Vegrino


Versione vegana del caprino/tomino speziato. Facile e banale, ma stuzzicante.

Ingredienti:
yogurt di soia
sale
succo di limone filtrato
spezie e erbe a piacere: paprika, peperoncino, origano, timo…

Procedimento:
Disporre un pezzo di tela o un fazzoletto bianco pulito su una ciotola e trasferirci lo yogurt.

Chiudere il telo a fagottino e posizionarlo sospeso sopra un contenitore in modo che ci sia un po’ di spazio sul fondo per raccogliere il siero che colerà da subito. Io ho usato un grosso bicchiere e una bacchetta cinese…

Mettere il tutto in frigo per un periodo variabile da 1 a 3/4 giorni a seconda della consistenza desiderata. Bisogna provare perché dipende dalla qualità dello yogurt. Non c’è rischio di dimenticarsi: ogni volta che aprirete il frigo si sprigionerà un odorino formaggioso.

Trascorso questo tempo si raccoglie lo yogurt rappreso con un cucchiaino, si insaporisce con sale e succo di limone, si compone in forma di tomino (magari con un coppapasta, che io non possiedo) e si guarnisce con erbe e spezie a piacere.

Nota: lasciato a scolare solo per qualche ora e condito con sale e limone diventa una specie di sour cream da usare su patate e altre verdure bollite.

Il sale si può aggiungere già dall’inizio del procedimento e ci si può sbizzarrire con le varianti aromatiche sia dentro che sopra il vegrino: aglio o cipolla in polvere, lievito alimentare, senape, curry….
Il siero invece può essere utilizzato negli impasti di pane e torte, pare che aiuti la lievitazione, ma francamente mi sono sempre scordata di provare…

Approfitto per salutare tutti, ho pochissimo tempo in questo periodo, ma “sbircio” appena riesco tra le vostre meravigliose creazioni.

1 Punto2 Punti3 Punti4 Punti5 Punti (No Ratings Yet)
Loading...
  1. WOW!!!io non avrei la pazienza però di aspettare così tanto… 😉

  2. Bellissimo!!!!!!!!!!!!! posso farlo in versione dolce secondo te?

  3. Ma che carino! preparazione davvero semplice. L’unica cosa è la pazienza che non ho…. 🙂

  4. @ Orienta + Siilvana: più che pazienza (non devi fare un granché) qui ci vuole solo pianificazione: decidi che lo vuoi mangiare domenica, quindi lo metti a colare tra mercoledì sera e giovedì…

    @Francy, dolce non ho mai provato… non mi ispira molto, ma se provi fammi sapere.
    La sua peculiarità è che deve essere acidino per mitigare il gusto un po’ “grasso” dello yogurt “stagionato”, però magari (la butto lì) con limone, zucchero e canditi potrebbe diventare una cassatina…

  5. ihih! per la pazienza io mi riferivo al fatto di doverlo lasciare in frigo per 3/4 giorni!
    non riesco neppure a tenere in frigo la mozzarella di concita 6 ore… O_o

  6. Che meravigliosa idea.. Ecco il formaggio che fa per me!! Grazie mille per l’idea, davvero!! 😀

  7. Che buono! è quindi un formaggio spalmabile? oppure se lo lasci appeso un po’ si compatta?

  8. Mirko, sì è spalmabile xché comunque resta sempre cremoso, anche se più resta parcheggiato più si compatta. Poi considera che quando aggiungi sale e limone e mescoli, si smolla.

    Ora aggiungo un altro paio di note che ho scordato…

  9. semplicissimo…brava!!! lo provero’ senz’altro 😀

  10. ok buono a sapersi!

  11. Bellissimo!

  12. Saggia idea!!!
    Soprattutto per chi, come me, ora possiede pochizzzzimo tempo da dedicare alla cucina!
    Grazie Mentamarina!…..è molto bella anche la foto….complimenti1
    Mo’

  13. prima di tutto: che foto stupenda!!!

    secondo: che bello rivedere una tua ricetta 😀

    e terzo: non ti smentisci mai!!!

    complimenti marina 😀

    io adoro i formaggi e questa ricetta mi sarà indispensabile!! 😛

  14. bello, bellissimo, geniale!!! grande menta, lo faccio subito subito

  15. Grazie a tutti. Ad essere sincera l’idea geniale non è mia, ma qualcosa che avevo trovato in rete molto tempo fa e che avevo dimenticato tra le mie scartoffie culinarie. Riesumato per l’occasione.
    Il merito della foto invece va a uno dei rari raggi di sole passati da queste parti negli ultimi 2 mesi…

  16. LO faccio subito anche io!

  17. Bellaaaa!!! Come mi piace la sezione formaggi 🙂

  18. questa sì che è un’idea!!!

  19. Menta in ritardo ma arrivo anch’io a farti i complimenti per questa ottima idea che proverò sicuramente e quindi vado a memorizzare 🙂

  20. fatto!
    buonissimo!

    io l’ho provato al naturale (senza sale, limone ne’ spezie) spalmato sul pane con un pochino di olio evo. super!

    ricorda tanto un famoso formaggio spalmabile..
    provero’ a spacciarlo per tale a qualche onnivoro, e vediamo se qualcuno si accorge della differenza! 😀

  21. Lo sto per fare!!! 😛

  22. a me è venuto molto compatto. buonissimo, sa quasi di philadelphia !!!!!!!!!!! buonissimo

  23. Ho lo yogurt in frigo a scolare… 😉

  24. con questo vegrin hai cambiato la vita a molti chef!!!!!!!!!! Compresa me

  25. L’ho provato in questi giorni, è stato in frigo, in un colino molto fitto e con un piatto sovrapposto, per tre giorni. Ora col siero impasto il pane così sarò costretta a cuocerlo 😛 Grande idea! Lo mangerò puro, è spalmabilissimo!

  26. Provare provare subito….tra poco vado a fare la spesa!!!!

  27. Carissima da quanto tempo non ti si sente! Tutto bene? Dacci tue notizie!
    Io finalmente qualche giorno fa mi sono decisa a provare il tuo vegrino… ce ne ho messo un po’ perché i formaggi molli non mi hanno mai attirato nemmeno da onnivora!
    L’ho fatto con lo yofu autoprodotto di Tubalkain che mi è venuto una ciofeca – ma tenuto un paio di giorni nel canovaccio in frigo si è trasformato in un cremetta che ho condito come da tue indicazioni. Ci ho spalmato le melanzane grigliate: delizioso!
    Credo che lo rifarò!
    😉

  28. Cara Mariagrazia e cari colleghi chef, è vero: non riesco a passare da queste parti da tempo. Impegni di lavoro e qualche problema in famiglia. Vi penso comunque spesso e spero presto di riuscire a leggere le ricette arretrate, nonché di postare qualcosa di mio (ultimamente vado avanti a insalate di pasta/riso). È un piacere vedere che il vegrino abbia avuto tanti consensi e ispirato parecchie varianti.
    Auguro a tutti buone vacanze e un arrivederci a presto. :-)*

  29. E se metto lo yogurt da subito nella formagella che si usa per fare la ricotta?

  30. Ho fatto il vegrino nella versione “stagionata”, buono! Me lo sono mangiato al naturale senza spezie, molto delicato.

  31. Che buono! L’ho appena mangiato su delle bruschette per pranzo!Ottima idea 😀

  32. uau fantastico! la prossima missione è l’autoproduzione di formaggio!

  33. ho appena infilato in frigo il mio primo esperimento vegformaggioso. emozione e impazienza!

  34. @isabel attenzione…il vegrino…da dipendenza! 😉

  35. Il vegrino..ormai a casa nostra non manca mai..grazie!!

  36. Io sto facendo il vegrino alle erbe e voglio ringraziare perchè il risultato è molto apprezzato.
    Cordiali saluti Patrizia

  37. mi metto subito all’opera…mitica!!!

  38. è una bontà, grazie!!!!!!

  39. L’ho fatto, è super!!!Ma voglio un tuo consiglio: qual è l’erba migliore per renderlo superbo? Attendo …

  40. Grazie Debveg e saluti a tutti!
    A me piace molto con l’erba cipollina, ma anche con del timo secco (poco xché è piuttosto forte) per un gusto più fresco. Sbizzarrisciti con erbe varie e prova varie combinazioni, anche nello stesso pasto.
    Ciao.

  41. Ho provato solo questa settimana a farlo e mangiato oggi a pranzo…. che dire.. perchè ho aspettato tanto a provare! Semplice veloce e appetitoso, Grazie!!!!!!

  42. Francy e MentaMarina: l’ho fatto dolce, ricetta in corso di pubblicazione!!!!!!coi dovuti ringraziamenti a voi per l’idea!!!

  43. Ah, e ovviamente l’ho fatto anche cn erba cipollina…spalmato sui pomodorini è un ottimo aperitivo 🙂

  44. Ciao MentaMarina, ho visto ora la tua ricetta del vegrino e mi solletica molto. Ma in commercio non esiste già uno yogurt compatto? Non sarebbe la stessa cosa? Un abbraccio.

  45. Debveg, ho visto la tua versione dolce e la trovo mooolto invitante 😉
    Clara, non ho mai trovato una versione compatta dello yogurt di soia, magari ridurebbe i tempi di compattazione… tieni conto però che mettendolo a scolare si crea una specie di fermentazione ed è quella che conferisce il gusto formaggioso.
    Ho visto che le sperimentazioni delle varianti del vegrino continuano: non posso che esserne felice!

  46. usato per fare un dolce al cucchiaio con i frutti di bosco… sublime!!!! Ora lo yogurt che “scola” non manca mai nel mio frigo.
    Grazie per la ricetta ed un saluto cordiale

  47. Ciao MentaM… io mi faccio spesso il vegrino alla vaniglia… versione dolce. Anche con la frutta è buonissimo. Crea davvero dipendenza!!! 😉

  48. Ci hai aperto un mondo con questo vegrino XD

  49. Ciao MentaMarina, 🙂
    hai fatto davvero benissimo a pubblicare questa tua ricetta… io la conoscevo già, dal procedimento che si fa con lo yogurt per gli onnivori per ottenere il classico yogurt greco compatto e denso, però vedere e provare come il tutto si può fare con i prodotti veg spinge molti a sperimentare, poi lo yogurt di soia è molto più salutare e più buono a mio parere 🙂 più versatile anche come gusto, non solo per i piatti salati ma anche per quelli dolci 🙂 e si può vedere dai consensi ottenuti 😉
    Brava!! 🙂

  50. Grazie per questa ricetta!

  51. devo assolutamente provare a farlo!*__* visto che mi ritrovo con gli ingredienti mi catapulto ora,così potrò gustarlo giusto in tempo per domenica ^^

  52. ciao, dici che se faccio stare nella yogurtiera per più tempo lo yogurt ho lo stesso effetto?

  53. Ciao Robi, non credo abbia proprio lo stesso effetto. La colatura permette di separare il siero dalla parte più solida. Cosa che non avviene nella yogurtiera, anche se lo si lascia per moltissimo tempo.
    Spero di esserti stata utile…

  54. Si, molto..ti ho chiesto perchè l’altro giorno l’ho lasciato tipo 11 ore nella yourtiera invece che 8-10 e ho visto che si era separato tutto il siero e lo yogurt era molto consistente e aveva un sapore più formaggioso..dici possa esser dovuto al fatto che quando ho mischiato latte e yogurt l ho fatto male?

  55. penso che dipenda dal tipo/marca di latte e/o di yogurt… un’ora in più non credo influisca

  56. Ok grazie mile davvero allorà proverò secondo le tue indicazioni e ti farò sapere 🙂 ciau ^^

  57. raissa de santis 12 luglio 2013, 11:59

    Non mi è molto chiaro il passaggio del limone…si spreme sul il malloppo di yogurt solidificato???

  58. Ciao Raissa, il limone lo spremi sullo yogurt solidificato e poi mescoli delicatamente. In alternativa lo puoi aggiungere allo yogurt prima di metterlo a colare, in questo caso aumenta un po’ la dose perché il succo se ne va con il siero…
    Fammi sapere come va 🙂

  59. raissa de santis 17 luglio 2013, 18:38

    Va bene!!!!grazie mille!!!!!!!:-)

  60. Il tuo vegrino l’ho condito con tanta paprika dolce e devo dire che è strepitoso!
    Lo spalmavo sui ritz di Niki e in 2 giorni non c’era più!
    Grazie dell’idea!! ciao 😀

  61. Anch’ io faccio sempre il vegrino di MentaMarina 🙂
    A me dura un giorno solo invece sob 😆

  62. Splendida ricetta! Sono utilissime le foto che hai pubblicato 🙂
    Non vedo l’ora di provare a fare il mio primo formaggino vegan!!

  63. Grazie grazie grazie……ohhhhh che bello, ho fatto uno yogurt con latte soia (marca lidl bio) e fermenti presi al negozio bio ma chissà perché è rimasto liquidino…stavo x buttar tutto….ma ho letto la tua favolosa ricetta e da varie ore sta scolando nel colapasta rivestito di tela, si sta compattando e fremo all’idea di assaggiarlo. Grazie ancora.
    PS ho messo di nuovo a fare lo yogurt stavolta con latte Soyasun naturale +calcio e DUE buste di fermenti e finalmente dopo 11 ore è venuto bene. Secondo te/voi dipende dai fermenti o dal latte (poco più grasso dell’altro) la riuscita o meno dello yogurt?
    non ho usato uno yogurt naturale come starter perché dalle mieparti ll’unico naturale è della Coop ma addizionato con calcio e tante altre cose ma non zucchero x fortuna (visto che non posso assumerlo). Ho messo via un bel barattolino della mia riuscita creazione x provare ad usarlo come starter, che dite funziona? Attendo lumi, grazie in anticipo

  64. Giorgia: io ho provato tempo fa a far tofu col latte Lidl e rende pochissimo, sarà poca la percentuale di soia. Lo yogurt a me vien molto denso con latte autoprodutto e tenendolo solo 6/7 ore in yogurtiera (con sopra una coperta)

  65. Grazie, che bello leggerti….se non ho capito male hai anche tu il Bimby, e qui si aprirebbe un altro mondo!
    Tornando allo yogurt, come fai a sapere che il tuo latte autoprodotto contiene più grassi di altro latte (in questo caso lidl perché lo abbiamo citato)? Cosa usi come starter? Secondo te il mio vasetto di yogurt autoprodotto con le due buste di fermenti andrà bene x il prossimo?
    Ho usato anche io la coperta ma ho lasciato la yogurtiera a lavoro x 11 ore…grazie grazie ottima giornata

  66. Giorgia: io me lo produco il latte di soia e ho preso spunto dal libro dei veg formaggi (diciamo che ho optato per una via di mezzo); per il latte da yogurt uso 120/150 g a secco per lt di acqua di cottura. So che tra quelli commerciali ce n è uno della provamel buono. I fermenti uso quelli con una bustina azzurra che vale per circa 25 cicli. Ho capito che il siero sopra lo fa stando molto in macchina. Si ho il Bimby e su certe preparazioni si adatta molto bene (mescolate continue, temperature costanti …) Anche Veronica F ce l’ha. Per il tuo vasetto: prova con altro latte, ed accendi almeno una mezz ora prima (con dentro vasetti) e sia yogurt starter che latte siano a temperatura ambiente.

  67. Grazie farò tesoro dei tuoi consigli anche se tempo x fare il latte ne ho davvero poco

  68. Cara Giorgia, mi dai indicazioni precise sul tuo latte di soia autoprodotto con il bimby? Ho capito quanta soia, e acqua mi servirebbe il procedimento….smack in anticipo Giorgia

  69. Dovrei farlo e postarlo. Allora se tu mi riesci a fare un commento o anche solo una faccina ad una mia ricetta, in modo che io abbia tua mail, te lo mando più che volentieri in pvt. Poi quando lo farò con calma, con tanto di foto lo posto; allora aspetto tuo indirizzo 😉

  70. Grazie Mentamarina, è strepitoso davvero. Come ha detto qualcuno prima di me da dipendenza. Non mancherà mai lo yogurt che scola nel mio frigo!

  71. …cià và… :mrgreen: ora metto a colare lo yogurt… così per Domenica è pronto da spalmare sulla pizzaaaaa! 😉

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti