Amasake autoprodotto

Intanto Ciao Ciao e ciao a tutti.Non mi sono persa, vi spio tutti i giorni e dopo tanto tempo eccomi di ritorno con una ricettuzza, beh non proprio, è un’autoproduzione dell’amasake che conoscerete di sicuro. Per chi non lo sapesse è una crema dolcificante fatta con il riso (quella base ) ma anche con avena o con  miglio con l’aggiunta di un agente fermentante che è il Koji (altra spesie di riso particolare)

Ingredienti

500 g riso integrale

250g koji

acqua

malto q.b (facoltativo)

Procedimento

Ho fatto cuocere il riso integrale basmati normalmente in pentola a pressione. Erano circa 500 gr da crudo. Deve essere ben cotto anche se non ancora disfatto.

A questo punto lo si lascia raffreddare a temperatura quasi corporea direi, in pratica si deve riuscire a immergerci un dito senza scottarsi. Ora si aggiunge 250 gr di koji si mescola bene, si copre con uno strofinaccio e con un coperchio e si lascia a riposo per 20 ore circa ad una temperatura di 25 gradi più o meno. D’estate sarebbe perfetto perchè in quanto a temperatura ci siamo, ma io l’ho messo dentro il forno appena appena acceso. Io ce l’ho lasciato 16 ore in realtà.

Fatto ciò, lo si riprende ( a questo punto sarà bello compattato) si aggiunge altra acqua fino a coprirlo di due dita circa e lo si fa ribollire per 40-50 minuti. Al termine si frulla o si passa con il passatutto. Non deve essere omogeneo al 100%, è bello che resti qualche ricordo dei chicchi di riso.

Ecco, a questo punto è pronto. Io l’ho aggiustato un po’ in quanto a dolcezza mettendoci due cucchiaiate di malto. Il sapore infatti non è così dolce come quello compero; tra le altre cose quello compero trovo che sia anche troppo dolce, nel senso che per mescolarlo a dolci e budini va bene, ma da mangiare così per me, che non sono amante del dolce, è troppo.

Ora  valutate anche la consistenza …a me è sembrato un pochino liquido rispetto a quelli comperi, per cui ho passato il tutto al colino così ne ho ottenuti due di diverse consistenze: uno più granuloso e uno bello liscio e cremoso.

Li ho messi così in due vasi di vetro. Non so quanto si coservino , ma in frigo penso vada più che bene, tanto sono solo due vasi, non dureranno a lungo.

Le due foto che ho messo sono rispettivamente quello più granuloso e quello più liscio..

Vi lascio qui alcune informazioni che potete trovare sull’amasake, che ovviamente si può usare per della farciture, oppure per creme, per budini, per tiramisu mescolato a mandorle…

“Come il Malto di Cereali, anche l’Amasake è un delizioso dolce prodotto della fermentazione del riso, e talvolta di altri cereali. Questa volta, però, la fermentazione non è operata dagli enzimi presenti nell’orzo germogliato, ma da quelli attivi nel Koji, lo stesso fermento che si utilizza per produrre il Miso di Riso o il Sakè.
Il Koji è riso cotto, sul quale sono state inoculate le spore del fermento: queste crescono fino a coprire il chicco del cereale con il loro bianco micelio, impartendogli una consistenza un po’ granulosa.

Mentre in Occidente l’uso più comune dell’Amasake è quello di dessert o budino, l’uso più tradizionale che se ne fa in Giappone è quello di riscaldante e nutriente bevanda: si diluisce in un pentolino la densa e dolcissima crema con due volte il suo volume di acqua, si mette sul fuoco a riscaldare, eventualmente con una scorza di limone, e si beve caldo in una fredda giornata di autunno o inverno. Assolutamente da provare”

  1. Che storia! Interessante sto Amasake!

  2. Ce l’ho fatta….:) scusate se vi ho sfinito!

  3. Interessante sì! Ma il Koji dove lo trovo???

  4. Brava Eddy e bentornata !

  5. Grande Eddy, sai che non ho mai acquistato l’amasake perchè mi han sempre detto che è dolcissimo, ma questo mi intriga sopratutto per la sua naturalezza. Bravissima, come va il lavoro? By 🙂

  6. ValeM: bella domanda..l’ho tanto cercato questo famoso Koji, alla fine mi è capitato di andare al Naturalia di Merano perchè ero lì..e l’ho trovato. Lo so non è semplice. Magari si può ordinare
    Chicca: Provalo, è naturalmente dolce, poi tu che ti cimenti in esperimenti lunghi devi tentare. Il lavoro va meglio grazie, oddio, non è la mia vita, però per il momento ho capito il funzionamento, e non è il caso di denigrare nessun lavoro. Intanto continuo Naturopatia, anzi prossimamente ho la verifica di fiori di bach..

  7. Brava Eddy!!! Suppongo sia delicatissimo, mi ispira un sacco!

  8. Sì è una cremina un poco dolce e non stucchevole, come dico io..ma coccolosa.

  9. Ho assaggiato oggi l’amasake che avevo inziato ieri… ottimo slurpppp!!!!

    Grazie per la ricetta che penso ripeterò di frequente visto che è stata apprezzata anche dalla nipotina.

    Un saluto affettuoso

  10. Sono contenta! Mi fa piacere della nipotina!

  11. ma dove si pu`o comprare il koji ? Anche su Internet non lo trovo.

  12. Ricetta vista e adorata all istante!Quindi mi sono messa all’opera…piccolo frustrante problema:il koji!!!Abito a Torino ho girato in lungo e in largo e all iperbiobottega enorme ho trovato un acidulato di riso che contiene koji e sale…ho usato quello…ora il riso è al calduccio in forno…chissà se verrà!!!ma mi sa che male che vada uso il riso x il sushi…secondo te ho speranza???

  13. non vorrei dire aria fritta ma mi sembra che il koji su Tibiona lo vendano….

    bless and love!

  14. Esaurito!! Cmq a prima vista consderato quel che costa, per i miei utilizzi casalinghi conviene comprarselo l’amasake. Diverso se se ne deve fare in quantità.

  15. Ciao dove posso reperire il koji?

  16. Ciao, io conosco il koji (servitomi per fare l’amasake) avendo fatto un corso di cucina macrobiotica. La mia domanda è: vorrei fare il latte di riso, con riso cotto nell’acqua e basta, dal sapore mediocre, ma come quello biologico che compro, gradevole e leggermente dolce. Secondo te è possibile ricavarlo dall’amasake allungandolo poi con l’acqua? Grazie per quanto vorrai rispondermi Daniela

  17. Sono sempre Daniela, desidero correggere la parte:”vorrei fare il latte di riso” aggiungendo la parola NON che ho dimenticato. Grazie ciao

  18. Salve io sono riuscita a comprare il Koji ho 20g
    Mi sapete aiutare con quanto riso posso fare il Amasake grazie ☺️

  19. Lo fatto mi è venuto malissimo
    Ho sbagliato qualcosa aiuto

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti