Pasta all’uovo veg

Non ho scoperto l’acqua calda… Ma solo un’ingrediente in più che rende la pasta elastica, morbida e ben stendibile :). Piccola premessa, come al mio solito; quando ho fatto le Polpette del mattino, mi sono accorta che c’era un’ingrediente favoloso, che ha legato il tutto in maniera perfetta, rendendo le polpette morbide, squisite, anche gialline, e compatte… 😉
Ingredienti per la sfoglia:
200 g di semola di grano duro
olio evo
2 cucchiai di farina di lupino rasi
2 cucchiai di acqua tiepida (o poco più)
1 bustina di zafferano (o curcuma)
acqua qb

Ingredienti per il ripieno:
200 g di ricotta di soia
2 cucchiaini di patè d’olive nere taggiasche
1 pizzico di erba cipollina
pepe
peperoncino

Ingredienti per il sugo:
ripieno di ricotta avanzato
3-4 pomodori rossi
il ciuffo verde e fresco di 1 cipollotto
olio evo
1 pizzico di aglio in polvere
origano fresco
basilico fresco

Procedimento:
Setacciare la farina, creare una fontana sulla spianatoia e nel centro disporre 1 filo di olio evo.

Preparare la pastella sostituta delle 2 uova ( sembra uovo sbattuto O__o ), come da ingredienti di cui sopra, ogni cucchiaio di farina di lupino con un cucchiaio di acqua o più (sufficiente a formare una pastella) sostituisce 1 uovo. Potete provare anche con farina di ceci 😉 e unire alla farina.

Amalgamare per bene gli ingredienti, ottenendo un composto granuloso…
Aggiungere acqua qb (nella quale avrete disciolto lo zafferano) a formare un impasto omogeneo, liscio e compatto. Fate riposare la pasta per 1/2 ora in frigo. Trascorso il riposo, riprendete la pasta e utilizzatela per fare ciò che meglio desiderate. Io l’ho stesa… (le venature giallognole che vedete, sono dovute al fatto che mi sono ricordata di aggiungere lo zafferano dopo che avevo impastato la farina con l’acqua :mrgreen:).
Ho ritagliato, con la rondella dentellata, tanti quadrotti di pasta…
In ogni quadrotto ho aggiunto 1 noce di ripieno di ricotta e patè di olive. Dopo di che ho richiuso ogni quadrotto su stesso, premendo bene i bordi per evitare la fuoriuscita del ripieno… A questo punto per fare i tortelloni, ho preso i lembi (lati) del quadrotto richiuso e li ho uniti nel retro… Così… (spero sia comprensibile :D)
formazione-tortello
Lasciate riposare e asciugare per bene sul piano da lavoro. Se li volete mangiare il giorno successivo, come ho fatto io per Adry, metteteli in frigo (se dovete evitare gatti curiosi) e disponeteli in un piatto ricoperto da carta  trasparente, ben distanti fra loro).
Per il sughetto ho fatto così: ho preso il poco ripieno che mi era rimasto, l’ho versato il padella e allungato con un pò di acqua, l’ho fatto asciugare qualche minuto e aggiunto i pomodori tagliati a cubetti, il ciuffo del cipollotto tagliato a pezzetti, 1 pizzico di pepe, 1 pizzico di peperoncino e il basilico spezzetato e fatto cuocere finchè non si è asciugato. A fine cottura ho aggiunto 1 filo d’olio evo. La pasta l’ho fatta cuocere per 4.5 minuti (dipende da quanto la fate sottile). Comunque dal secondo bollore che raggiunge l’acqua dopo l’aggiunta della pasta, calcolate 5 minuti, i tortelli torneranno in superficie. Una volta cotti, scolateli con un mestolo bucherellato e versateli nella padella del sughetto con un pò di acqua di cottura, amalgamate per bene e servite con 1 spolverata di origano e 1 filino di olio evo.
Li ha assaggiati anche la mia mamma, che se li è pappati con molto gusto… Idem Adry :D.

Leggi altre notizie con:
  1. che donna! complimenti!

  2. Wow! Sono molto invitanti!

  3. Bellissimi!!!
    Anche l’idea della farina di lupini è ottima. Brava! Voglio provare anch’io….

  4. Oriental Angel 9 agosto 2010, 11:35

    Sei un fenomeno Mimì!

