Cutechìn

Per non chiamarlo con i classici “lenticchino” o “cotechino felice” (e per non sentirmi una copiona!), gli ho appioppato l’appellativo piemontese. 😆
E’ nato casualmente, anche perché in realtà volevo fare un polpettone… ma siccome non ero sicura degli ingredienti, ho voluto sperimentare, ed è nato lui! la mia creatura fragrante 🙂

Ingredienti:
60 g di instant seitan (mezza busta)
una latta di lenticchie precotte (240g peso sgocciolato)
due cucchiai d’olio
sale qb
spezie a piacere (io ho usato rosmarino, cipolla in polvere e curry)
brodo per cuocere ‘l cutechin (una bella pentola!)

Procedimento:
Preparare un’abbondante pentola di brodo, che dev’essere molto saporito (potete aggiungerci anche della salsa di soia), a portatelo a bollore.
Intanto preparate il cotechino: frullate le lenticchie scolate assieme all’olio e unitele alla polvere di seitan.
Salate, “speziate” e impastate con le mani finché il glutine non è stato completamente assorbito.
Dategli la forma a salsicciotto e chiudetelo in un canovaccio/tovagliolo con dello spago.

A questo punto abbassate al minimo la fiamma del brodo e metteteci a cuocere il cotechino per almeno mezz’ora.

Quando è cotto, toglietelo dal brodo e passatelo sotto l’acqua fredda corrente (altrimenti vi ustionate!).
Spogliatelo del canovaccio e posatelo delicatamente su un tagliere.

Aspettate 5 minuti che si raffreddi e tagliatelo a fette: sarete sorpresi di sentire il profumo che si sprigiona dal suo interno (se mai avete mangiato la “versione carcassa” e ve ne ricordate l’odore, vi stupirete di quanto questi si assomiglino! 🙂 ).

Il punto:
Come al solito ho voluto fare di testa mia, e fortunatamente anche sta volta è andato tutto bene! 🙂
Dopo averlo fatto però ho dato un’occhiata alle ricette già presenti sul forum (stupende!) per non postare un doppione, ma guardando tra gli ingredienti altrui ho notato che alcuni hanno usato anche farina di ceci e altre cose… Quindi posso dire tranquillamente che la mia versione è “nuova” 🙂
Un consiglio: se ad esempio volete farlo insaporire nel sughetto delle verdure di contorno, non fatelo stare a lungo a contatto col condimento in pentola, rovinereste la sua bella superficie liscia.
Visto che le lenticchie erano già nell’impasto, ho usato come accompagnamento carote e patate tagliate a pezzetti. Se invece fosse Capodanno i tipici legumi sarebbero quasi d’obbligo 😉
Disponete le verdure in una teglia da portata e adagiateci sopra le fette di cotechino (se non volete che si raffreddi troppo, mentre preparate le verdure accendete il forno a 100 ° e lasciatelo lì finché non è il momento di servirlo).


Anche questa preparazione è molto semplice e non richiede arnesi o ingredienti impossibili da trovare.
Ci ho pensato dopo… Ma se voleste donargli un colore più rossiccio basta frullare assieme alle lenticchie un pezzetto di barbabietola (che avevo in frigo e ho clamorosamente dimenticato!!!! 🙁 )
Enjoy it!! E scusate se non è proprio il periodo più adatto per farlo xD

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle (Nessuna valutazione)
Loading...
  1. dimenticavo… LA CONSISTENZA E’ UGUALE!!!

  2. Uh, non sarà periodo ma da buona piemontese non può non venirmi l’acqua in bocca =P
    Solo una curiosità – se posso – la polvere di seitan dove la trovi? Perché qua non riesco a trovarla e fatto con la manitoba non mi piace. O probabilmente sono io che non riesco a farlo bene… @[email protected]

  3. in negozi e supermercati biologici lo trovi quasi sempre!

  4. Grazie dell’informazione!!! Domani mi metterò alla ricerca anche lì, allora =)

  5. Domani lo preparo, magari aggiungendo un cucchiaio di concentrato di pomodoro per il colore 🙂

  6. MikiVeg il tuo cotechino è bellissimo mi viene voglia di mangiarlo tutto,a me il vero cotechino non piace e ne faccio volentieri a meno.

  7. Per me va bene così grazie.Non aggiungo nulla…

  8. vulcanica Miki…una ne fai e cento ne pensi! 🙂 🙂 buona la tua ricetta, io quoto lenticchino come nome, perché cotechino mi fa un po’ impressiun…! 🙂 🙂

  9. dato che le lenticchie ci sono già è d’obbligo accompagnarlo con un purè di patate 🙂

  10. e’ vero il purè!!! O_O sun dismenciame!!! (me ne sono dimenticata) 😆

  11. Bravissima Miki! io il cotechino non l’ho mai potuto vedere e odorare…figuriamoci mangiarlo! ma del tuo mi fido!

  12. meraviglioso, complimentissimi!!

  13. Buooono! Molto meglio dell’originale brutto e cattivo che da noi si chiama “crodeghin”.

  14. che figata….. lo farò…. bontà…bntà… 🙂

  15. Ma che bello!!! a me il cotechino crudele non è mai piaciuto,mi son sempre rifiutata di assaggiarlo ma questo lo papperei proprio!!! bravissima 🙂

  16. grazie ragazzi!! 😀
    pensate che l’ha assaggiato persino mio padre oggi a pranzo… O_O incredibile!!!

  17. Complimenti Miki sei bravissima! Complimenti anche per il blog. Le ricette le voglio rifare tutte XD

  18. stavo per suggerirtelo io! ci va un bel piattone di purè di fianco…o ancora meglio le patate arrosto! 🙂
    bravissimaaa!

  19. Ma è bellissimo! …è perfetto da proporre per capodanno! Complimenti! 😀

  20. Ha un aspetto delizioso! 😀

  21. Ha proprio una bella faccetta, da fare (l’anno prossimo…) ! 😉

  22. miki ma che bello ho detto che sei un piccolo genio 🙂
    sei troppo bravaaaa!!!!
    complimenti

  23. Miki somiglia veramente tanto al cotechino, per gusto e consistenza? perchè quello cadavere non mi è mai piaciuto ma questo mi sembra buono!

  24. @ lizzie: solo come consistenza e per il profumo, il gusto è diverso… ed è molto meno grasso (ovviamente!)

    grazie a tutti!!! =D

  25. Che spettacolo *__* …l’ultima foto la metterei in un bel ricettario veg *__*

    Grande Miky 😉

  26. Eccolo l’ho trovato..devo farlo assolutamente. Scusa se ti ho invaso la mail, ma le tue ricette mi hanno incuriosito 😉

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti