Mazzetti di asparagi


Eccomi di nuovo con quella fantasia che dai dipinti, finalmente finiti, ritrasferisco nei piatti 😛
Ingredienti per “un cesto di asparagi”
pasta brisè ( piccola come una pallina da tennis)
8 punte di asparagi surgelati
una zucchina
60 gr. di tofu
2 cucchiai di yogurt di soia
1 cucchaio di lievito in fiocchi
1-2 cucchiaini di succo di limone
buccia di un limone
zenzero fresco e in polvere
curcuma
un pizzico microscopico di zafferano
un pizzico di senape in polvere
erba cipollina
pepe
noce moscata
Procedimento:
Tagliate la zucchina a nastro con la mandolina.  Scottate i nastri ottenuti per due minuti in acqua bollente,  non di più. Tirateli fuori delicatamente e immergeteli in un recipiente con acqua fredda per fermare la cottura. Asciugateli tamponandoli con dei fogli di carta assorbente da cucina.
Cuocete al vapore le punte di asparagi, non prolungate troppo la cottura, gli asparagi dovranno essere al dente. Tagliate a metà, per la parte più lunga ogni punta di asparago. In un padella mettete un filo d’olio e versatevi gli asparagi fateli saltare qualche minuto con sale, pepe, zenzero in polvere e noce moscata. Metteteli da parte.
Stendete in una sfoglia sottile la vostra pasta brisè e create un cestino rettangolare (usando una teglia rettangolare di alluminio come forma) con il tagliarete oppure manualmente come ho descritto qui.
Mettetelo in forno a cuocere (ci vorrà pochissimo) a 180°C per circa 10-15 min.
In un piatto stendete i nastri di zucchina, cospargeteli con poco olio, sale e pepe, e disponete nel loro centro gli asparagi suddivisi in mazzetti. Arrotolate i nastri. Trasferiteli nel cestino di pasta brisè e ripassateli in forno per 5 min.
Fate la crema di tofu: Tagliate il tofu a pezzettini piccoli, mettetelo in una padella e fatelo saltare con olio, sale, zenzero in polvere curcuma e zafferano. Poi frullatelo con lo yogurt, il lievito in scaglie, zenzero fresco, senape, buccia e succo di limone e un pizzico di sale, fino ad ottenere una crema liscia.
Tirate fuori dal forno il vostro cestino e versate sui mazzetti di asparagi la crema di tofu (buonissima, si sposa benissimo con asparagi e zucchine). Guarnite con buccia di limone grattugiata e servite.
Buon appetito 🙂

Ecco delle foto del primo quadro realizzato per la mostra…

e relativo particolare

Il titolo: “Come l’acqua, come la luna”

Tecnica mista: acrilici e olio su tela (50×70)

Spero vi piaccia.

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle (Nessuna valutazione)
Loading...
  1. Uaho Concita! Volevo sempre chiederti di farci vedere i tuoi dipinti… ma non avevo mai osato, mi dicevo: se non li pubblica forseé meglio non chiederglielo! Ma che bello! E mi piace molto anche il formato 50×70 é tra i miei preferiti! Sei bravissima!
    Già si vedeva dalle composizioni dei piatti che sei un’artista! Congratulazioni, ti auguro tante soddisfazioni anche con la pittura!

    I cestini li conosco, li avevi già fatti tondi, ma bella idea anche rettangolari, é un trucco che terrò presente la prossima volta che dovrò stupire con effetti speciali qualcuno!
    Le zucchine le hai fatte come i Japponesi: sbiancate due minuti nell’acqua bollente e poi bloccate nell’acqua fredda, mi piace molto, diventano tenere ma croccanti e i colori restano brillanti!
    La ricetta é bellissima, semplice, dai sapori ben distinti ma che stanno benissimo insieme. Mi piace moltissimo, come tutte le tue ricette.
    Buona giornata! 🙂

  2. spettacolo!
    eh si’, sei proprio un’artista! il piatto si presenta benissimo ed immagino la combinazione di sapori.. gnam! 🙂

    e complimenti anche per il quadro! mi piace molto 🙂

    insomma, sei proprio brava!

  3. Tutto bello quadro vero e quadro mangereccio, e ecco un’altra ricetta che si litiga il mio ultimo mazzo di aspargi 😀

  4. Bellissima questa ricetta 🙂 Deve essere ottima anche la crema di tofu per accompagnare verdure al vapore o grigliate. Bello anche il quadro, invita a sognare..

  5. Complimenti! Piatto spettacolare e quadro molto intenso! Anche a me piace molto il formato 50×70 e per motivi professionali (scelta del moniker/logo) sono molto legata alla luna, quindi apprezzo particolarmente 🙂

  6. Non ho parole, ma una cosa certa la posso dire: prima o poi avrai il successo che ti meriti………è arrivato per caso il papi a cui è piaciuto molto il tuo quadro, devi sapere che anche lui in tempi passati pasticciava parecchio coi colori, quando la data della mostra?
    Ps: il piatto è superfluo commentarlo, è fantastico come sempre 😉
    Un abbraccio sicero

  7. Concita il piatto è stupendo, come lo sono tutti i tuoi piatti!!! Ma il quadro è spettacolare… E’ veramente bellissimo, intenso e profondo… Divino!! Sei davvero una donna eccezionale in ogni senso!!! Bravissima e complimenti!!! Spero vivamente tu possa ottenere i riconoscimenti che meriti!!! 😛

  8. Concita sei un’artista! Meraviglioso il tuo piatto…e il tuo dipinto…sono senza parole! Davvero complimenti!!!!

  9. Ma che brava!! Complimenti sei bravissima.

  10. Grazie mille, veramente! 🙂
    I vostri complimenti già mi appagano… forse quando ero piccola sognavo di aver successo ma per aiutare i bambini del Terzo Mondo. Anche la mia scelta vegan è dovuta a questo motivo (da piccola lessi in un libro di lettura una frase che diceva pressapoco così “la bistecca che tu mangi equivale a 3 gg. di cereali e legumi per un bimbo del terzo mondo” e questo pensiero non mi ha mai lasciata…)
    ma adesso al successo non ci penso neanche. Poter fare il lavoro che mi piace sarebbe già un ottimo successo. Prima o poi capiterà di ritrovarmi nella situazione di cucinare vegan per le persone. Magari è solo questione di tempo. L’arte che mi appassiona la terrò per me, come hobby, e per poter fare qualche ritratto a chi me lo richiede e a chi capisce e intravede in un quadro qualcosa di tuo, i tuoi sentimenti. Purtroppo l’arte è un campo difficile e sentire i vostri complimenti sinceri mi ripaga di tutto il lavoro e delle notti trascorse a dipingere senza riposo.
    Vi abbraccio 🙂

  11. Complimeti per il piatto e soprattutto per la tua opera. Sei davvero bravissima!

  12. Sei dolcissima e meravigliosa!!Grazie a te per l’umiltà, la semplicità, la bontà, la lucentezza che ci regali oltre che con i piatti, ora anche con i tuoi lavori, passioni e con le tue dolci parole commosse!!! GRAZIE!!!

  13. Grazie ancora 🙂
    Nell’ultimo commento ho dimenticato di dire a Chicca che la mostra (l’inaugurazione) sarà il 15 Maggio (è un sabato) alle 18,00. Spazio Hajech presso Liceo Artistico Statale di Brera in Via Hajech, Milano. 🙂

  14. bellissime entrambe le proposte!!!! sia il paitto che il quadro! compliemnti concita….

  15. Dalla foto piccolissima nella home ho detto mi sa che concita ne ha fatta un’altra delle sue! infatti era cosi! Ottima la ricetta e bellissimi i disegni! Guarda che vengo anch’io all’innaugurazione va bene???

  16. è un piacere immenso per gli occhi 😀

    …due opere in un unico post!

    il piatto oltre ad essere una goduria, è bellissimo! Mi piace da matti come hai preparato la pasta brisè tipo “culla” 😛

    Io ho una profonda ammirazione verso le persone come te. Con un pennello ed una tavolozza siete capaci di dare un’anima ad un semplice foglio bianco 😀
    …ed il tuo dipinto è un qualcosa di incredibile 😀

    Mi piace molto l’espressione del viso della donna, poi i colori del cielo, la luna, e i suoi riflessi nell’acqua…
    fantastico!
    sembra reale!!!! 😛

    mi hai regalato davvero una bella emozione,
    grazie infinite Concita! 😛

    e come dissi già: continua ancora a farci sognare 😛

  17. Grazie tesoro o preso nota, sarebbe bello se si potesse organizzare qualcosa quella sera con i veganbloggher di Milano….ma fino a che ora è aperta la mostra? Perchè qua al sabato ci sono impegni calcistici inderogabili con la peste non vorrei che alle 8 sia già tutto finito…..fammi sapere 😉 Un abbraccio

  18. Brava Concita! Sarebbe bello se aprissi un ristorante vegan con annesso spazio dedicato all’arte, così da unire le tue passioni. 🙂

  19. Che meraviglia Concita !!!
    Mi segno la data della tua mostra, sarebbe bellissimo fare un Veganblogger-raduno in quell’occasione ed avere la possibilità di incontrarci e conoscerci… 🙂

  20. Se non posso venire come è molto probabile sarò lì col cuore di sicuro!

  21. Grazie mille cari amici.
    Vi farò sapere meglio per la mostra 😉

  22. Luce per gli occhi di chi vuol vedere!!!!
    Non ho parole per tutto quello che hai creato e pure per il tuo gesto di donarcelo!!
    Semplicemente Grazie, Concita!!!
    Mo’

  23. Tante belle cose per la tua mostra!
    E delizioso il cestino di asparagi, una delle verdure di stagione di questo periodo! Anch’io li sto cucinando in tutte le salse, fra cui anche la tua meravigliosa mayonese veg extralight!
    😉

  24. Ieri sera ho fatto questa deliziosa ricettina! Mio marito é rientrato stanco dal lavoro e ultimamente ha una incredibile voglia di asparagi… Abbiamo da poco cambiato il frigo, così adesso anche noi abbiamo tutte le nostre belle verdurine in ordine e lui può sbizzarrirsi a comprarne quante ne vuole… Quindi chili di asparag nel nostro frigo!
    Dunque dicevo: ieri sera stanco, si é messo in vasca da bagno e ci é rimasto due ore, così io ho avuto il tempo di preparare questa meraviglia. Purtroppo ero stanca anch’io quindi i cestini non sono venuti proprio perfetti come avrei voluto, ma devo riconoscere che non mi sono messa d’impegno. Erano cmq decenti, ma la cosa più importante é che erano BUONISSIMI! E alla fine neanche tanto difficili da fare, se non fossi stata stanca sarebbe stato facilissimo, anche perché cestini, asparagi cotti etc. Si possono preparare in anticipo e assemblarli all’ultimo momento (io ho il forno piccolo per cuocere per es. 6 cestini insieme se ho ospiti!).
    GRAZIE ancora Cara Concita!
    Continua così che ti seguo! Buona giornata.

  25. Ma grazie a te, che hai apprezzato e provato la ricetta. E’ vero si può preparare tutto in anticipo. Ti confesso una cosa… sai per quanto riguarda il forno, il mio è piccolissimo. e i fuochi sul piano cottura? ne ho solo due! se metti una padella un pò più larga non puoi metterne un’altra vicina, al massimo un pentolino… però volere è potere, uno si arrangia comunque e preparare in anticipo quel che si può, è il segreto per avere ospiti numerosi, come facevo tempo fa prima che iniziasse la scuola e quando avevo più tempo.
    Un abbraccio caloroso! 🙂

  26. Si, anch’io ho solo due “fuochi”, che a dire il vero sono una placca elettrica a induzione… Qui dove abitiamo non c’é il gas (nel condominio intendo), ma in Francia in generale é molto diffusa la placca elettrica per la cottura. All’inizio pensavo fosse un tipo di cottura anti-ecologico. Ma mio marito si é informato e abbiamo scelto l’induzione, un po’ meno dannosa. In meno di un minuto l’acqua bolle e in generale la dispersione di calore é minima, e la cottura molto veloce, quindi non c’é molto spreco. E poi, anche volendo, il gas non potevamo metterlo, nel condominio é vietato!!! Quando abitavamo nel primo appartamento (22 m2) invece di fare cene con più persone facevamo i cosiddetti “apéritifs dînatoires”. Sono molto divertenti, ti danno l’occasione di preparare un sacco di “finger food” 😳 e si sta in compagnia più rilassati. Ultimamente sono un po’ stanca e quindi non abbiamo fatto questi aperitivi cenatori, ma la prossima volta che ne faccio uno pubblico gli stuzzichini…
    Il fatto che tu abbia il forno piccolo a me va benissimo: fai sempre le ricette per una o due persone… così non ci sono sprechi e visto che anche noi siamo in due la cosa mi arrangia molto 😉 🙂 Buona giornata!

  27. Ieri sera ho rifatto i cestini con gli asparagi, abbiamo un’amica ospite per qualche giorno, le sono piaciuti moltissimo! Penso che continuerò a farli finché dura la stagione degli asparagi, e poi continuerò con le zucchine :mrgreen:
    Dopo un paio di volte che li fai prendi la mano e vai veloce… sono un piacere da degustare!
    Braaaaaaavaaaaaaa!

  28. Grazie mille ancora cara Pizzapie.
    Un bacio 🙂

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti