Burro di arachidi crudista

Ogni tanto ritorno con qualche idea crudista venutami alla mente girovagando tra gli scaffali di un grande Sainsbury’s a Londra… Una sera mi trovavo nel reparto frutta e verdura, girovagando per cercare offerte qua e la, ed ho trovato nello stand della frutta secca le noccioline intere, essendo queste qua abbastanza difficili da trovare in negozio, mi avvicino a dare un occhiata e appare la scritta Raw monkey nut (noccioline della scimmia crude) essendone incuriosito le compro. L’intento era di darle da mangiare agli scoiattolini al parco, interrogandomi su quale tipo di noccioline/cibo sia dato da mangiare e l’impatto che il cibo cotto possa avere sulla dieta di questi animali selvatici. Appena rientrato a casa ho assaggiato le noccioline ed ho scoperto che hanno un colore molto chiaro ed un sapore delicatissimo che ricorda il pisello fresco (essendo anche l’arachide un legume) che ho apprezzato molto. Dopo la gita al parco del giorno dopo ho notato che mi rimanevano moltissime noccioline nel pacco, e mi è salita la felice idea di farmi del male fisicamente e psicologicamente andando a provare a farmi il burro di arachidi a casa, con noccioline crude e non tostate.
Ingredienti:
40 noccioline crude
olio di semi di girasole
olio di semi di oliva
1 pizzico di sale marino integrale

Procedimento:
Ho sbucciato circa 40 noccioline, assicurandomi di aver tolto la pelle marroncina che riveste il legume dentro il guscio e le ho messe nel frullatore. Ho aggiunto 1 pizzico di sale ed ho iniziato a frullare aggiungendo 1 filo d’olio dall’alto sino ad avere una crema densa e dalla consistenza del burro, successivamente ho aggiunto, sempre frullando, 1 filo d’olio d’oliva per dare un tocco forte e fruttato. Pronto! Volevo giusto aggiungere che questa ricetta era solo uno sfizio che mi volevo togliere, ed in questo caso (come in molti altri) crudo non equivale necessariamente a salutare. Tutto quell’olio ed il sale, aggiunto alle arachidi che non sono certo facili da digerire e sono molto caloriche essendo ricche di grassi, creano un mix molto calorico, da usare quindi con parsimonia ed in rare occasioni (c’è da dire che in questo caso il burro di arachidi crudo è sicuramente preferibile a quello confezionato che si trova in negozio, fatto di noccioline tostate con aggiunta di sale e zucchero). Enjoy!

1 Punto2 Punti3 Punti4 Punti5 Punti (No Ratings Yet)
Loading...
  1. Ho proprio delle noccioline crude che mi sono avanzate da un’altra preparazione… bella idea!!! 😀 Come dici tu, sicuramente questo burro crudo e con il sale dosato secondo le proprie necessità è molto meglio di qualsiasi altro comprato. Comunque non bisogna neanche demonizzare le arachidi, anche loro hanno dei pregi e sicuramente possono essere consumate senza problemi all’interno di uno stile alimentare variato e salutare.

  2. Ricetta interessante e da tenere a mente 🙂

  3. Quanto mi piacciono queste cremine *__* …però quando le faccio, non ho mai messo tutti e due gli olii assieme 🙁 son curioso, proverò 😛

    Complimenti Giuseppe 😉

  4. Molto interessante…dovrò ricordarla al primo apericena casalingo con gli amici!!! 😉

    Anch’io uso sempre la tecnica del tanto olio di semi e poco di oliva, su risultato finale è perfetto!
    Da i buono dell’oliva senza nascondere gli altri sapori!

    Complimenti!!!! 😀

  5. Ma si tratta di noccioline o di arachidi?

  6. Ottima idea, da provare!
    😉

  7. ma dove si comprano le noccioline crude?

  8. Devo fare la Nutella crudista… Non so se mi spiego… 😉 Ottimo questo burro 🙂

  9. Mai trovate noccioline crude da nessuna parte…:(

  10. Ah, ok, allora proverò con le nocciole! Grazie! 🙂

  11. Ricordati sempre che questa non e matematica 😉

  12. Ma certo!! E’ impossibile che mi incastri nelle indicazioni delle ricette! Sono piuttosto anarchica in cucina (e nella vita! 😉 ). Diciamo che uso le ricette per dar luogo a libere ispirazioni e interpretazioni… 🙂

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti