio e  latte svolgono un’azione idratante ed emolliente.

Risultati:
Infatti, una volta usciti dalla doccia l’unico vostro problema sarà eliminare eventuali (evidenti) tracce cioccolatose dalla doccia ma  non dovrete invece pensare a spalmarvi la crema idratante, o almeno, io che ho sempre avuto problemi di pelle secca, delicata (probabilmente allergica?) dopo l’utilizzo di questo prodotto non avverto prurito e non utilizzo nessuna crema idratante pur essendo uno scrub a tutti gli effetti (suggerisco di utilizzarlo 2 volte la settimana). Unica nota, la pelle “liscia come la seta più liscia” l’avrete solo con gli scrubbini al cocco.  Però che profumo mentre ci si lava, è davvero fantastico!! Non vi preoccupate del post doccia (ripeto, solo del box vi dovrete occupare) perché il profumo non resta sulla pelle.

Varianti:
Mentre ricordavo i tempi del gelato al cocco mi è appunto tornato in mente il pistacchio… e allora, perché non aggiungere un po’ di pistacchi tritati per un maggiore scrub ed un’esperienza ancora più golosa?

Da magiare:
Mentre mescolavo, la tentazione di assaggiare era forte. Così ho pensato che sostituendo la farina di grano saraceno con delle farine che possono essere mangiate crude (come ad esempio quelle ottenute dal passaggio dei  semi di sesamo, delle mandorle o degli anacardi nel macina caffè) avrei potuto mangiarla :).  Sperimenterò nelle prossime ore questa crema al cacao di ispirazione crudista ;).

1 Punto2 Punti3 Punti4 Punti5 Punti (No Ratings Yet)
Loading...
  1. Wow…fantastico questo doccia-schiuma (anche se non fa schiuma è lo stesso :D)…solo una domanda: mentre amalgamiamo gli ingredienti, li dobbiamo anche cuocere o tutto il procedimento si svolge ‘a crudo’? 🙂

  2. 😯 Oltre ad avere l’acquolina in bocca adesso l’avro’ anche in doccia!!!!!!!!!!
    Perfetta e terribilmente golosa!!!!
    Hai di quelle idee che mi meravigli sempre di piu!!!
    Ingredienti semplici e prodotto ben riuscito da quanto vedo!!!
    Posso solo immaginare quel delizioso profumo travolgente di cioccolata!!! Ti faccio veramente i miei complimenti e questa rubrica mi piace sempre piu’!!!! Alla prossima novita’ o alla prossima acquolina!!!!

  3. anice, sei coccolosissima!! E poi l’alternanza caldo freddo fa bene!! Domani lo provo!! 😀

  4. Meraviglioso post! Mentre leggevo era come se lo vivessi in prima persona..sei un’ottima scrittrice! Io ancora non oso produrre creme e bagnoschiuma per il corpo..il problema è che non uso nulla e vorrei iniziare, ma non mi sento all’altezza. Cmq dai per il seitan..ora che hai capito dove sbagliavi puoi provare a rifarlo 😉

  5. Che meraviglia!! Chissà che bello profumare di cioccolato….ahhh! Proverò a farla sicuramente!

  6. Se la metto i miei cani non finiranno più di assaggiarmi! 🙂

  7. @Goodlights … e non solo i cani 😀
    Ciao Anice, io ho fatto lo scrub per il viso, appena riesco mi faccio pure la crema idratante … e poi tutto il resto 😉

  8. Anice e Limone: io ti adoro!

  9. Eccomi!!!
    Ragazze siete incredibili, io vi adoro tutte, il vostro entusiasmo e’ meraviglioso!!!
    @Mus:questo si’, sembrerebbe ben riuscito… A differenza di un certo seitan!!!!
    @Terri: fatta la cioccolata? 🙂
    @Romina: se ti dovessero proporre di costruire un palazzo accetta l’incarico perche’ potresti riuscire anche in quello…Come non ti senti all’altezza, che scherzi???? Oltretutto qui non si usa nulla che tu non abbia gia’sperimentato in cucina 😀 Per il seitan… come dicevo a Mus, ho sperimentato la sua versione ma ho avuto qualche problemuccio… Vi raccontero’nel suo post e comunque forse ho capito errore e ci voglio riprovare 🙂
    @Dalila: per profumare potresti aggiungere degli oli essenziali al cacao come piace a Mus…
    @Goodlights:vai tranquilla, non resta sulla pelle (anche se in effetti il loro fiuto potrebbe… Stai attenta!!!! :D)
    @AlexUK: 🙂
    @Nadir:quale ai fatto?
    Buona domenica a tutte!!

  10. Mi spiace per il seitan 🙁 ma in compenso ci sai fare alla grande coi prodotti fai da te!!!! e vedrai che aala prossima ti verra’ bene!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti