Marmellate senza zucchero

93 commenti

Sperimentate per la prima volta la scorsa estate, quando ho iniziato a proporre a Ipazia cibi diversi dal latte di mamma. Leggete Le Inconclusioni sotto :-D

1) Marmellata di prugnette selvatiche

Preparata ad agosto dell’anno scorso. Il gusto acidulo alla piccola è graditissimo con gallette di riso e yogurt di soia.

Ingredienti:

Prugnette selvatiche, che ho raccolto in un parco pubblico, ahimé assai poco frequentato. e quest’anno gli albero sono stati potati selvaggiamente, così che i frutti sono inaccessibili :-(

Procedimento:

Lavare con cura le prugnette e togliere i piccioli. Far sgocciolare e appassire ponendole qualche ora al sole battente. Schiacciare leggermente con un cucchiaio e mettere sul fuoco. Cuocere 30′ dall’ebollizione, passare al passaverdure con mooooolta pazienza così da separare polpa e noccioli. Continuare a cuocere finché addensa, invasare e sterilizzare 45′. Come vedete sotto, scusandomi per l’effetto schiacciamento, l’assaggiatrice è soddisfatta :-) Qui eravamo a dicembre 2009

2) Marmellata di pere (a destra nella foto in alto)

Ingredienti:

Pere belle mature

Procedimento:

Lavare e sbucciare le pere, farle a tocchi e frullarle con il minipimer. Mettere sul fuoco e cuocere fino alla consistenza voluta, invasare e sterilizzare 45′.

Nella foto qui sopra si vede poco, ma volevo testimoniare che da agosto dell’anno scorso non ha dato segni di degradazione, nonostante l’assenza di zucchero!

3) Marmellata di azzeruoli, mosto e prugnette selvatiche

Ingredienti:

Prugnette selvatiche, vedi sopra

Azzeruoli

Mosto d’uva – era stata fatta nei giorni della vendemmia

Procedimento:

Procedere come nella ricetta delle prugnette sia per queste, sia per gli azzeruoli. Dopo aver passato al passaverdure, però, unire un po’ di mosto 1:3 in volume. Far cuocere fino alla consistenza desiderata e sterilizzare 45′.

4) Marmellata di kiwi (a sinistra nella foto principale)

Preparata a febbraio, quando la cassa di kiwi sottotaglia, regalatici da carissimi amici, è maturata tutta contemporaneamente :-)

Ingredienti:

Kiwi belli maturi, eventualmente metterli in un sacchetto di carta con qualche mela per accelerare il processo

Procedimento:

Pelare i kiwi, affettarli e metterli in pentola. Frullare con il minipimer senza essere troppo maniacali. Cuocere fino alla consistenza desiderata, invasare, sterilizzare 45′

5) Marmellata di gelsi (a destra nella foto qui sopra)

Se avete avuto la fortuna e la pazienza di raccoglierli non esitate: cuoceteli subito! Questi squisiti frutti infatti sono estremamente deperibili, una notte in frigo e già sviluppano muffe :-( . Preparata a giugno 2010.

Ingredienti:

Gelsi

Procedimento:

Schiacciate leggermente i gelsi con il cucchiaio di legno, frullate velocemente con il minipimer. Mettete sul fuoco e cuocete fino alla consistenza voluta, invasate e sterilizzate 45′

6) Marmellata di prugne gialle, susine rosse e gelsi (a sinistra del vasetto di soli gelsi)

Giugno 2010. Primo esperimento di sterilizzazione con la pentola a pressione, mi ha decisamente soddisfatto! Al sibilo ho abbassato la fiamma e atteso 30′. Ovviamente quando ho spento non ho sfiatato.

Ingredienti:

Prugne gialle, susine rosse, gelsi

Procedimento:

Snocciolare prugne e susine e farle a tocchetti. Unire i gelsi e frullare il tutto. Mettere sul fuoco e cuocere fino alla consistenza desiderata. Invasare e mettere in pentola a pressione coperti d’acqua almeno per 1 cm al di sopra del bordo, poi procedere come detto.

7) Marmellata di melone


Ingredienti:

Melone maturo ma sodo

Procedimento:

Pulire e affettare il melone. Frullare con il minipimer, mettere in pentola e cuocere fino alla consistenza voluta. Il melone che avevo acquistato era decisamente acquoso, sono occorse 2 ore! Invasare e sterilizzare.

Le Inconclusioni

Come è nata l’idea? Personalmente, sapete che non amo il dolce. Quanto a Ipazia, che volentieri si mangerebbe un pacco intero di zucchero bianco, ho sempre cercato di crescerla dando cibi il meno manipolati possibile. La frutta cotta mi era sembrata una buona idea. Avevo qualche perplessità sulla conservazione, ma a distanza di un anno nonostante l’assenza di zucchero e di acidi direi che non ci sono problemi. Acidi: sì, ho omesso anche il limone, proprio per vedere l’effetto.

In caso di dubbi, comunque, sapete che per inattivare la tossina botulinica basta bollire il cibo per una decina di minuti prima di consumarlo.

Link alle fonti ufficiali tanto per essere scrupolosi.

Inconclusioni, perché? Beh..perché ho appena iniziato :-) Purtroppo il gusto di famiglia e amici è ancora molto orientato verso il gusto e soprattutto l’estetica dello zucchero bianco. Piano piano..

Ero indecisa se postare queste banalità, ma spero di essere stata utile a qualcuno, almeno per riflettere su cosa è realmente necessario e cosa no al di là dell’abitudine :-) e poi mi conoscete, sono selvatica e minimalista. E tendo a procedere come il mitico Giacometti..

..to be continued ;-)

Edit al 16 settembre 2010:

vi aggiungo le foto dei pochi vasetti preparati in quest’estate convulsa: Marmellata di fichi e prugne, Marmellata di fichi, pere, prugne e uva di diverse varietà. Quest’ultima mi ha ricordato vagamente i sugoli – dovrebbe essercene una ricetta in Vb. Allora, le vostre? Potete fare moooolto meglio di me ;-) La patina che vedete sui vasi è il calcare. Qui l’acqua è durissima sigh..

   
  1. Tati 20 luglio 2010 alle 10:46

    Che delizie Neo, lo credo bene che la piccola ha gradito..Buongustaia :)


  2. Noemi 20 luglio 2010 alle 10:48
    Noemi

    uaoh.. tu sei la chef delle marmellate! ho deciso :) :) toglimi una curiosità : siccome anke io sono CONTRARISSIMA allo zucchero raffinato e utilizzo raramente zucchero di canna e altri dolcificanti , volevo provare a fare una marmellata sugar free! cosa vuol dire “sterilizzare per .. minuti?!?!” grazie :)


  3. Noemi 20 luglio 2010 alle 10:49
    Noemi

    ps: è carinissima la tua bimba!! :) :)


  4. Loriana 20 luglio 2010 alle 10:54

    Neo sei Grandiosa!!!!…finalmente posso fare la marmellata senza zucchero a casa e facile!!!…GRAZIE!!!….la piccola è veramente stupenda! :D


  5. Loriana 20 luglio 2010 alle 10:56

    Ah un’ultima cosa…ma si devo mangiare a distanza di un anno? O.o…oppure anche il giorno dopo?hiihih


  6. Gemma86 20 luglio 2010 alle 11:01
    Gemma86

    Bellissima la bimba!!!!!!!!! Per la ricetta ti approvo, non amo lo zucchero e se si può non metterlo io ci sto!!!!!!!!!! :P Bravissima mi piace questa ricetta ;)


  7. neofrieda79 20 luglio 2010 alle 11:20
    neofrieda79

    :oops: non pensavo di riscuotere tanto successo :oops:
    @tati: sì sì, è proprio una buongustaia
    @Gemma: :-D
    @Loriana: per le conserve si consiglia sempre di aspettare :-) Ma ne resta sempre una tazzina da consumare fresca, chissà perché ;-)
    @Noemi: sterilizzare vuol dire impedire a muffe e batteri di papparsi le tue conserve. Io procedo così: lavo molto bene vasi e coperchi, che devono chiudere perfettamente. Passo i vasi in forno, portando a 120°, per una decina di minuti. Invaso la marmellata tenendola sul fuoco, deve sobbollire. Chiudo subito, metto a testa in giù in modo che il calore sia a contatto col coperchio. Stingo ulteriormente. Metto in pentola coperti di acqua a temperatura ambiente, l’acqua durante tutto il processo deve sovrastare i coperchi di almeno 1 cm. Porto a ebollizione, abbasso e lascio sobbollire il tempo desiderato unendo se necessario acqua bollente. In pentola a pressione, come ho detto, dà molta soddisfazione :-) Spero di essere stata chiara, se domande chiedi


  8. Pizza pie 20 luglio 2010 alle 11:49

    Bravissima! Sono d’accordo con te! Consiglio a tutti di leggere il libro Sugar Blues di William Dufty! Abbasso lo zuccherooooooo! Viva le marmellate di Neooooo! :-)


  9. marta 20 luglio 2010 alle 12:02

    grande annalisa!! come lo trovi il tempo anche per le marmellate?? mi servirebbe una settimana di ferie solo per provare a fare tutte le cose che vorrei sperimentare…uffina…
    a proposito: io ne ho fatta una di limoni senza zucchero (ma col malto) che…bleah! puà! ‘na schifezza!! perchè le marmellate di limoni sanno sempre invariabilmente di detersivo per i piatti?? umpf
    un bacio alla cetriolina della tua pargola-occhi da birbante!! ^__^


  10. Silvia P. 20 luglio 2010 alle 12:26

    Ciao Annalisa, complimenti per tutto quello che fai e per la piccola. Una domanda, perchè non sfiati con la pentola a pressione? Non ho molta confidenza con quest’invenzione anche se me la sono fatta regalare e vorrei imparare ad usarla. Grazie Silvia P.


  11. neofrieda79 20 luglio 2010 alle 12:31
    neofrieda79

    @Pizza: non l’ho mai letto..pensavo di prendere l’originale, che dici? provo a vedere se la libreria on-line dove acquisto di solito me lo procura :-)
    @Marta: sono state spalmate nel giro di un anno e sono pochissimi vasetti :-( Se leggi le mie cartelle del ‘da fare’..ah ah! No, dai, dopo quei muffins che Ipazia ha fatto sparire in un secondo e mezzo non sei più credibile ;-) un bacio


  12. neofrieda79 20 luglio 2010 alle 12:35
    neofrieda79

    Ciao Silvia P e grazie per la tua domanda! Mi ero dimenticata di scrivere a Noemi che i vasi van lasciati a mollo fino a completo raffreddamento. O nella pentola chiusa. Così la cottura/sterilizzazione in un certo senso si prolunga :-) Se hai domande sulla pentola a pressione chiedi, io l’ho usata spesso anche se cerco di limitarla a cereali e legumi. Per le verdure cerco sempre cotture rapide e lievi :-) Io sono qui, non farti problemi :-)


  13. Pizza pie 20 luglio 2010 alle 12:43

    @Marta: sono i detersivi che sanno di limone! :lol: Forse dipende dal procedimento, il succo di limone quando é scaldato diventa amaro, le bucce sole dovrebbero rendere bene come la marmellata inglese di arance. Io ne ho assaggiata solo una di marmellata di limone, comprata dal mio amico di Sorrento che compra solo prodotti buoni e che prima ha assaggiato… quella di arance mangio solo quella che la ns amica inglese fa in casa, quindi non sono molto esperta…

    @Neo: se trovi l’originale in lingua inglese é meglio, prova in caso anche su amazon.com, oppure punto co.uk con un paio di sterline lo compri usato, magari ti costerà di più la spedizione, ti devi iscrivere però conviene molto. Anche su amazon.fr trovi libri in inglese. Non tutti i venditori spediscono all’estero, ma la maggior parte si. Buona lettura! A me ha aperto gli occhi quel libro! :-)


  14. Pizza pie 20 luglio 2010 alle 12:44

    Lo zucchero bianco non lo uso più da anni, ma anche quello di canna non é proprio il massimo del salutare!


  15. Pizza pie 20 luglio 2010 alle 12:45

    E dimenticavo di farti i complimenti per la piccola: é una bellissima paccioccona! :-)


  16. gamila 20 luglio 2010 alle 13:12

    sono incantata dalla piccola Ipazia, la foto con le mani nella marmellata e’ spettacolare… :-) per le marmellate e’ geniale,io le mangio raramente infatti le preparo per lo piu’ per suocera e genitori..visto che entrambi sono diabetici, la prossima volta provo a farli senza zucchero, e non glielo dico..chissa’ se se ne accorgono :-)


  17. Noemi 20 luglio 2010 alle 14:08
    Noemi

    grazie Neofrieda!! mi sei stata molto d’aiuto! il procedimento è lungo.. nn pensavo! però ho proprio voglia di fare una bella marmellata di mia produzione ! io nn uso la pentola a pressione , posso usare la pentola normalissima mettendo il vasetto a bagno maria ?? nel caso in cui non faccio il processo di sterilizzazione , rischio che la marmellata vada a male dopo pochi giorni?? :)


  18. Glenda 20 luglio 2010 alle 14:38
    Glenda

    Che meraviglia!!! Complimenti Neo…e che Bimba splendida!


  19. Anto 20 luglio 2010 alle 14:44
    Anto

    Neofrieda, sei fantastica! Questa sì che è genuinità, si vede anche dal sorriso della tua bellissima assaggiatrice!!!! Complimenti davvero!


  20. TINe 20 luglio 2010 alle 14:47
    TINe

    non le trovo assolutamente delle banalità!
    Una domanda: la tua piccola si slurpa la marmellata mentre è sul vasino, o vedo male?!?!? O_o Chissà che non le venga qualche strana associazione da grande, poi con la marmellata di prugnette… :D


  21. neofrieda79 20 luglio 2010 alle 15:10
    neofrieda79

    @Pizza: grazie cara :-) Speravo proprio di strapparti un link ;-) ..ehm..sono impedita..cosa volevi dire con ‘punto co.uk’? In Google non trovo nulla :-( Porta pazienza..
    Lo zucchero di canna perlomeno ha il vantaggio che non sono calorie nude, ma certo non è un cibo ‘primitivo’..vorrei capire meglio la differenza tra questo e il malto. Non ci ho rinunciato hi hi
    Ipazia: ..ehm..beh, nella foto aveva 12 mesi quindi un po’ di più l’aspetto da neonatino. Però tieni conto che le proporzioni sono falsate perché ne avevo fatte due o tre, ma solo in verticale o ho dovuto smanettare un po’ :-( con scarsi risultati, me imbranata :-( Mi dà molta soddisfazione che la piccola non sia ciccia, ma tonica. Spesso altre mamme/nonne le tastano i polpacci, stupite di quanto siano sodi! Le proteine vegetali hi hi..Devo dire che comunque la muscolatura particolarmente pronunciata è dovuta al fatto che la piccola non ama essere portata. Cammina finché non ha voglia di dormire, a quel punto spalanca le braccia, sale da me, si attacca al seno e dopo un po’ la sento abbandonata. Ma è capace di fare chilometri coi suoi piedini :-)
    Un abbraccio


  22. neofrieda79 20 luglio 2010 alle 15:23
    neofrieda79

    @Gamila: grazie cara! Ti aspettiamo! Simpaticissima la nuova foto :-) Sai, anche una bestiola selvatica come me, nel caso di diabete, ti consiglierebbe un gelificante per aumentare un po’ il volume..Sicuramente tra le marmellate che ingannano di più senza zucchero c’è quella di fichi, che però han un indice glicemico alto. Ti consiglio di valutare tabelle con indice glicemico per valutare che frutta è meglio usare :-) Tieni conto che quella acidula fa sentire di più la mancanza di un dolcificante, magari meglio fare frutta mista :-)


  23. neofrieda79 20 luglio 2010 alle 15:26
    neofrieda79

    @noemi: guarda, basta un po’ di organizzazione e un po’ di tempo da passare in casa, davvero..prova! Certo, va bene anche pentola normale con l’accortezza che l’acqua superi sempre il livello dei vasi di almeno 1 cm. Se proprio vuoi usarla a breve, ti consiglio di tenerla in frigo. Dipende dalla frutta, ma di solito una settimana resiste. Aumentano le probabilità di successo se invasi a caldo e se usi limone, ovviamente più cuoci e meno acqua resta per far partire le fermentazioni :-)


  24. neofrieda79 20 luglio 2010 alle 15:29
    neofrieda79

    @Glenda, Anto: :-)
    @Tine: beh, con Ipazia abbiamo fatto EC fin dalla nascita, ma è lei a guidare noi :-) e va a periodi. in quell’epoca, e per circa un mese, amava fare colazione sul vasino. Sarà stato il fatto che era inverno, ma il suo piccolo colon era settata sullo svuotamento mattutino ;-) Poi ha iniziato a camminare e ha iniziato a fare colazioni in piedi su una sedia, se ha bisogno del bagno chiama me o un altro adulto se non ci sono io. Ma come ti dico è lei a percepire i propri bisogni e a farcelo capire. O a non farcelo capire se è troppo occupata nei suoi esperimenti e non vuole essere scocciata ;-)


  25. isabella 20 luglio 2010 alle 16:25

    per marta:
    per la marmellata di limone, prova per prima cosa a far bollire i limoni interi, con la buccia un pò punzecchiata con un ago (per favorire la fuoriuscita del gusto amarognolo)per circa 10 min.Poi, dopo raffreddati, tagli i limoni a fette con tutta la buccia e li metti in pentola a cuocere per la marmellata (con o senza zucchero). A me è riuscita un’ottima marmellata (ma la mia era con lo zucchero), per la prima volta con un gusto ed un aspetto ottimo.


  26. Pizza pie 20 luglio 2010 alle 17:19

    Volevo dire che c’é il sito www punto amazon punto co punto uk che é la versione britannica del sito dove puoi trovare il libro in inglese, per fartelo spedite dalla Gran Bretagna, invece che dagli USA (il punto com é USA) così é più vicino e sempre il libro in inglese hai. Oppure, in inglese lo trovi anche su www punto amazon punto fr
    Ipazia é il ritratto della saluto su quella foto! :-)
    Che bello una bimba che cammina, qui in città ogni tanto noi restiamo sconvolti, bambini grandi di 7/8 anni SUL PASSEGGINO! Hanno le ginocchia in bocca talmente sono piegate e si fanno spingere SUL PASSEGGINO! No, ma dico!!! E i muscoli? Poi magari li mandano a fare sport per rinforzarsi!!!
    Aberrazioneeeee!
    Si agar agar per aumentare il volume! E si può usare anche la STEVIA che sopporta la “cottura”, é un dolcificante naturalissimo usato da millenni in sud america e indicato per i diabetici.
    Solo “hic” é che sa di liquirizia, quindi andrebbe abbinato a frutta che sopporta bene l’accostamento…


  27. neofrieda79 20 luglio 2010 alle 17:39
    neofrieda79

    :oops: scusa Pizza, notte insonne (Ipazia non c’entra), si vede eh ;-)?
    Guarda, sono molto felice della piccola che è allegra, intraprendente..e protesta molto chiaramente quando qualcosa non va! Nata da due genitori che sono stati – non entro nel merito dei motivi – due bambini buoni, zitti e che indovinavano sempre cosa si voleva da loro, beh..raggiunto lo scopo :-) Non mi parlare dei bimbi in passeggino :-( Ipazia, cui ne sono stati regalati due vecchi di vent’anni, gioca a spingerli ah ah
    Uh, ottima idea la Stevia, sai che non l’hai provata? Un po’ perché vorrei coltivarmela, qui in Italia cresce benissimo, anche al Nord. Un po’ perché mi han sempre detto che il gusto si sente, come ben sottolineavi tu. Un po’ perché..beh, sono primitiva o no :P? Bacione e grazie!
    @Isabella: interessantissimo, a me è sempre mancata la materia prima :-( Ho ancora alcuni limoni deliziosi in frigo, magari mi decido e ti so dire come vengono!


  28. Pizza pie 20 luglio 2010 alle 17:50

    Infatti! La stevia é in uso da tempo immemorabile! Quindi completamente in linea con il tuo stile di vita. Pensa che qui in Francia hanno fatto un casino con questa pianta perché anni fa non volevano approvarla come prodotto alimentare vendibile sul mercato (allora ce la si poteva procurare via Internet all’estero…), poi ho letto degli articoli infuocati in cui accusavano Coca-Cola di volerci mettere le mani sopra per evitare di “perdere l’affare” e allo stesso tempo eliminare un concorrente temibile ai dolcificanti-bidone che usa nelle sue bibite light. Insomma un dibattito molto acceso perché i sostenitori della stevia dicevano che é in uso tra i popoli delle Ande da migliaia di anni e che le ricerche già fatte hanno dimostrato che addirittura aiuterebbe ad abbassare il diabete… insomma oramai già da un annetto si trova nei negozi bio (Coca-Cola ha vinto la battaglia? Non é che comprando la stevia sovvenziono la mefitica azienda?) e da qualche mesetto la mettono in bella vista e ne spingono il consumo. Per quello che ne so é naturalissima, sono le foglie essiccate e semplicemente macinate. E non varia la produzione di insulina. Dovrebbe essere facilmente coltivabile nel nord Italia, come dici tu, perché nel posto di origine il clima non é per niente mite!!! E’ vero pure che il gusto resta bizzarro, non ci si deve per niente aspettare un gusto zuccheroso come quello del fruttosio, dell’aspartame (bleah!) o simili. Ma alla sagra del seitan ho mangiato i muffins di keroppola con la stevia ed erano BUONISSIMI! Ricorda molto la liquirizia e bisogna fare attenzione alle dosi perché dolcifica molto di più.


  29. neofrieda79 20 luglio 2010 alle 17:57
    neofrieda79

    uh..sulla Stevia c’è una storiona, ma non la racconto qui perché intaso il blog per niente..diciamo che ero diventata matta per andarmi a prendere i semi e poi, una volta nati, qualcuno mi ha fatto fuori le piante (lo Zio Matto, che non sapeva cosa fosse :P). Poi non ho più seguito :-) Un abbraccione e grazie, ti terrò aggiornata :mrgreen:


  30. Pizza pie 20 luglio 2010 alle 18:00

    Beh, forse era destino che andasse così e tu non avessi la stevia… magari a te farebbe male… magari invece é tipo che “ritenta sarai più fortunata” che quella sarebbe nata stenterella e invece é destino che tu la ripianti e sarà magica!
    Fossi in te riproverei briefando benino lo zio!!! :-)


  31. neofrieda79 20 luglio 2010 alle 18:07
    neofrieda79

    hi hi tranqui non demordo :-) Lo Zio Matto, beh..in qualsiasi luogo si trovi (oltre che nei miei Ricordi, ovvio) ne strapperà ancora, di sicuro :mrgreen: comunque sarai la prima a saperlo :mrgreen:


  32. Titti 20 luglio 2010 alle 23:17

    Annalisa, mentre scorrevo la descrizione delle ricette ho incontrato Ipazia e non sono più andata oltre!!! Ha due occhi magnifici e lo sguardo solare e stupito dei bambini! Mi sono emozionata!! Forse sto rincretinendo ma certe emozioni non mi lasciano indifferente!
    :-)


  33. neofrieda79 21 luglio 2010 alle 07:16
    neofrieda79

    Uh Titti..io ho iniziato a sentirmi rincretinita dopo il parto, mi dico sempre che sono gli ormoni dell’allattamento e che quando Ipazia smetterà rinsavirò..mah! Ci crediamo ;-) ? O dici che è la gravidanza a termine a rimodellare il cervello :mrgreen:


  34. angela 26 agosto 2010 alle 13:27

    ciao ho letto le tue fantastiche marmellate senza zucchero e oggi voglio proprio provare con dei fichi che ho appena raccolto


  35. angela 26 agosto 2010 alle 13:31

    ciao oggi voglio provare con dei fichi appena raccolti


  36. angela 26 agosto 2010 alle 13:38

    ciao oggi voglio provare afare la marmellata di fichi senza mettere lo zucchero speriamo bene grazie atuoi preziosi consigli


  37. neofrieda79 26 agosto 2010 alle 13:49
    neofrieda79

    Bene Angela facci sapere :-) Proprio ieri ho invasato fichi e prugne :-)


  38. Nadir 26 agosto 2010 alle 13:57
    Nadir

    Mi era sfuggita (ma luglio è stato terrificante) con me sfondi una porta aperta, odio il sapore zuccheroso, e nei dolci riduco sempre la quantità di zucchero, idem per le marmellate. E capisco l’insoddisfazione quando ci si scontra con opinioni diverse, tanto più che gli zuccheri in generale abbassano le difese immunitarie e dovrebbero essere evitati quando si è ammalati.
    Bacibaci


  39. neofrieda79 26 agosto 2010 alle 14:05
    neofrieda79

    Dai Nadir, non è nulla di speciale ;-) anzi è molto ironica, giusto per ricordarci di giocare senza paura in cucina, seguendo quello che sentiamo..


  40. stefania campagnuolo 2 settembre 2010 alle 03:35

    Grazie per queste ricette delle marmellate senza zucchero.Mio marioto è diabetico e per lui sarebbe una “coccola” gradita senza paura nè sua nè mia.Non ho capito quando si usa la pentola a pressione.Sono stanca e non ho letto bene.Ho sentito molte cose brutte sullo zucchero di canna, ma vedo che lo usi spesso,Come mai?Dove è la verità? Grazie stefania campagnuolo


  41. neofrieda79 2 settembre 2010 alle 08:22
    neofrieda79

    Ciao Stefania e benvenuta in Vb! Chissà che anche tu non voglia diventare dei nostri..Sulle domande: certamente gli zuccheri della frutta danno meno problemi. La pentola a pressione viene usata nella mia ricetta in fase di sterilizzazione. Sullo zucchero di canna: io uso, con parsimonia, zucchero integrale di canna che ha il vantaggio di apportare anche minerali e di essere un prodotto grezzo. Ne riduco l’uso all’osso, quando cioè abbiamo amici o comunque serve psicologicamente (non certo a me..)un cibo un attimino più elaborato. Non ho capito bene io le tue considerazioni su questo prodotto: forse il fatto che molte volte è zucchero bianco colorato col caramello? Ti mando una mail così ti resta la mia, per questi dubbi comunque bene condividere con gli altri. Di verità..io non ho nulla, e va bene così ;-)


  42. Tati 17 settembre 2010 alle 15:23
    Tati

    Quanto mi piace fare le marmellate..poi senza zucchero sono fantastiche. Grande Neo, complimenti.


  43. Mimi 24 settembre 2010 alle 16:49

    Ed io che mi ero persa questa creazione, come ho potuto.. Adesso che so che si può fare la marmellata senza zucchero e di SOLA FRUTTAAAAAAAAAAAAAA mi metterò subito all’opera, ho proprio delle ultime pesche mature, mi metto all’opera!! Grazie Neo, io non amo lo zucchero e questa tua ricetta mi è moltooooooo utile soprattutto quando mi dici che la marmellata si conserva benissimo!! :P


  44. Mimi 26 settembre 2010 alle 12:13

    Neo, ho provato una versione di confettura senza zucchero, che mangio esclusivamente io, che è una delizia.. Poi posterò la ricetta.. E’ una vera delizia!! Grazie per lo spunto meraviglioso che mi hai dato :P


  45. Lema 26 settembre 2010 alle 17:40

    Grazie dell’idea! Io ho sempre pensato di provare ma non l’ho mai fatto perchè temevo che una marmellata senza zucchero non potesse conservarsi. Per quanto riguarda il calcare che si deposita sui vasetti in seguito alla bollitura io aggiungo all’acqua un paio di cucchiai di aceto (tanto ovviamente i barattoli sono chiusi) che fa si che il calcare non si depositi… Grazie ancora, ciao


  46. neofrieda79 27 settembre 2010 alle 11:58
    neofrieda79

    Sono contenta che vi sia piaciuto :-) In realtà sono ricette semplicissime, si può fare mooooooolto di meglio :-(
    @Lema: grazie dell’idea, verissimo quanto dici sul calcare, ma a me personalmente non disturba ;-) Cerco sempre di fare un bilancio tra cosa mi disturba e cosa no :-)


  47. Loira 27 settembre 2010 alle 20:57
    Loira

    Il mio babbo fa sempre la marmellata ma usa lo zucchero, zucchero bianco tra l’altro. Per questo motivo ho smesso di mangiarle… Mi dispiace, perchè lui le fa con passione, ma da quando ho scoperto i danni che provoca lo zucchero, ne voglio stare alla larga il più possibile.
    Questa ricetta l’avevo persa per strada, però ora la metto tra i preferiti e quando mi capita della frutta bio tra le mani e un pò di tempo per cucinare, proverò a fare la marmellata in questo modo.
    Grazie!


  48. neofrieda79 27 settembre 2010 alle 21:05
    neofrieda79

    Fammi sapere :-) Mimì ne ha appena pubblicata una splendida. C’è un bel libro di AAM terranuova sull’argomento. Le mie sono fatte molto di corsa, ma ci sarebbe anche modo di fare accostamenti profumati, es con fiori come robinia e sambuco. E’ tutta da sperimentare, ora tocca a voi :-) E’ stato emozionante conoscerti :-)


  49. lauramma 24 novembre 2010 alle 15:33

    vorrei fare mele e pere insieme,ma vorrei tenere la buccia, cosa dici è possibile?


  50. neofrieda79 25 novembre 2010 alle 09:36
    neofrieda79

    Cara Laura, certo che è possibile se desideri aumentare il contenuto in fibra! Tieni ovviamente conto che la conservabilità potrebbe essere minore. Se domande più circostanziate chiedi.


  51. Leonora 13 luglio 2011 alle 08:08
    Leonora

    Sei un mito! Ho letto la tua ricetta solo dopo aver postato la mia prima marmellata!!!! Grazie per darmi conferma che è possibile uscire dai meandri del pensiero comune: marmellata=zucchero!
    Tra l’altro mi è presa questa mania di marmellata e stò già pensando di produrmene un bel po’… anche perchè aggiungendola allo yogurt bianco ottengo un meraviglioso yogurt di frutta!!!!
    O verdura… sperimenterò!!!
    Un abbraccione a te e alla tua bimba!!!!!!!!! :)


  52. neofrieda79 13 luglio 2011 alle 10:05
    neofrieda79

    Cara Leonora! Ricambio l’abbraccio! Sono contenta se anche tu stai spignattando..Sì, chi ama lo yogurt alla frutta lo ottiene goduriosissimo se usa frutta ‘marmellatata’ :P Ovviamente tieni conto che la verdura:
    - è meno acida della frutta, a parte forse il pomodoro con cui, a maturazione (da verde è un altro discorso), si ottiene una marmellata fantastica; l’acidità, tra le altre cose, è un fattore protettivo contro il Clostridium botulinum (nell’articolo trovi i riferimenti ISS);
    - contiene meno zucchero e quindi potrebbe servirti un’aggiunta di uvetta, di altra frutta essiccata o di malto.
    Ti mando due righe più tardi :-)


  53. emanueladegano 20 agosto 2011 alle 16:32

    finalmente sono riucsita acomprare la stevia rebaudiana fluida e vorrei fare la marmellata usando la stevia al posto dello zucchero, vorrei sapere se qualcuna di voi ha gia fatto l esperimento io sono emanueladegano@libero.it grazie di cuore aspetto notizie scrivetemi


  54. paola53 31 agosto 2011 alle 17:18

    la stevia è in vendita , come piantina, presso “il lavandeto” di Assisi. Se qualcuno è interessato, vada sul sito di questo posto stupendo che vende lavande e piante aromatiche di tutti i tipi. Io l’ho vista elencata tra le piante che vendono e me ne sono meravigliata, perchè anche io ero a conoscenza di tutta la storia che c’è dietro la stevia. A casa ne ho un bel pò secca, perchè portata da uno dei miei figli dal paraguay. Non avevo mai pensato al suo utilizzo al posto dello zucchero nelle marmellate…anche se ,come giustamente è stato detto, considerando il sapore particolare . è tutto da sperimentare. Proverò. Grazie per i vari suggerimenti riguardanti le marmellate senza zucchero, tutti più o meno utili


  55. fernando 1 settembre 2011 alle 17:07

    come si prepara la marmellata di cigliege senza zucchero? attendo una risposta grazie mille.


  56. viviana 16 ottobre 2011 alle 22:04

    mi hanno regalato una zucca enorme ! come la posso utilizzare? vorrei fare delle confetture ma senza zucchero! mio marito è diabetico…


  57. neofrieda79 17 ottobre 2011 alle 08:05
    neofrieda79

    Ho risposto a tutti in privato. Grazie infinite per le vostre domande.


  58. romina pellegrini 1 dicembre 2011 alle 22:32

    ma ciao! la vorrei preparare anch’io per fare dei regalini di Natale..dici di invasare la frutta passata prima nel minipiner, (io ho il frullatore), e poi di sterilizzare i vasetti per 45 minuti circa. Potresti dirmi esattamente il procedimento, quanto si conservano e se sono igienicamente sicure? PS.non ho la pentola a pressione..grazie:-))


  59. neofrieda79 1 dicembre 2011 alle 23:04
    neofrieda79

    Cara Romina, ti ho appena mandato una mail.Un abbraccio.


  60. romina pellegrini 2 dicembre 2011 alle 16:01

    scusami tanto, ma non ho ricevuto nulla:-(


  61. stefania campagnuolo 3 dicembre 2011 alle 16:24

    Ciao,sono Stefania C,eccomi di nuovo .Come state ?La bellissima bimba? Di nuovo c’è che ho anch’io il diabete,ho perso 25 kg in 3 mesi e ora vorrei da te la ricetta della marmellata di mandarini o clementine (qui,a Perugia ci sono solo quelle)senza zucchero !!! Ti ringrazio molto e auguri per tutto stefania C


  62. daniele 28 gennaio 2012 alle 13:33

    una volta aperto il vasetto, quanto tempo resiste in frigo?


  63. MIRIAM 19 febbraio 2012 alle 23:21

    Vorrei fare una confettura di arancie, vista la stagione, però mi piarebbe lasciarle a pezzi anzichè frullarle. Mi sapete dire se è possibile farla senza zucchero, o questo frutto ne richiede un pò?
    Grazie


  64. stefania campagnuolo 20 febbraio 2012 alle 18:25

    Mi aggiungo anch’io al desiderio di Miriam : aiutaci!…..Un abbraccio a Ipazia e a te. stefania


  65. neofrieda79 20 febbraio 2012 alle 22:24
    neofrieda79

    Ciao a tutti!
    Cara Stefania, ti avevo lasciato il mio cell, se vedi che non reagisco per altre vie chiama pure :-) come ti ho detto non disturbi e magari ci spieghiamo meglio sulle tue esigenze. Comunque domani rispondo a tutti in privato, grazie al fatto che con il commento mi sono arrivate le vostre mail. Un caro saluto


  66. mario 23 febbraio 2012 alle 16:56

    Mi interessano le marmellate senza zucchero ed il loro procedimento. Cosa significa sterilizzare 45 minuti ? e come si fà?
    grazie.


  67. neofrieda79 23 febbraio 2012 alle 20:38
    neofrieda79

    Ciao Mario, ti ho mandato una mail :-)


  68. daniele 24 febbraio 2012 alle 16:46

    Puoi mandare una mail anche a me con le istruzioni per sterilizzare.
    Grazie


  69. Domenico 17 marzo 2012 alle 09:26

    Salve, possiedo un bellissimo albero di susine gialle ne fa cosi tante che alla fine le utilizzo per le marmellate. Purtroppo ultimamente devo stare attento con gli zuccheri e quindi mi sono messo alla ricerca di una soluzione e ho trovato le sue ricette. Ho bisogno di alcuni chiarimenti: 1- quanto tempo si mantengono le confetture e una volta aperte entro quanto vanno consumate. 2- finora ho usato un prodotto per addensare e ridurre i tempi di cottura (Fruttapec) posso continuare ad usarlo senza lo zucchero che è previsto in vari dosaggi? 3- sterizzazione io ho sempre saputo che sono sufficienti 10 minuti per creare il sottovuoto, il resto del tempo è necessario per finire la cottura? Grazie per le gradite risposte cha attendo con ansia.


  70. neofrieda79 17 marzo 2012 alle 10:52
    neofrieda79

    Caro Domenico, nel giro della mattinata ti rispondo in privato come ho fatto con gli altri. Un caro saluto


  71. daniele 17 marzo 2012 alle 11:49

    Ma perchè a me non arriva niente?


  72. neofrieda79 17 marzo 2012 alle 15:35
    neofrieda79

    Caro Daniele, nonostante io non scriva più su questo sito mi sono sempre presa la responsabilità di seguire le richieste di chi riesuma le mie ricette. In ‘posta inviata’ ho una mail indirizzata a te che data 25 febbraio, te la rispedisco senza problemi. Magari dai un’occhiata allo spam prima di sentirti escluso dalla cerchia degli iniziati ;-) Un caro saluto


  73. Laura 28 marzo 2012 alle 10:47

    Ciao! Voglio proprio provare a fare questa bella marmellata di kiwi. Solo mi rimane un dubbio: che significa bollirla prima di mangiarla? Che tipo tra tre mesi, prima di aprire un barattolo, lo rimetto in pentola a bollire? Se mi rispondessi mi saresti di grande aiuto…grazie!


  74. neofrieda79 28 marzo 2012 alle 18:12
    neofrieda79

    Ciao Laura, ti ho appena mandato una mail :-)


  75. angelaroma 17 aprile 2012 alle 19:02

    Scusami, ma anch’io vorrei che tu mi chiarissi il punto che bisogna bollire la marmellata prima di consumarla. Comunque complimenti e grazie per i suggerimenti.


  76. neofrieda79 18 aprile 2012 alle 08:36
    neofrieda79

    Cara Angela, ti ho appena risposto via mail. chiedi pure, siamo qui per questo :-)


  77. Rossella 30 aprile 2012 alle 17:46

    Ciao Neofrieda, se posso, vorrei farti anche io qualche domanda e chiederti alcuni chiarimenti sulle marmellate senza zucchero.
    Da tempo ho ormai eliminato dalla mia alimentazione lo zucchero bianco che ho sostituito con quello integrale di canna e altri dolcificanti naturali..
    Adoro le marmellate ma avevo sempre creduto che lo zucchero fosse indispensabile affinchè potessero mantenersi nel tempo e visto il costo elevato dello zucchero di canna ci avevo quasi rinunciato, è fantastico scoprire adesso grazie a te che posso farne a meno.
    A tal proposito vorrei quindi chiederti, entro quanto tempo massimo devo consumare la marmellata (mi riferisco ai vasetti ancora chusi e sterilizzati per essere sicura che non si rischia il botulino) e una volta aperta per quanto tempo si conserva in frigorifero senza rischio?
    Inoltre vorrei chiederti se i tempi di conservazione variano a seconda del tipo di frutta usata e se 45 minuti di sterilizzazione vanno bene per qualunque tipo di frutta.
    Altra domanda: nel caso non si addensasse bene posso usare aga agar senza alterare i tempi di conservazione? e in tal caso in che quantità ne devo aggiungere?
    Un ultima domanda: la marmellata senza zucchero viene abbastanza dolce anche in caso di frutta in origine non eccessivamente zuccherina? Ho delle fragole non molto dolci… pensi che il risultato finale resti un po aspro o stringendo in cottura si dolcifica da se?
    Perdona le tante domande, grazie di cuore!


  78. LINDA 28 maggio 2012 alle 17:20

    CIAO MI PIACE IL VOSTRO SITO! :)


  79. Clara 9 giugno 2012 alle 14:20

    gentile Neofrida per caso sono capitata qui. Vorrei avere una ricetta di marmellata con agar agar e senza zucchero. Quanto agar per un kg di frutta?
    grazie


  80. Elena 10 giugno 2012 alle 22:11

    Anche io ho acquistato un libro per realizzare marmellate senza zucchero e la polpa di frutta cotta non credevo potesse durare. Io ne vado matta sulle crostate, ne abbino diverse e gioco con i colori e i sapori: ciliege e arance amare. Finora ho usato quella di Arrigoni che dolcifica con succo d’uva. Adoro la marmellata di uva ‘americana’ diventa viola ed è buonissima. Ma si addensa trattandosi di un frutto così acquoso? Marmellata di zucca e vaniglia è spettacolare (con lo zucchero ma la zucca è così dolce…). Ciao, grazie.


  81. Antonella 5 luglio 2012 alle 22:02

    Io da anni faccio la conserva di pomodoro senza sterilizzazione: la invaso bollente, capovolgo i vasi e li faccio raffreddare lentamente avvolti in una coperta. Secondo te può funzionare anche con la marmellata? Il mio albero di gocce d’oro quest’anno ha fruttato in modo eccezionale! ciao, grazie.


  82. cristina 1 agosto 2012 alle 16:24

    grazie x tutte le info mi piacerebbe sapere di piu’ sull’ utilizzo della stevia e agar agar (quantita’ per kilo)e poi sulla sterilizzazione sia in pentola a pressione e in pentola con acqua(i tempi )
    cri


  83. Maria 11 agosto 2012 alle 23:28

    Fantastico sito!! Secondo me lei è una persona interessante.. Può mandare gentilmente anche a me le istruzioni dettagliate su come fare la confettura di fichi perfavore? Ho letto i commenti al post delle ricette di confetture in cerca di suggerimenti e anche per non porle domande ripetitive ma ad un certo punto ha scritto solo messaggi privati e così ecco la mia domanda. Grazie


  84. lucia 30 agosto 2012 alle 01:16

    Ho letto della tua ricetta della marmellata di fichi senza zucchero
    la puoi mandare anche a me? Io l’ho fatta con 300 g. di zucchero di
    canna per chilo ma ho visto che è lo stesso molto dolce. E’necessaria una sterilizzazione cosi lunga per la conservazione. Mi puoi spiegare la funzione dell’agar. Ti ringrazio Lucia.

    PS Hai una bimba bellissima


  85. Emma 30 agosto 2012 alle 10:23
    Emma

    tua figlia è bella e ha un nome sensazionale! Ottime anche le marmellate autoprodotte.


  86. alessandra 17 settembre 2012 alle 09:16

    Ciao, scusa sono molto incurisita dalle tue marmellate, posso saper in che modo, tempo quantità di acqua ecc… (nei dettagli perchè sono un pò imbranata) sterilizzi i barattoli di marmellata nella pentola a pressione?
    ciao e grazie
    alessandra


  87. Donatella 4 ottobre 2012 alle 11:36

    Ciao a tutte,belli questi posto :)
    Vorrei sapere se voglio sterilizzare i barattoli solo in acqua e senza pentola a pressione perche’ nn ce l ho,quanto tempo li devo far bollire?? Grazie mille.


  88. JoJo 9 ottobre 2012 alle 20:02

    Gentile Neofrida,
    ho letto con molto interesse ed entusiasmo tutto quello che hai scritto sulle marmellate senza zucchero. Io ho sempre usato il FRUTTAPEC 3:1, ma vorrei proprio evitare di metterlo lo zucchero. Poichè sto facendo una dieta che per il momento non mi consente di mangiare frutta sotto qualsiasi “spoglia”, volevo sapere per quanto tempo si conserva la marmellata (sia a barattolo chiuso, che una volta aperto)fatta con il procedimento che usi tu? Ti ringrazio in anticipo se vorrai rispondermi.


  89. fulgida 25 febbraio 2013 alle 17:37

    grazie per i suggerimenti cercavo una ricetta sulla marmellata di melone senza zucchero. Abitualmente faccio marmellate naturali totalmente senza zucchero e questo abbinando la frutta secondo il grado di acidità e di pectina. Per quanto riguarda il botulismo però devo segnalare che la sterilizzazione “casalinga” non basta a eliminare il problema della tossina. Infatti è necessario raggiungere temperature di circa 130° – 140° per essere sicuri del risultato, per tanto credo sia più sicuro giocare con le acidità naturali delle frutte che si vogliono invasare o aggregare limone alle conserve.


  90. Moni 8 agosto 2013 alle 11:32

    Ciao! Molto interessante questa marmellata! Dopo la sterilizzazione, a parte quella che avanza per essere gustata subito, quanto tempo va lasciata “riposare” prima di mangiarla? E una volta aperta quanto si conserva tenuta in frigo?
    Grazie!


  91. arianna 19 agosto 2013 alle 19:16

    quanto a lungo durano senza zucchero??
    grazie mille=)


  92. anna 25 novembre 2013 alle 10:32

    salve, vorrei sapere se per caso hai provato anche quella d’arance!
    se si, potresti farmi avere la ricetta? grazie anna


  93. Silence 5 giugno 2014 alle 15:53

    ciao, complimenti un’idea salutare e golosa <3 volevo chiederti un consiglio per la preparazione della marmellata di ciliegie, vorrei aggiungere in rapporto 1:1 mele alle ciliegie, pensi la resa sarebbe buona?



Aggiungi un commento

VeganBlog.it


© NRG30 S.r.l.
P.IVA 06741431008
tel. +39 0636491957
fax +39 0636491958

Info

chi siamo
contattaci
feed RSS feed rss

Show Biz Network

ziogiorgio.it
zioforum.it
ziomusic.it
integrationmag.it

 

ziogiorgio.com
ziogiorgio.de
ziogiorgio.es
ziogiorgio.fr

 

lightsoundjournal.com
musicusata.it

VeganOK Network

promiseland.it
veganfest.it
veganok.com
veganok.tv
biodizionario.it

 

veganblog.it
veganwiz.fr
veganwiz.es
veganwiz.com