  5. Che belli Mimi, voglio provare anch’io a fare la pasta fresca.

  6. Mai provata la farina di lupini nella pasta. Una volta ho usato quella di ceci con olio e acqua (frizzante) ed è vero sembrava proprio uovo sbattuto. Da provare anche con la farina di fave che ha un gusto particolare. 😉

  7. Ammazza che piattone!
    Gnam!

  8. e brava Mimì. Vedo che le vacanze ti hanno ricaricata 😉

  9. Devono essere buonissimi!!! Scusa l’ignoranza ma che cos’e la farina di lupino ?

  10. Mimì, ma sei un genio! sembra veramente pasta all’uovo! 🙂

  11. Che buona!!!ci proverò sicuramente….grazie a te ho la passione per gli impasti…questo piatto così goloso non mi può sfuggire

  12. Grazie grazie infinte a tutte, grazie!!!! 🙂
    Rispondo ad Ari che mi chiedeva cos’è la farina di lupino, guarda quì: http://www.tibiona.it/shop/tibiona-product_info-n-Farina_di_Lupini_1Kg-cP-24_286-pId-1246.html

  13. Ottima pasta e favoloso suggerimento, da provare al più presto. Bravissima.

  14. Grazie anche a te Felicia 😛

  15. FAntastica, non ho altre parole per dirti che sei davvero una cuoca fantastica, io la sfoglia non l’ho mai stesa col mattarello 😉

  16. Sono d’accordo con Oriental Angel! 100 e lode. 😉 😛

  17. Mimi ma non è che vieni a fare un vacanza dalle mie parti? i miei magari aggiungerebbero il sale perché sono dei rozzi ma per il resto…. slurp!!

  18. E’ bellissima, che brava che sei Mimi, a stendere la sfoglia col mattarello poi…!!! 😀

    Ah, sai che non riesco a trovare il libro Fast Food Nation ? Devo ordinarlo a settembre…

  19. Fantastica questa farina di lupini, grazie la proverò sicuramente, in settembre farò un bell’ordine dal magico sito :mrgreen:

  20. Meravigliosa come sempre!!! 😛

    …sei fenomenale in tutto e per tutto. Le tue ricette ne sono la prova 😉

    un bacione Mimì 😛

  21. Grazie a tutti… Siete sempre gentili!!! 🙂
    Mi piace molto impastare e stendere a mano.. Anche se capisco che non a tutti piace e per essere veloci si utilizzano macchinari vari 😉
    Comunque Pippi, verrei volentieri da te e preparerei volentieri tutto quello che volete 🙂 🙂

  22. Geniale Mimi…e continui a darmi idee per utilizzare la farina di lupini che,come sai, ho in quantità. a questo punto la si potrebbe usare anche nell’impasto delle quenelles….tu che dici???? Bravissima….anche il ripieno che hai fatto deve essere molto gustoso…

  23. Grazie fede!!! 😀 Mi rallegra sapere che anche tu apprezzi 😉
    Sarebbe ottima nell’impasto delle chenelle.. 🙂 Prova e fammi sapere 😀

  24. Mimì 6 un genio!!!!!!!!!!! Ma quante cose sai????? Questa me la segno subito!!!!!!!!!!!!!!!!! Grazie per averla condivisa con noi!!!!!!!!! 😉

  25. E di che Gemmina, grazie a voi che fate conoscere tante cose anche a me 🙂

    E’ sempre un piacere condividere certe scoperte con voi 😀

  26. Mimi, questa pasta e’ strepitosa, mi fai venire un’aquolina!!

  27. favolosa.
    andro’ in cerca della farina di lupini,finora giuro che non l’ho mai vista ma se questo e’ il risultato mi impegnero’.
    ho provato degli impasti con la farina di ceci ma non riescono belli elastici, e poi cambia il sapore
    sara’ che ogni volta e’ una operazione alchemica,variano temperature,umidita’,farine, non ho ancora una ricetta standard.Pero’ anch’io stendo con il mattarello,c’e’ piu’ gusto, e’ un gesto antico e rilassante; certo non sono bravo come mia nonna che tirava delle sfoglie da un metro quadro…

  28. @ Susi: Anche la mamma ha gradito 😛 era molto buona 😛

    @ Micillo: Micillo io l’ho trovata su tibiona, un sito che vende farine di ogni tipo anche quella di lupini.. Il risultato è ottimo 😀
    Provala e fammi sapere 😛 . In un altro commento in questa ricetta, ho messo anche il link sul dove e come acquistarla!! 🙂

  29. che spettacolo! E che inventiva!

  30. Grazie mille acquaviva 😛

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti