Panna cotta rivisitata

Ciao ragazzi, dopo lunghi mesi di assenza torno con una ricetta che sì è stata già fatta ma che non ero riuscito a portare al completo la prima volta (forse perché avevo utilizzato la panna di soia da montare invece che quella normale), e con qualche cambiamento (l’aggiunta della crema di cocco) smorza il gusto oramai troppo riconoscibile dalle mie papille gustative della soia e la rende bella cremosa. Testata un paio di volte per aggiustare le dosi, la prima avevo utilizzato quantità uguali di cocco e soia ma sapeva troppo di cocco. La seconda volta invece ridotta la sua dose drasticamente e approvata da diverse persone! Provatela.. (guarnita con succo d’agave come nella foto qua sotto o quello che più vi piace)

INGREDIENTI
250ml panna di soia (non quella da montare)
50ml crema di cocco (tipo latte di cocco ma più spesso)
200ml latte di soia
100g zucchero di canna tipo muscovado
1/2 cucchiaino di agar agar in polvere (non di più perché se no diventa un mattone, deve rimanere solida ma morbida)

PROCEDIMENTO
1. mettere tutti gli ingredienti in una pentolina a parte l’agar agar
2. assicurarsi che lo zucchero sia ben sciolto
3. una molta che il miscuglio è diventato ben caldo (ma non bollente) cominciate a frustare e aggiungete l’agar agar
4. frustare e portare ad ebollizione, dopodiché levare dal fornello
5. versare il composto in dei contenitori di terracotta o bicchieri. lasciate riposare un pochino e mettere in frigo per un paio d’ore così che si solidifichi
6. prima di servire, rimuovere dal frigo almeno un’oretta prima così che non siano troppo fredda

1 Punto2 Punti3 Punti4 Punti5 Punti (No Ratings Yet)
Loading...
  1. Lobinoooooooooooooo….che bello rivederti e risentirti, lo sai che mi sei mancato e te l’ho già detto 😉
    Sono felice nel vedere che hai mantenuto la promessa che mi hai fatto 😛 Poi te l’ho detto ora abbiamo anche una lobina donna….Flaviaaaaaaaaaaaaaa se non lo conosci ti presento Alessio che ha un orecchino come il tuo….che non mi piace ma io sono antiquata su queste cose 🙂
    Ciao Lobi spero sia dinuovo la prima di una lunga serie di ricetuzze golose, bacione 😉

  2. Wow, la panna cotta! Pensavo di doverci rinunciare, ed invece…. 🙂

  3. Ci sei mancato! bentornato! e che rientro!!!!

  4. già già, rieccomi qua. in un altro paese, un altro lavoro che mi costringe a lavorare il fine settimana in ufficio fino alle 11 e io a postare ricette da dietro uno schermo mentre ceno heh..

    ho fatto varie ricerche e molti avevano già sperimentato facendo la panna cotta più che altro con il latte di cocco, io ho usato la crema che è più grassa però gli da più corposità. diciamo che per il momento queste quantità mi soddisfano, ma c’è sempre spazio per imparare/cambiare!

    chicca, promessa mantenuta. hai visto? 🙂
    come state tutti?

  5. Bentornatoooooooooooooooooo, si é sentita la tua mancanza !!!
    Che stra-goduria, questa pannacotta… Slurp !

  6. uauuuuuuuuuuuuuuu!!!
    non vedo l’ora di provarla e di farla provare ai miei familiari onnivori…………….
    😉

  7. Alessioooooooooooooooooooooooo, mi hai ascoltataaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa ci sei mancato tanto tanto! Sono superfelice di riaverti tra noi! E che rientro da urlo, fantastica la tua panna cotta, da pasticceria!

  8. Ha un aspetto magnifico! Davvero bella, la preparerò in occasione di qualche cena 😀 Ma come hai fatto a ben staccarla dallo stampino? Ogni volta per me è un travaglio! :S

  9. Davvero particolare, da provare!! 😉

  10. Bellissima. Però cosa sarebbe questa crema di cocco ed
    l’zucchero di canna di tipo muscovado? Veramente non
    capisco. Grazie.

  11. @valerie devi fare pianissimo con il dito indice premerlo lievemente lungo tutto il bordo del pirottino e poi provare a girarlo. se nn ci riesci puoi provare a mettere il pirottino per qualche minuto in acqua tiepida. fammi sapere se ci riesci!

    @xuxa lo zucchero muscovado è un tipo di zucchero di canna molto spesso e appiccicoso, quasi come delle molasse in polvere. io ho usato quello perché gli da un buon sapore quasi di toffee ma se non lo hai puoi utilizzare zucchero di canna che trovi nel supermercato o quello bianco se preferisci.. per la crema di cocco invece, intendo la parte grassa che si stacca dal latte nella lattina che diventa quasi solida.
    dai un’occhiata a questo post http://www.veganblog.it/2009/03/15/latte-di-cocco/ l’ultima foto ti spiega cos’è. io però non ho seguito quel procedimento perché qua vendono entrambe al supermercato..

  12. MMMmmmm Quella decorazione con il succo di agave è invitantissima….
    Complimenti anche per la bellezza delle foto…
    🙂

  13. Bentornato Alessio!! Sei in Inghilterra ora?
    Che bellezza la tua panna cotta… bellissima anche la foto!

  14. libidineeeee 😀

  15. bentornato Alessio con questa goduriosa ricetta!

  16. CIAO! Avevo visto la foto ieri ma non avevo avuto tempo di entrarci: non mi ero accorta che era tua! Che bello che non ci hai dimenticati! Sono contenta di vedere un’altra tua ricetta… anche perché ne avevo proprio bisogno… volevo riprodurre un dolce mangiato in ristorante di panna cotta al cocco+mango fresco… Spero tu stia bene e che tu sia sereno, magari anche felice!!!

  17. Mhhhhhhh Buona!!!!!!!!!!! 😉

  18. E’ fan-ta-sti-ca!!! Troppo da rifare, io adoravo la panna cotta!! Per curiosità, che panna di soia hai utilizzato? Anche se vedo che vivi a Londra quindi magari non si troverà qui in Italia – trovo che il retrogusto di soia dipenda molto anche dalla marca! Grazie 🙂

  19. bentornato Alessio!
    questa panna cotta è una meraviglia…non ho la panna in casa mentre ho la crema di cotto che giace sullo scaffale da un bel pò di settimane aspettando la ricetta giusta, e questa si che lo è!
    Favolosa, bravo!

  20. uhuh!!sei la gioia di tutti noi!!anche io ormai avevo detto addio per sempre a questo dolce!

  21. @pippi sì ora sono tornato in inghilterra alla fine di gennaio, ma chissà dove mi porterà il vento la prossima volta hehe..

    @lia ho usato quella della alpro http://tinyurl.com/26phx42 che penso in italia abbia il tetrapack azzurro come nel resto dell’europa. presumo sia quella più reperibile e che costa meno..
    hai suggerimenti in quanto a marche che non abbiano troppo un retrogusto di soia? non penso tanto sia il retrogusto ma il gusto vero e proprio della soia che sia riconoscibile almeno x me. non che mi disturbi, ma volevo qualcosa che fosse veramente vellutato e delicato. fammi sapere come ti viene se la rifai.
    mentre questa è la crema di cocco che ho usato http://tinyurl.com/2a7wlvh, magari si trova anche in italia nei grandi supermercati tipo l’eclerc nel “reparto” etnico

    @lily mi ero stufato di andare al ristorante (che pur quanto 100% vegetariano che offre piatti vegani) ha sempre i soliti dessert che non sono vegan friendly tipo la panna cotta. così l’ho fatta da me! il fidanzato pescatariano ha approvato 🙂

  22. Mhhhhhhh…spettacolare!!!

  23. Weeee bentornatissimo!!!! Ora sto emigrando di nuovo pure io!! Come è andata la tua “transizione”? Lavori fino alle 23 in ufficio di sabato??? Acc…il piatto è sensazionale, sei un cuoco strepitoso!!Baciottoli!!!

  24. bentornato!
    me la segno per qualche occasione risvegliaonnivoro!
    😉

  25. Adoro le tue ricette!

  26. @mauschen dove stai andando tu e dove abitavi prima?
    @titti e mariagrazia grazie mille 😀

  27. s p e t t a c o l a r e!! ^^

  28. Bè che dire, piacere di conoscerti e ben tornato. Questa panna cotta è super..

  29. Cari amici, quale panna di soia usate? Si leggono cose mostruose su quelle che si trovano in commercio….

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti